Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro

Subscribe
Share/Save/Bookmark
     




           Utente: non registrato, entra

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on Google+   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Notizie


 
L'estate parla bulgaro
Plovdiv sarà la capitale bulgara dell'outsourcing 2019
High tech: in Bulgaria è (anche) donna
Bulgaria: l'export aumenta grazie alle vendite di grano
Penka, la mucca clandestina
   
Tutte le notizie

    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
Arte in Bulgaria
Biblioteca
Cinema bulgaro
Lingua e cultura italiana
Storia della Bulgaria
Letteratura
Lingua Bulgara
Monasteri
Musica
Poesia
Teatro
Traci

Città e Località
Sofia
Plovdiv
Varna
Burgas
Koprivshtitza
Bansko
Borovets
Pamporovo

Economia
Agricoltura
Banche e Finanza
Energia
Fiere
Infrastrutture
Investimenti
Telecomunicazioni

Folklore
Cucina bulgara
Fiabe
Nestinari
PopFolk e Chalga
Valle delle Rose
Vampiri

Informazioni
Mappa
Inno Nazionale
Scheda Paese
Dizionario IT-BG

Notizie

Ambiente
Cultura
Cronaca
Economia
Esteri
Lavoro
Immigrazione
Politica
Sport

Bulgaria e ...
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Monografie

Politica e Governo
Ambasciate
Ambasciata di Bulgaria
Ambasciata d'Italia
Istituzioni
Politica ed Elezioni
Legislazione italiana

Società
Bulgari in Italia
Diritti umani
Informazione
Radio Bulgaria
Sindacati
Sport
TV Bulgaria

Turismo
Alberghi
Appunti di Viaggio
Fai da te
Informazioni Valutarie
Montagna
Viaggio in Aereo
Viaggio in Auto
Viaggio in Bici
Viaggio in Camper

  
Foto: Hristo Lukov da un video del Congresso mondiale ebraico (WJC)
Foto: Hristo Lukov da un video del Congresso mondiale ebraico (WJC)

Sofia: nonostante gli appelli contrari anche quest'anno si terrà la marcia neo-nazista "Lukov"

16.02.2018

Nonostante i numerosi appelli sia a livello nazionale che internazionale anche quest'anno la capitale bulgara ospiterà la manifestazione dedicata al generale filo-nazista Lukov

Negli scorsi mesi il Congresso mondiale ebraico (WJC) ha promosso assieme alla organizzazione bulgara "Shalom" una petizione che ha raccolto oltre 178.000 adesioni per chiedere alle autorità bulgare di proibire la cosiddetta "Marcia Lukov" in programma sabato prossimo a Sofia.

Tale manifestazione, indetta da organizzazioni neonaziste ed ultranazionaliste bulgare e giunta alla 15-esima edizione, ha lo scopo di ricordare l'uccisione nel 1943 del generale Hristo Lukov, azione attribuita alla resistenza antifascista. Comandante durante la prima guerra mondiale, ministro della difesa nel periodo 1935-38, Lukov fu acceso sostenitore delle leggi antisemite che furono adottate, sul modello della Germania nazista e dell'Italia fascista, anche in Bulgaria. Fu anche promotore e leader del movimento filo-nazista dei Legionari nel periodo 1932-43. Il fatto che il suo nome sia stato inserito in un elenco di vittime del comunismo ha causato indignazione.

Lukov ha avuto un ruolo rilevante nell'influenzare le politiche antisemite dell'allora governo monarchico bulgaro che hanno permesso, all'inizio del marzo 1943, la deportazione verso i campi di sterminio nazista di 11.343 ebrei dai territori occupati dalla Bulgaria durante la seconda guerra mondiale. Il resto della popolazione ebraica scampò a questa terribile sorte grazie alla presa di posizione della società civile bulgara che si oppose alle misure repressive nei confronti dei compatrioti ebrei residenti nei confini prebellici.


Video a sostegno della petizione del WJC

Quest'anno il fatto che la Bulgaria abbia assunto la presidenza semestrale della Unione Europea ha contribuito ad una maggiore attenzione a livello internazionale. La petizione del WJC è stata consegnata il 2 febbraio al primo ministro Boyko Borissov, nel corso in un incontro a cui hanno partecipato Alexander Oscar, rappresentate della associazione ebraica bulgara "Shalom" e Roger Singer, vice-presidente esecutivo del WJC. Altre voci contrarie si sono levate dal Consiglio delle comunità religiose e dal Partito socialista.

Al di là delle parole di circostanza, il primo ministro non ha fatto passi concreti per proibire la marcia. Il sindaco di Sofia Yordanka Fandakova, esponente dello partito del premier, come negli anni scorsi ha negato l'autorizzazione allo svolgimento della marcia, permettendo soltanto la deposizione di fiori di fronte alla casa dove Lukov fu ucciso. Tuttavia queste misure non hanno mai impedito lo svolgimento della marcia, che negli anni ha ottenuto il sostegno anche di organizzazioni straniere apertamente fasciste, razziste e xenofobe, come l'italiana Casa Pound.


La marcia Lukov del 2017

Quest'anno il comune di Sofia ha promosso un convegno dal titolo "Sofia dice no all'incitamento dell'odio e all'estremismo" che ha visto la partecipazione di personalità del mondo accademico e della società civile. Il sindaco Fandukova, riferisce il sito Sofia Globe, ha ricordato durante alla conferenza, tenutasi il 15 febbraio, che per anni il comune di Sofia si è opposto alla Marcia Lukov, ma le sue ordinanze sono state annullate dal tribunale.

Fandukova ha detto che, sfortunatamente, "il problema è l'incitamento all'odio nelle nostre città e comunità, e assieme ai nostri partner organizziamo varie campagne ed iniziative nel tentativo di ridurre questo attraverso la tolleranza e il rispetto reciproco".

Nel corso del medesimo evento l'ambasciatore statunitense Eric Rubin ha dichiarato che "gli sforzi per glorificare capitoli oscuri della storia, per inseguire figure storiche che erano sostenitori dell'odio e dell'intolleranza sono inaccettabili" e che "è essenziale non permettere che le lezioni sbagliate siano adottate come esempi".

Alexander Oscar, presidente dell'Organizzazione degli ebrei bulgari "Shalom", ha affermato che la libertà di parola non può comprendere l'incitamento all'odio: "Purtroppo, nonostante le numerose barriere legislative, l'incitamento all'odio - che per sua natura è distruttivo - continua a trovare terreno fertile in Europa, compresa la Bulgaria." "È lì, onnipresente, nei media elettronici e cartacei, nei commenti anonimi sui forum e altrove online, sui social network. Questo è inaccettabile. In una democrazia, i media devono assumersi le sue grandi responsabilità - la responsabilità non solo di essere al passo coi tempi, ma anche di difendere le tradizioni della democrazia, in modo che nessuno nella società possa violare i diritti di un altro", ha detto Oscar.

Andreas Hollstein, sindaco della città tedesca di Altena, ha parlato delle sua esperienza dopo che il comune ha accettato di prendere più rifugiati di quanto previsto dalla propria quota. Dopo essere stato oggetto di incitamento all'odio e di minacce di morte, nel maggio 2017 il sindaco è stato ferito da un uomo ubriaco mosso da motivazioni xenofobe. Hollstein ha notato con dispiacere che alcuni fascisti tedeschi, "il peggio che la Germania può inviare in Europa", siano venuti a Sofia per la marcia Lukov.

Una manifestazione di protesta si terrà a Sofia il 17 febbraio a mezzogiorno con concentramento presso "Centralna Mineraralna Banja", alcune ore prima della fiaccolata in onore del generale filo-nazista. Nell'appello "No ai nazisti nelle nostre strade - No alla fortezza Europa", gli organizzatori, legati al movimento Antifa bulgaro hanno dichiarato: "L'infinita retorica anti-immigrazione, razzista e xenofoba dell'élite politica europea, così come la crudele politica di militarizzazione dei confini sostenuta dai partiti dell'intero spettro politico sono senza dubbio uno dei ragioni principali per l'aumento delle formazioni neonaziste, scioviniste e xenofobe che non sono più solo un fenomeno sub-culturale, ma fanno parte del governo a tutti i livelli del continente".

La città di Sofia che il 24 maggio 1943 si sollevò per salvare la propria comunità ebraica dalla deportazione, subisce oggi, nonostante l'opposizione della propria popolazione, l'onta di un'altra manifestazione neonazista che inneggia ad un attivo sostenitore delle politiche antisemite.


Autore: Paolo Modesti

Licenza Creative Commons  Il testo di questo articolo è pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0; in caso di ripubblicazione è richiesto un link attivo verso questa pagina, citando come fonte "Bulgaria-Italia".




Commenta questa notizia



Notizie

22.02.2018"Primavera dei Balcani in bianco e rosso", il 25 febbraio a Milano
21.02.2018Bulgaria: gli IDE superano 900 mln. di euro nel 2017
21.02.2018Il bulgaro al Festival delle Lingue di Suzzara (Mantova)
16.02.2018Sofia: nonostante gli appelli contrari anche quest'anno si terrà la marcia neo-nazista "Lukov"
14.02.2018A Neva Micheva uno dei "Premi Nazionali per la Traduzione" 2017
12.02.2018Umberto Eco in Bulgaria e oltre
11.02.2018Siemens apre due nuovi hub in Bulgaria


Ambiente | Cronaca | Cultura | Economia | Esteri | Lavoro | Migrazioni | Politica | Sport
Speciali: Presidenza UE2018 | Iraq | Libia | NATO | Basi USA | Unione Europea | Due operaie morte | 1989-2009
News Feeds: Italiano | Inglese | Bulgaro
Tutte le Notizie | Новини на Български | Parole Famose | RSS
    Notizie
  Temi
Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Esteri
Lavoro
Migrazioni
Politica
Sport

Speciali
Presidenza UE2018
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Due operaie morte
1989-2009
Parole Famose

News Feeds
(rss)
Italiano
Inglese
Bulgaro

Media bulgari
(english)
BTA
Sofia News Agency
Sofia Globe

Новини на Български
 
Tutte le Notizie | RSS

Home | Notizie | Forum | Club | Associazione | Annunci | Directory | Biblioteca | Meteo | Foto del giorno | Immagini | Parole famose | Cerca
Turismo | Hotel | Shop | Traduzioni | Appunti di Viaggio | Bulgari in Italia | Cartoline | Sondaggi | Dicono di noi | SocNet  Български English Русский Français Български (Автоматичен превод)
Contattaci Bulgaria-Italia