Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Immagine dal telegiornale BBC del 17.01.2017
Immagine dal telegiornale BBC del 17.01.2017

Brexit e Rakia: secondo la BBC la Bulgaria non fa parte dell’Unione Europea

18.01.2017

Clamoroso errore del telegiornale della BBC. Nel giorno in cui il primo ministro britannico Theresa May ha tenuto un atteso discorso sugli obbiettivi per l'abbandono della UE, l'emittente pubblica ha mostrato mappe del mercato unico europeo e della unione doganale nelle quali spiccava l'assenza della Bulgaria, che di queste unioni fa parte a pieno titolo, come membro dell'Unione Europea da 10 anni.

Tali mappe sono state utilizzate dal conduttore per spiegare il significato del mercato unico e, poco dopo, dell'unione doganale della quale non fanno parte Norvegia, Islanda e Svizzera. In entrambe la Bulgaria mancava.

Tuttavia, il paese balcanico è uno dei 27 che dovranno approvare l'eventuale accordo tra Regno Unito ed Unione Europea, e come membro della UE avrà anche voce in capitolo nel definire la strategia negoziale dell'unione.

Visto che si sta preparando ad un lungo ed irto negoziato, il Regno Unito dovrebbe almeno conoscere la controparte, cosa che appare al momento incerta, sulla base dell'operato dei grafici e dei giornalisti della principale televisione nazionale.

C'è una parte della società britannica che dimostra di non avere un gran feeling nei confronti della Bulgaria. In diverse occasioni politici del partito Conservatore al governo e della destra populista britannica (UKIP), hanno mostrato poco rispetto nei confronti dei bulgari, accusati di rubare posti di lavoro e di scroccare benefici dello stato sociale.

Ad esempio, alla vigilia della caduta delle restrizioni alla libera circolazione dei lavoratori (gennaio 2014), UKIP sbandierò la minaccia una migrazione di massa dalla Bulgaria (e Romania) verso la Gran Bretagna. In realtà, nei primi 3 mesi dell'anno la popolazione dai due paesi residente in UK addirittura calò di 4.000 unità e nei primi sei mesi ne arrivarono venti volte meno delle cifre sbandierate da UKIP, che ne prevedeva 130.000.

Successivamente ci fu un aumento ma nel complesso entro limiti del tutto fisiologici. La maggior parte dei migranti sono arrivati per motivi di lavoro, risultando contributori netti della società. C'è anche una significativa comunità di studenti universitari bulgari (6-7000) che studiano nel Regno Unito.

La stampa scandalistica ha spesso avuto come bersaglio preferito i romeni definiti "zingari", "vagabondi" e "ladri", mentre ai bulgari sono state risparmiati gli epiteti più gravi, secondo uno studio dell'Osservatorio della Migrazione dell'Università di Oxford che ha analizzato 4000 articoli del 2012-2013 che riguardavano romeni e bulgari.

Nell'ottobre scorso il parlamentare conservatore Owen Paterson, con evidente sprezzo del senso del ridicolo, sostenne che bulgari e romeni impiegati in lavori agricoli stagionali, sebbene svolgessero un lavoro nel quale era richiesta una abilità nel raccogliere i frutti senza danneggiarli, non erano in grado di usare un telefono cellulare.

Dall'altra parte c'è anche chi, come il cantautore Jonathan Taylor, si è trasferito in Bulgaria e ne è diventato il cantore. Jonathan, vive in un villaggio del nord e pur ammettendo di faticare con la lingua, pare molto soddisfatto della sua scelta. Infatti sembra aver trovato qualcosa che non gli fa rimpiangere la terra di origine.

I want rakia.
I need rakia.
I love rakia - early in the morning!


Autore: Paolo Modesti




Commenta questa notizia



Notizie

22.01.2017Palermo: per l’integrale di Beethoven si esibisce la pianista bulgara Nadejda Tzanova
21.01.2017Sofia: conferenza “Piano Juncker – opportunità e risultati”
19.01.2017Rumen Radev ha giurato di fronte al parlamento bulgaro
18.01.2017Brexit e Rakia: secondo la BBC la Bulgaria non fa parte dell’Unione Europea
17.01.2017Vladimir Levchev, Amore in piazza
12.01.2017Bulgaria al Trieste Film Festival 2017
10.01.2017Bulgaria: il più lungo periodo di freddo degli ultimi 30 anni



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)