Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  
Foto: BHC
Foto: BHC

Comitato Helsinki Bulgaro: rivolta nel campo profughi manipolata da politici e media

13.12.2016

Pubblichiamo, dal sito liberties.eu, l'analisi del Comitato Bulgaro Helsinki (BHC) in merito ai fatti svoltisi nel campo profughi di Harmanli, il 24 dicembre scorso.

I partiti di estrema destra e alcuni media hanno generato paura diffondendo la voce su malattie pericolose nel più grande campo profughi bulgaro, cosa che ha determinato la messa in quarantena del campo e una conseguente rivolta.

Il 24 novembre 2016 una protesta nel campo profughi di Harmanli, Bulgaria, si è trasformata in una rivolta soppressa da oltre 300 poliziotti. La rivolta è stata innescata dalla quarantena imposta nel campo dall'Agenzia di Stato per i Rifugiati (SAR), che ha generato paura per la diffusione di malattie dentro il campo e nelle zone limitrofe.

Durante i disordini, molti richiedenti asilo hanno distrutto le strutture e lanciato pietre contro i poliziotti, che hanno risposto con idranti e manganelli. Molti poliziotti e rifugiati sono rimasti feriti - tra i secondi anche un ragazzo di 15 anni che ha subito una grave frattura al cranio.

Domande

In riferimento a questi fatti, il Bulgarian Helsinki Committee (BHC) si chiede "chi ha beneficiato di questa escalation?"

Chi ha diffuso le voci e le false notizie sul rischio di infezioni e diffusione di malattie, nonostante l'Ispettore Capo della Sanità Bulgaro avesse affermato categoricamente che non c'era alcun rischio per la popolazione di Harmanli?

Chi ha obbligato il SAR a chiudere l'intero campo profughi, confinando di fatto i rifugiati, nonostante la quarantena avrebbe potuto essere tranquillamente imposta soltanto in alcune strutture o nei confronti di alcune persone? Perché le autorità hanno inviato un ultimatum chiedendo l'immediata quarantena del campo, senza alcuna preparazione?

Perché sul posto non c'era nessun rappresentante del SAR, di ONG o volontari per spiegare ai richiedenti asilo perché il cortile veniva circondato da filo spinato e per quanto tempo?

Provocatori "patriottici"

Sia il SAR che il Ministero dell'Interno hanno dichiarato che le indagini individueranno chi ha provocato l'incidente. I provocatori vanno tuttavia ricercati tra i rappresentanti dei cosiddetti partiti "patriottici" di estrema destra.

Quei partiti hanno organizzato manifestazioni contro i rifugiati in tutto il paese e, in questo caso, sono stati autorizzati a parlare per conto dell'intera popolazione di Harmanli e della nazione bulgara.

Ci sono molte possibili risposte alla domanda sul perché questa manipolazione sia stata realizzata nello stile della migliore performance totalitaria, ma le più plausibili sono:

  • Le imminenti elezioni. Alcuni partiti che si fondano esclusivamente sulla retorica anti-immigrati, xenofoba e fascista, hanno bisogno di raccogliere consenso nell'elettorato. Quale via migliore che attraverso una ribellione controllata con poco spargimento di sangue ma molto battage mediatico?
  • Di recente, la Bulgaria ha ricevuto 160 milioni di euro, molti dei quali sono andati al SAR per realizzare le azioni strettamente necessarie per il potenziamento delle capacità di accoglienza e il miglioramento delle squallide condizioni dei campi profughi. Da questo punto di vista, probabilmente c'è una significativa pressione per le dimissioni di chi gestisce il campo, consentendo così a qualcuno particolarmente vicino ad alcuni partiti di essere nominato al suo posto e "assorbire" così questi fondi.

Autore: Bulgarian Helsinki Committee
Fonte: Liberties.eu




Commenta questa notizia



Notizie

25.12.2016La Bulgaria verso nuove elezioni nella primavera del 2017
17.12.2016La qualità elevata del miele bulgaro lo rende altamente competitivo
16.12.2016La catena dei siti bufala contro Gentiloni porta a Sofia
13.12.2016Comitato Helsinki Bulgaro: rivolta nel campo profughi manipolata da politici e media
11.12.2016Crescita dei viaggi dei bulgari all’estero
10.12.2016Giornata mondiale dei diritti umani 2016: il messaggio di Irina Bokova
10.12.2016Bulgaria: cinque morti in un incidente ferroviario



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)