Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  
Ralitza Petrova - Foto: Festival del film di Locarno
Ralitza Petrova - Foto: Festival del film di Locarno

Locarno 2016: Pardo d'Oro a Godless della regista bulgara Ralitsa Petrova. Irena Ivanova migliore attrice

15.08.2016

Il festival di Locarno si è concluso con l'assegnazione del Pardo d'oro al film Godless della regista bulgara Ralitza Petrova. Premio per la migliore interpretazione femminile a Irena Ivanova attrice protagonista della medesima pellicola.

Sul significato dell'opera vincitrice Sergio Fant si è espresso in questi termini: "Tanti i film che affrontano i postumi dei regimi est-europei o scelgono l'ambientazione d'epoca per un salto ancor breve indietro nel tempo, o narrano le disavventure del rapido aggiornamento a nuovi valori e stili di vita; Godless dà piuttosto la rara e potente impressione di riuscire a ritrarre il lascito doloroso nella vita delle persone che hanno vissuto la transizione, di ogni generazione: da chi ancora ricorda e rimpiange le SS tedesche, a chi bambino è stato abbandonato in una fuga oltre cortina. Che a questi personaggi sia mancato Dio come suggerisce il titolo, o democrazia, diritti, morale, il mondo che gli è rimasto da vivere assomiglia troppo alle loro anime: livido e spietato, carico di un dolore incombente, ma che si è come abituati a sopportare. L'unico tentativo di spezzare il cerchio, ricorrendo a qualcosa che possa sembrare amore, o anche solo disperato attaccamento o bisogno di piacere, è condannato: Dio forse perdona, la Storia no."

Godless di Raliza Petrova, Pardo d'oro 2016

Massimo Benvegnù ha intervistato Ralitza Petrova dopo la vittoria. Proponiamo alcune risposte della regista (l'intervista completa):

Il suo film parla della perdita totale di valori umani, che sfortunatamente è un problema universale in questi giorni...

Spero che parli a un pubblico ampio. Penso che i valori morali siano in crisi in tutto il mondo. Sono particolarmente onorata di essere stata premiata per una storia che ha una sua urgenza e rilevanza nel mondo di oggi.

Pensa che i cineasti abbiano il dovere di raccontare queste storie?

Dobbiamo essere impegnati, abbiamo la responsabilità come creatori di essere connessi alle nostre storie e fare questi film. Penso che soprattutto nel mio paese ci sia la mancanza di queste cose; la cosa più preoccupante è che, come nazione, abbiamo una mancanza di legge, di servizi, prima e soprattutto di valori, e questo crea apatia; la gente crede di non poter cambiare più nulla. Questa apatia ha ucciso l'autostima: quando credi di non poter cambiare le cose diventi cinico. E il cinismo corrode ulteriormente il tuo coraggio e la capacità di cambiare. È un circolo vizioso di cui diventi vittima. C'è un sacco di pessimismo in giro e il coraggio latita, perché per il coraggio hai bisogno di autostima e per quella hai bisogno di valori. Questo è ciò di cui parla il mio film; spero che esplori con chiarezza questo concetto.

Irena Ivanova, migliore interprete femminile



Quanto alla interpretazione dell'attrice protagonista Irena Ivanova, Max Borg ritiene che "al centro dello splendidamente tetro Godless c'è l'interpretazione, stranamente e profondamente toccante, di Irena Ivanova, la cui performance cupamente umana nei panni di Gana domina il ritratto agghiacciante che Ralitza Petrova ci propone di una Bulgaria dove gli anziani vengono sfruttati senza pietà a fini di lucro. Gana lavora come badante, occupandosi di persone in età avanzata che non sono più in grado di prendersi cura di se stessi, e guadagna anche rubando e rivendendo le loro carte d'identità, usate successivamente per commettere truffe di vario genere. Il volto della Ivanova, segnato da uno strano misto di empatia, inganno e rimorso, invita lo spettatore ad un viaggio verso un vivido inferno terrestre, dove qualunque forza superiore è assente da tempo, come suggerisce il titolo schietto ed efficace del film. Pur essendo potenzialmente impossibile da redimere in teoria, Gana resta una presenza affascinante e coinvolgente per tutta la durata dell'opera."

Alcune reazioni sulla stampa italiana

Maurizio Porro sul Corriere della Sera sostiene che "Bulgaria e Portogallo sono stati i Paesi finalisti e più sorprendenti del festival di Carlo Chatrian che, esibiti 279 film, s'è infatti concluso col Pardo d'oro a Godless della bulgara Ralitza Petrova, triste storia di provincia con demenza senile e traffico di carte d'identità, ma panta rei, tutto scorre e va."

Secondo Cristina Piccino del Il Manifesto "un film come Godless ammicca furbescamente ai luoghi comuni degli integralismi contemporanei. [...] Bene e Male, i collassi della Storia, comunismo e post-comunismo nella filigrana della società bulgara dominata dal capitalismo più spietato che ha cancellato ideali e compassione. Dio, fede, colpa, redenzione: Ralitza Petrova, la regista, dispiega l'intero catalogo dei Grandi Temi di una riflessione sul mondo contemporaneo che esclude le contraddizione, le pieghe e i paradossi guidando le coscienze degli spettatori in una compiaciuta «direzione unica» che ne carezza le certezze. [...] Nella giustizia negata rimane solo l'aspirazione a dio - origine di vecchi e nuovi integralismi - confusa alla vendetta. Un dio biblico di morti parallele e di metafore furbe che questo film, pur essendo un'opera prima, dimostra di manovrare con maestria insopportabile."

L'edizione di Torino de La Repubblica ricorda compiaciuta che "il film della regista bulgara nasce in seno al TFL (Torino Film Lab, ndr), che ne ha seguito l'intero percorso: il programma di sviluppo e sceneggiatura script&pitch 2012 e quello di sviluppo avanzato Framework 2013 vincendo poi un TFL production di 50mila euro".




Ralitza Petrova
Nata in Bulgaria, Ralitza Petrova vive e lavora fra Inghilterra, Bulgaria e Francia. Fa studi d'Arte e successivamente di Regia cinematografica alla National Film and Television School a Londra. Nel 2007 dirige Rotten Apple, un cortometraggio che vince il Prix UIP a Berlino. Uno dei successivi cortometraggi, By the Grace of God (2009), è stato presentato per la prima volta a Cannes. La sua sceneggiatura Godless è stata selezionata al FrameWork 2013 del TorinoFilmLab, al CineLink 2015 del Sarajevo Film Festival e al Women in Film Finishing Fund a Los Angeles.

2009 By the Grace of God
2008 Above Us Only Sky
2007 Rotten Apple

Godless Bulgaria, Danimarca, Francia · 2016 · DCP · Colore · 99' · v.o. bulgaro

In una cittadina bulgara sperduta, Gana si occupa di anziani affetti da demenza senile e allo stesso tempo gestisce un traffico di carte d'identità. Sua madre, con la quale parla a malapena, è disoccupata e anche il rapporto con il fidanzato è in crisi: l'attrazione sessuale ormai spenta, la loro intimità si è ridotta alla condivisione della dipendenza dalla morfina. Per Gana nulla sembra avere conseguenze, nemmeno l'uccisione accidentale di un paziente che minacciava di smascherare i suoi piccoli traffici. Le cose cominciano a cambiare quando sente il canto di Yoan, un nuovo paziente. La crescente empatia nei suoi confronti sembra risvegliare la sua coscienza, ma quando lui viene arrestato per frode la ragazza capisce che «fare la cosa giusta» ha un prezzo.
Il film contiene delle scene che possono urtare la sensibilità di alcuni spettatori.

Regista: Ralitza Petrova
Interpreti: Irena Ivanova , Ivan Nalbantov , Ventzislav Konstantinov , Alexandr Triffonov , Dimitar Petkov
Produttore: Rossitsa Valkanova
Immagini: Krum Rodriguez, Chayse Irvin
Costumi: Vanina Geleva
Decorazioni: Vanina Geleva
Scenario: Ralitza Petrova
Suono: Momchil Bozhkov, Peter Albrechtsen
Montaggio: Donka Ivanova, Ralitza Petrova
Produzione: KLAS Film, klasfilm@spnet.net
Coproduzione: Snowglobe, info@snowglobefilm.com, Alcatraz Films, info@alcatrazfilms.eu, Film Factory: contact@filmfactory.fr
Diritti mondiali: Heretic Outreach, ioanna@heretic.gr

Su materiali del Festival del film di Locarno e della stampa italiana. Aggiornato il 17.08.2016.


Autore: red.




Commenta questa notizia



Notizie

23.08.2016Fondi Ue per la realizzazione di impianti di compostaggio in Bulgaria
17.08.2016Eventi in memoria di Nicola Ghiuselev, nell'80-esimo della nascita e i 50 anni di carriera
17.08.2016Dati sul parco autoveicoli in Bulgaria
15.08.2016Locarno 2016: Pardo d'Oro a Godless della regista bulgara Ralitsa Petrova. Irena Ivanova migliore attrice
14.08.2016Armi: Balcani, canale da 1.2 miliardi di euro verso il Medio Oriente
13.08.2016Scambio culturale in Bulgaria sullo stile di vita sano e sostenibile dal 1 al 9 Settembre 2016
12.08.2016Stanziamenti europei per la costruzione di elettrodotto in Bulgaria


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
Ultime Notizie
 
Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo
Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)