Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


La Bulgaria introdurrà una “tassa sul cibo spazzatura”, mira a 150 milioni di leva di entrate nel 2016

23.10.2015

I consumatori bulgari potrebbero pagare delle tasse indirette sugli alimenti ad alto contenuto di zuccheri aggiunti, sale, caffeina ed oli idrogenati a partire dall'anno prossimo secondo una "tassa sul cibo spazzatura" che è stata proposta, i cui dettagli sono stati presentati dal Ministro della Salute Petar Moskov il 20 ottobre.

I cibi contenenti elevate quantità dei quattro gruppi di sostanze saranno soggetti a diverse aliquote, variando dal 3 al 78 per cento, poiché la Bulgaria ha intenzione di imitare il modello attualmente in vigore in Ungheria, sebbene con aliquote di tassazione leggermente diverse.

"La tassa per la salute pubblica non includerà alcun alimento base, come pane, latticini, frutta, verdura e molti altri prodotti. Al contrario, l'obiettivo è quello di aumentare il consumo di tali alimenti. Tasseremo solo i prodotti che hanno una variante più salutare," ha dichiarato Moskov ai giornalisti.

Si prevede che questa misura porti ulteriori 150 milioni di leva (circa 76.7 milioni di euro) di entrate nel prossimo anno, ma Moskov ha affermato che sarebbe felice di vedere entrate inferiori alle stime dato che significherebbe il passaggio dell'industria alimentare a prodotti più sani.

I soldi saranno investiti nella ristrutturazione delle palestre e in pranzi più salutari nelle scuole bulgare, ognuno di questi obiettivi riceverà il 20 per cento delle entrate percepite grazie alla nuova tassa, mentre il restante 60 per cento sarà utilizzato per la prevenzione di malattie croniche. L'imposta sarà pagata dai produttori bulgari e, in caso di beni importati, dalle imprese di distribuzione.

Tra gli alimenti colpiti dalla nuova tassa ci saranno dolciumi, bevande gassate ed energetiche, cioccolato, gelato, patatine, maionese, margarina e prodotti di imitazione del latte. Le aliquote di tassazione più alte colpiranno prodotti contenenti oli idrogenati, inclusi quelli venduti nei ristoranti, quindi il prezzo di una porzione di patatine fritte potrebbe aumentare di più di un lev, come spiegato in uno degli esempi di Moskov, ma patatine fritte in oli non idrogenati non ne saranno colpite.

Per quanto riguarda la tempistica per l'introduzione della nuova tassa, Moskov ha dichiarato di aver discusso la questione con il Ministero delle Finanze, il quale sta finalizzando il progetto di bilancio per il prossimo anno. Ha affermato di volere la tassa in vigore nel 2016, ma ha aggiunto che ai produttori sarà concesso un periodo di transizione durante il quale avranno il tempo necessario per modificare l'etichettatura dei loro prodotti o per diminuire la quantità di tali sostanze nei loro alimenti.

(Cioccolato e biscotti saranno entrambi soggetti alla nuova "tassa sul cibo spazzatura" se contengono elevate quantità di sale, zuccheri aggiunti o oli idrogenati.)

Aggiornamento: scettico il ministro delle Finanze sui benefici fiscali

Giovedì 20, come riferisce Novinite, il ministro delle Finanze Vladislav Goranov ha dichiarato che i politici devono essere cauti nel mettere in atto azioni che possono manipolare il mercato o i comportamenti dei consumatori. Ai giornalisti ha detto che, sebbene non conosca in dettaglio il contenuto della proposta, non crede che legge sarà in grado di incrementare le entrate dello Stato, aggiungendo che il mancato introito sarà comunque una buona cosa, nel senso che in tal caso, la legge avrà raggiunto il suo scopo, avendo eliminato dal mercato prodotti che sono considerati dannosi secondo gli standard medici.


Fonte: The Sofia Globe
Traduzione: Susanna Modesti


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

26.10.2015ONG bulgare unite per migliorare l'assistenza alla maternità
25.10.2015Collaborazione italo-bulgara all’Opera di Stara Zagora
24.10.2015Referendum sul voto elettronico in Bulgaria
23.10.2015La Bulgaria introdurrà una “tassa sul cibo spazzatura”, mira a 150 milioni di leva di entrate nel 2016
23.10.2015Giovani nel sud-est Europa: persi nella transizione
22.10.2015Ciro Carbone presenta la canzone italiana a Sofia
22.10.2015Forum economico e missione imprenditoriale, Sofia, 2 novembre 2015



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)