Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Roma: FIBER ART, moda e sentimento dell’abitare con le sorelle bulgare Kalimerovi

08.11.2014

Si inaugura oggi alle ore 18.00 la mostra FIBER ART, moda e sentimento dell'abitare un progetto di Raffaella Lupi legato all'arte tessile con la partecipazione delle sorelle bulgare Tania e Marussia Kalimerovi.

8 novembre - 21 dicembre 2014
Galleria Sinopia, via dei Banchi nuovi, 21 b - Roma

Ecco come le sorelle Kalimerovi presentano la mostra:

"Già il titolo, scelto da Raffaella, ci introduce verso la consapevolezza delle nostre scelte fatte sia nel nostro modo di vestire che abitare e cioè vivere. Attraverso il sentimento raggiungiamo il nostro equilibrio e armonia.

Siamo state invitate dalla proprietaria della splendida Galleria Sinopia in Via dei Banchi Nuovi, 21 Raffaella Lupi che abbiamo conosciuto attraverso un nostro collega pittore Davide Cecilia. La stima è stata subito reciproca e da li è nata l'idea di dedicare una mostra alla splendida e affascinante arte del tessile.

Esponiamo alcune sculture tessili di piccolo e grande formato, splendidi arazzi di grandi dimensioni e 2 installazioni che in alcuni sedi sono stati illuminati in modo spettacolare come nella sede del Complesso Monumentale di San Michele a Ripa nel 2005 e successivamente nella Basilica di San Clemente a Roma nel 2012. Tutte le opere sono state scelte da Raffaella Lupi, sono state esposte e hanno rappresentato la Bulgaria e l'Italia in vari competizioni nazionali ed internazionali.

Tra i rappresentanti dell'arte tessile rincontreremo l'artista italiana Lydia Predominato che da anni si dedica all'arte tessile con passione organizzando anche lei stessa molte esposizioni nazionali ed internazionali. Conosceremo Claudio Varone con Anneke Copier, i fotografi Renato Cerisola e Frédéric Gédovius, le fragranze della profumeria artistica Cherry e le opere sartoriali creative di Vally Valli.

La Fiber art è una corrente dell'arte contemporanea che in Italia ha avuto l' inizio con le avanguardie futuriste. In questa arte l'ideatore diventa anche l'esecutore e deve possedere una competenza tecnica. La Fiber Art usa fibre naturali (filati, corde, carte, tessuti, feltro) o fili di metallo, plastiche, reti di plastica, erba ecc.


Ritme en bleu - 1992 - Marussia Kalimerova


Per capire meglio la Fiber art bisogna proseguire la ricerca partendo dall'opera di Jean Lurcat risalendo al 1937 e il suo contatto creativo con Gobelins di Parigi per proseguire gli anni '50 con la Triennale di Milano (1957), anni '60 e la Biennale di Losanna, gli anni '70 con le superfici gigantesche e l'affermazione tridimensionale. In quei anni il pubblico è più pronto di assimilare, analizzare e accettare le più disparate materiali e tecniche.

Gli anni '80 si caratterizzano con una certa stasi dopo l'esplosione degli anni 70. Unico dato positivo è che si multiplicano le mostre e gli spazi dedicate alla Fiber art. Sulle scene internazionali si affaccia "miniartexture" con il merito di essere facilmente trasportabile. Con l'arrivo degli anni '90 si chiude la Biennale di Losanna ma si aprono le nuove frontiere della fiber art (fabric art o nouvelle tapisserie o moderne tapisserie). Proseguono l'attività della Triennale di Lodz in Polonia, la Triennale di Kyoto in Giappone, la Biennale di Minitextures di Szombathely in Ungheria, la Biennale di Beauvais in Francia e la Triennali di Tournai in Belgio. In Giappone e gli Stati Uniti si organizzano manifestazioni di alto livello ospitati nei più grandi Musei e Gallerie.


Bicyclette - 1997 - Tania Kalimerova

Textile Sculpture o Soft sculpture è un espressione dell'arte tessile. Le opere sono eseguite con fibre naturali, industriali, sintetiche o di recupero in combinazione con altri materiali (pietra, marmo, pelle, metallo ecc..). La loro collocazione è nello spazio. La dimensione delle opere rappresenta una scelta dell'artista in funzione anche dell'idea. Esistono Festival, Biennali e Triennali dedicati a questa espressione d'arte. Citiamo quello di Chieri (Torino) che ha una collezione in permanenza. La più famosa mostra annuale in Italia che rappresenta un polo di attrazione in campo internazionale del piccolo formato (minitessili) è quello di Como dove ho partecipato nelle varie edizioni. Inoltre ho partecipato in Ungheria, Bulgaria, Germania e Spagna. In America a Miami in Florida io e mia sorella siamo membri d'onore e rappresentiamo l'Italia e la Bulgaria. La mia preferenza è proprio nelle piccole dimensioni dove regna la sfida tra il mezzo espressivo, il materiale e la capacità di sintetizzare e portare fino in fondo l'idea. L'effetto è sorprendentemente affascinante ed' elegante.

Arte o artigianato, questa domanda suscita sempre interrogativi sia da parte del pubblico che dei specialisti. In alcuni casi anche da parte degli architetti che confondono e considerano artigianato le opere d'arte solamente perché eseguite con la fibra naturale o sintetica. La domanda più ricorrente da parte loro è sulla polvere e la conservazione. Basta guardare gli arazzi dalle antiche arazzerie Italiane, Francesi, Tedeschi o dalle Fiandre per capire che attraversano i secoli naturalmente in stato diverso secondo la cultura e cura nella conservazione.

L'artigianato finisce la dove l'artista esprime un concetto attraverso un opera (originale) dando la priorità all'idea e al valore estetico trascurando la parte dell'utilità. In questo modo l'arte si disgiunge dalla tessitura di produzione e dal concetto di arte applicata considerata arte minore. Il passaggio non è stato facile, ma ha attraversato un evoluzione significativa inserendosi nell'ambito delle arti con tutto il diritto.

Tania Kalimerova - Insieme alla mia professione di cantante lirica, come tradizione famigliare (quinta generazione che si occupa di tessile), dal 1996 svolgo attività espositiva in tutto il mondo. Organizzavo e curavo anche le mostre personali di mia sorella che in quel periodo viveva tra la Bulgaria, Italia e Francia.

Dal 2005 abbiamo cominciato ad esporre insieme in doppia personale riscuotendo grande successo di pubblico e critica perché ognuna di noi si è specializzata in diverse espressioni dell'arte tessile comprendendo anche gioiello tessile d'autore. Io preferisco di lavorare nel piccolo formato e il mio stile e quello dell'essenzialità e design - bozzetti e modellini, tratti d'autore, opere materiche, scultura tessile, arazzo, Installazione e performance con altre espressioni artistiche.

Mia sorella Marussia, essendo laureata all'Accademia delle Belle arti di Sofia nella classe del grande artista internazionale Marin Varbanov di origine bulgara, si è specializzata in disegno, arazzo, scultura, installazione, opere materiche e moda. Nonostante la nostra vicinanza abitativa e lavorativa nello studio nel quartiere di Monteverde, le nostre scelte e stili sono completamente diverse sia come misure che come complessità della composizione delle opere. Visionando le nostre opere questo si percepisce subito e forse questo è la nostra forza."


Fonte: Comunicato stampa




Commenta questa notizia



Notizie

10.11.2014Forlì: la letteratura bulgara in Italia presentata dal Prof. Giuseppe Dell'Agata
10.11.2014Il 10 novembre 1989 cominciò un periodo di profondi cambiamenti in Bulgaria
09.11.2014Berlino, 25 anni fa la caduta del Muro
08.11.2014Roma: FIBER ART, moda e sentimento dell’abitare con le sorelle bulgare Kalimerovi
08.11.2014Macbeth di Giuseppe Verdi la prima volta in assoluto nella città di Plovdiv
07.11.2014Voto di fiducia al nuovo governo bulgaro
07.11.2014Lorenzo Sportiello (Index Zero): in Bulgaria ho trovato delle location straordinarie



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)