Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Spese militari: sindrome Tafazzi anche in Bulgaria?

08.10.2014

Entro sei mesi l'esercito bulgaro deve scegliere quali caccia desidera utilizzare, ed il governo dovrà portare il provvedimento in Parlamento per l'approvazione. Secondo quanto riporta il quotidiano "Trud", il progetto rientra nella strategia elaborata dal governo "Bliznashki" "Bulgaria nella NATO - 2020" che prevede che, entro il 2020, tutti i caccia e gli elicotteri di fabbricazione russa siano dismessi per essere sostituiti da velivoli occidentali.

Tuttavia tale decisione starebbe causando maretta nell'aviazione bulgara in quanto più di 300 piloti e tecnici di manutenzione perderebbero il lavoro. A terra rimarrebbero 15 MiG-29, 6 MiG-21e 14 bombardieri SU-25. Il ministro della Difesa Velizar Shalamanov ha motivato la decisione del governo come un passo per rendere indipendente il paese dalla Russia.

Per sostituire i mezzi russi, la Bulgaria ha bisogno di acquistare urgentemente 8 nuovi caccia. Secondo Shalamanov questo richiederà una spesa di 300 milioni di euro circa, ma per gli esperti interpellati da "Trud" tale somma è sufficiente solo all'acquisto di 3 nuovi "Eurofighter Typhoon". L'opzione di acquisto di vecchi velivoli americani, come ad esempio gli F-16, appare la più probabile. Tra i possibili fornitori, il giornale cita la Grecia e il Portogallo, ma i mezzi potrebbero anche arrivare direttamente dagli Stati Uniti. L'agenzia novinite.com cita invece anche l'Italia.

Sorge spontanea la domanda se siamo di fronte ad un nuovo caso F-35. Chiaramente in scala ridotta, considerati i limitati mezzi di un paese povero e piccolo come la Bulgaria. E nonostante chi debba prendere le decisioni si ostini, sia in Italia che in Bulgaria, a non ascoltare l'opinione dei cittadini che ritengono queste spese uno spreco intollerabile, relegando i rispettivi paesi al ruolo di Tafazzi, non possiamo non chiederci ancora una volta: ma in Bulgaria, con 300 milioni di euro, quante scuole ed ospedali si possono costruire o manutenere?


Autore: P.M.

Licenza Creative Commons  Il testo di questo articolo è pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0; in caso di ripubblicazione è richiesto un link attivo verso questa pagina, citando come fonte "Bulgaria-Italia".


Per approfondire: La Bulgaria e la NATO | Le basi militari USA in Bulgaria



Commenta questa notizia



Notizie

09.10.2014Sofia: la fiera “Giornate degli studi in Italia” inaugura la XIV Settimana della lingua italiana nel mondo
09.10.201440 anni dalla fondazione dell’Unione dei traduttori bulgari
08.10.2014Bulgaria tra Mosca e Bruxelles
08.10.2014Spese militari: sindrome Tafazzi anche in Bulgaria?
07.10.2014Stallo in Bulgaria, otto partiti entrano nell’Assemblea nazionale
07.10.2014“L'artigiano del sogno” mostra personale di Paolo Laconi a Sofia
05.10.2014Elezioni in Bulgaria: GERB in vantaggio secondo le proiezioni



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)