Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Folta presenza italiana al 12° Congresso mondiale di semiotica a Sofia

13.09.2014

Il più importante evento mondiale nel campo della semiotica quest'anno si svolgerà in Bulgaria presso la Nuova Università Bulgara (NBU) di Sofia che ospiterà il 12° Congresso mondiale dell'Associazione Internazionale di Studi Semiotici (IASS/AIS) sul tema "La Nuova Semiotica: tra tradizione e innovazione", dal 16 al 20 settembre 2014. Per il prestigioso foro sono attesi più di 500 scienziati da almeno 50 paesi. L'inaugurazione del Congresso e alcuni degli eventi più importanti si terranno presso la sala "Bulgaria", mentre la maggior parte degli incontri avranno luogo alla NBU.

L'obiettivo strategico di questo Congresso organizzato dal Centro Sudeuropeo di ricerche semiotiche - NBU, è l'espansione e il rafforzamento della rete semiotica e a tale scopo sono stati attirati i nomi più grandi della semiotica contemporanea. L'intento degli organizzatori è quello di fare un evento scientifico significativo, con una grande tradizione alle spalle, in un foro scientifico moderno, che usufruisce delle possibilità tecnologiche del 21° secolo. Saranno aperte molte discussioni su diversi temi riguardanti i social-media per raccogliere dati sulle tendenze nascenti nella semiotica mondiale.

Il Congresso è un evento di grande rilevanza per la cultura ed in particolare per la grande tradizione accademica Italiana e pertanto gode del patrocinio dell'Ambasciata d'Italia. L'Istituto Italiano di Cultura di Sofia contribuisce al Congresso assicurando la presenza di sette studiosi italiani di fama internazionale: Paolo Fabbri, Ugo Volli, Ganfranco Marrone, Patrizia Violi, Augusto Ponzio, Susan Petrilli e Isabella Pezzini. E' stato invitato anche il Prof. Umberto Eco naturalmente che però per motivi di età non se la sente di venire ma all'apertura sarà trasmessa un' intervista esclusiva con lui, rilasciata apposta per il congresso.

L' Italia è il paese che ha introdotto per primo una cattedra di semiotica all'università e agli inizi degli anni settanta del secolo scorso sono apparse almeno una quindicina di tali cattedre in tutte le università principali, corsi di studio come i DAMS e Scienze della comunicazione sono dominati da studi semiotici. L'ampia presenza della disciplina ha dato anche risultati di qualità e oggi come oggi l'Italia è il paese con il maggior numero di semiotici d'importanza internazionale. Il congresso mondiale è quindi l'occasione giusta in cui i meriti dell'Accademia italiana vanno dimostrati e riconfermati, oltre ad essere il luogo dove, essendo la semiotica la teoria della cultura, si danno importanti contributi in materia culturale.


Fonte: Istituto Italiano di Cultura di Sofia




Commenta questa notizia



Notizie

15.09.2014In calo trasporto ferroviario passeggeri Balcani
15.09.2014The Green State Laboratory di Kiril Maritchkov ora anche in ebook
14.09.2014Commercio estero bulgaro nei primi mesi del 2014
13.09.2014Folta presenza italiana al 12° Congresso mondiale di semiotica a Sofia
12.09.2014VII Festival internazionale delle arti “Orfeo in Italia”
12.09.2014Investimenti diretti esteri in Bulgaria per il primo semestre del 2014
11.09.2014La Commissione Juncker e il sud-est Europa



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)