Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro

Subscribe
Share/Save/Bookmark
     




           Utente: non registrato, entra

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on Google+   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Notizie


 
Bulgaria: l'agricoltura biologica in rapida crescita
Bulgaria, libertà di stampa e corruzione
Varna: InnoWave Summit 2018
Il Jazz di Lello Petrarca per la prima volta in Bulgaria
Bulgaria: Il gasdotto che riavvicina Mosca e Sofia
   
Tutte le notizie

    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
Arte in Bulgaria
Biblioteca
Cinema bulgaro
Lingua e cultura italiana
Storia della Bulgaria
Letteratura
Lingua Bulgara
Monasteri
Musica
Poesia
Teatro
Traci

Città e Località
Sofia
Plovdiv
Varna
Burgas
Koprivshtitza
Bansko
Borovets
Pamporovo

Economia
Agricoltura
Banche e Finanza
Energia
Fiere
Infrastrutture
Investimenti
Telecomunicazioni

Folklore
Cucina bulgara
Fiabe
Nestinari
PopFolk e Chalga
Valle delle Rose
Vampiri

Informazioni
Mappa
Inno Nazionale
Scheda Paese
Dizionario IT-BG

Notizie

Ambiente
Cultura
Cronaca
Economia
Esteri
Lavoro
Immigrazione
Politica
Sport

Bulgaria e ...
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Monografie

Politica e Governo
Ambasciate
Ambasciata di Bulgaria
Ambasciata d'Italia
Istituzioni
Politica ed Elezioni
Legislazione italiana

Società
Bulgari in Italia
Diritti umani
Informazione
Radio Bulgaria
Sindacati
Sport
TV Bulgaria

Turismo
Alberghi
Appunti di Viaggio
Fai da te
Informazioni Valutarie
Montagna
Viaggio in Aereo
Viaggio in Auto
Viaggio in Bici
Viaggio in Camper

  


Progetto Comenius, Gragnano incontra Vratsa: viaggiare, conoscere, scoprire

12.06.2014 - Gragnano (NA)

Una lunga preparazione ha dato vita a relazioni accademiche e umane fra i docenti e gli studenti coinvolti.

Nei mesi di gennaio e febbraio presso l'istituto statale "Don Lorenzo Milani" di Gragnano (Napoli) è stata offerta ad alcuni studenti la possibilità di frequentare un corso di lingua bulgara, nell'ambito del programma di scambio "Comenius" in collaborazione con la Joan Ekzarh Language School di Vratsa (Bulgaria). Il progetto ha previsto un corso propedeutico delle lingue, rispettivamente bulgaro e italiano, per consentire agli allievi di entrambi i paesi coinvolti di entrare più facilmente in contatto con la cultura del posto. Al termine del corso tenutosi a Gragnano, studenti e docenti sono stati ospitati a Vratsa per incontrare i loro partner. L'incontro, che ha avuto luogo nelle prime settimane di aprile, ha sancito il termine di un progetto cominciato nel 2013.

Un ruolo fondamentale per la nascita e l'attuazione dell'iniziativa è stato ricoperto dalla professoressa Antonietta Calò, docente di lingua inglese presso l'istituto Don Lorenzo Milani.

Com'è nato questo progetto bilaterale e come mai avete scelto la Bulgaria come partner?

Grazie alla piattaforma eTwinning, la comunità di pratica per i docenti europei, sono stata contattata dalla collega bulgara Bogdana Hristova, che mi ha inviato a progettare con lei un Comenius incentrato sulla metodologia CLIL. Dalla nostra collaborazione progettuale è nato il Comenius Bilaterale "English and Science conquer the new Spaces".
Il progetto si è sviluppato nell'arco di due anni: grazie ai fondi europei, durante il primo anno abbiamo ospitato un gruppo di 20 alunni e 6 docenti, abbiamo potuto finanziare un corso di formazione sulla metodologia CLIL rivolto ai docenti del distretto e un corso preparatorio di Bulgaro per il gruppo di 20 studenti e 4 docenti coinvolti nella mobilità in Bulgaria.

Una lingua come il bulgaro potrebbe portare dei vantaggi per gli studenti del domani?

Nell'Europa della globalizzazione è una necessità per gli studenti essere duttili verso l'apprendimento delle lingue straniere. Dando ormai per scontato la capacità di esprimersi nella lingua madre e in una lingua veicolare maggiore - inglese, spagnolo, francese o tedesco - penso che l'apprendimento di una lingua, appartenente ad un ceppo linguistico diverso dalle lingue romanze, dia un valore aggiunto ai nostri studenti che hanno avuto la possibilità di partecipare a questo progetto. Non è di secondaria importanza, inoltre, considerare la forte presenza di persone provenienti dalla Bulgaria che lavorano nella nostra zona, né le possibilità che i mercati bulgari possono offrire. Ritengo che conoscere la lingua del tuo vicino è il primo passo verso la realizzazione consapevole della cittadinanza europea.

Potrebbe continuare in futuro la collaborazione tra il don Milani e l'istituto JELS di Vratsa?

Gli studenti coinvolti nel progetto hanno ospitato per 11 giorni i compagni bulgari nell'Aprile 2013 e sono stati ospitati, a loro volta, per 10 giorni nell'Aprile 2014. Nell'intervallo intercorso tra i due incontri, gli studenti si sono mantenuti in contato attraverso i social media, ma soprattutto hanno lavorato e progettato insieme sul portale eTwinning, come si può vedere nel BLOG di progetto.
Si sono strette amicizie e consolidati rapporti tra studenti e docenti, che sono una notevole risorsa umana oltre che culturale, per cui certamente ci saranno future collaborazioni e scambi di visite, sfruttando anche le numerose occasioni che il nuovo programma Erasmus+ offre alle scuole europee.

Il corso di lingua bulgara è stato tenuto dal docente-esperto dott. Rosario Napolitano, laureatosi presso l'Università degli Studi di Napoli "l'Orientale" in bulgaro, russo, polacco e francese, attualmente dottorando in Studi internazionali presso la suddetta università.

Dott. Napolitano, ci parli della sua esperienza da docente.

Innanzitutto sento di dover ringraziare la mia professoressa di lingua bulgara, la prof.ssa Tatiana Lekova, docente di lingua e letteratura bulgara presso l'Università degli Studi di Napoli "l'Orientale" per avermi suggerito all'istituto "Don Lorenzo Milani" e avermi quindi dato questa grande occasione.
Mi sono trovato in perfetta sintonia con l'ambiente scolastico, poiché ho avuto la fortuna di trovare docenti e ragazzi molto motivati. Non è mai facile affrontare una nuova lingua, soprattutto quando ci si trova davanti ad un alfabeto completamente diverso dal nostro. Per questo motivo ho fatto esercitare gli studenti sin da subito e gli esiti sono stati molto soddisfacenti.

Quali argomenti sono stati toccati durante il corso?

Ho deciso di spaziare molto nella scelta dei temi, per preparare al meglio i ragazzi, siamo partiti dal lessico basilare riguardante la famiglia, i colori e gli animali, per poi arrivare a trattare costrutti più ostici come i numeri e l'orario. Inoltre abbiamo dedicato molto spazio alla tematica inerente al cibo.

Per motivare ancora di più gli studenti, al termine delle ore a mia disposizione ho creato una pagina facebook, sulla quale sono state inserite schede riassuntive degli argomenti di grammatica, per facilitarne l'apprendimento, e notizie relative alla Bulgaria, per agevolare i ragazzi nella conoscenza più concreta della cultura e dell'attualità bulgara. L' iniziativa è stata accolta molto positivamente dalla docente-tutor, la Prof.ssa Antonietta Calò, e dagli allievi, che hanno partecipato attivamente anche alla realizzazione e al mantenimento della pagina stessa.

Infine ecco alcune impressioni e testimonianze dei partecipanti al corso:

Daniele: L'approccio con un lingua completamente nuova si è rivelato molto interessante, soprattutto lo studio della sua origine, dell'alfabeto, la corretta pronuncia dei fonemi ecc.. […] In poco tempo siamo riusciti ad imparare espressioni che si sono rivelate utili durante l'esperienza in Bulgaria.

Francesca Chiara: Penso sia stata soprattutto un'occasione per metterci alla prova! Il primo approccio con la lingua bulgara ci ha davvero agevolato durante la nostra permanenza lì, oltretutto siamo riusciti a imparare tanto divertendoci!

Francesca: Penso sia stato davvero un corso molto interessante, istruttivo e divertente. Nonostante i pochi incontri, siamo riusciti ad apprendere le nozioni base di una lingua che inizialmente poteva sembrare molto distante dalla nostra lingua madre, ma che alla fine si è rilevata capace di catturare l'attenzione e curiosità di tutti noi. È un'esperienza da ripetere assolutamente e sono sicura che abbia lasciato qualcosa dentro ognuno di noi, grazie anche al dott. Napolitano e alla pazienza mostrataci durante tutto il corso.


Autore: Rosa Coppola




Commenta questa notizia



Notizie

16.06.2014La storia di Nikolina, lavorante a domicilio in Bulgaria: “Vorrei poter andare dal dentista”
14.06.2014Chi ha sabotato il gasdotto South Stream
13.06.2014Natalija, operaia tessile in Bulgaria: "E’ una costante lotta per la vita!"
12.06.2014Progetto Comenius, Gragnano incontra Vratsa: viaggiare, conoscere, scoprire
11.06.2014Canti d'incanto, celebri melodie di Sardegna a Sofia
11.06.2014Bulgaria, il declino dei media
10.06.2014"Il monte in fiamme" del poeta austro-bulgaro Gustav Heinse


Ambiente | Cronaca | Cultura | Economia | Esteri | Lavoro | Migrazioni | Politica | Sport
Speciali: Presidenza UE2018 | Iraq | Libia | NATO | Basi USA | Unione Europea | Due operaie morte | 1989-2009
News Feeds: Italiano | Inglese | Bulgaro
Tutte le Notizie | Новини на Български | Parole Famose | RSS
    Notizie
  Temi
Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Esteri
Lavoro
Migrazioni
Politica
Sport

Speciali
Presidenza UE2018
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Due operaie morte
1989-2009
Parole Famose

News Feeds
(rss)
Italiano
Inglese
Bulgaro

Media bulgari
(english)
BTA
Sofia News Agency
Sofia Globe

Новини на Български
 
Tutte le Notizie | RSS

Home | Notizie | Forum | Club | Associazione | Annunci | Directory | Biblioteca | Meteo | Foto del giorno | Immagini | Parole famose | Cerca
Turismo | Hotel | Shop | Traduzioni | Appunti di Viaggio | Bulgari in Italia | Cartoline | Sondaggi | Dicono di noi | SocNet  Български English Русский Français Български (Автоматичен превод)
Contattaci Bulgaria-Italia