Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Sofia: rassegna cinematografica dedicata al ‘Neorealismo italiano’

25.03.2014

Come continuazione ideale del 18° Festival Internazionale del cinema di Sofia, l'Istituto Italiano di Cultura presenta una rassegna di cinema classico dedicata al 'Neorealismo italiano'. Questo periodo artistico italiano che ha lasciato un segno indelebile nella cinematografia mondiale, cambiando per sempre questa arte, è durato solo una decina di anni, eppure chi vuol comprendere il cinema contemporaneo deve partire comunque da qui.

La rassegna, è stata realizzata in collaborazione con il MAE, Istituto Luce-Cinecitta, Dear Film, Intramovies e lo stesso Festival. Si compone di 9 capolavori indiscussi del Neorealismo e un documentario in tre parti che saranno proiettati con scadenza settimanale dal 27 marzo al 26 giugno 2014 presso la Casa del Cinema di Sofia secondo il seguente calendario:

27:03, ore 18:00: Roma città aperta, di Roberto Rossellini, 1945
03.04, ore 18:30: Paisà, di Roberto Rossellini, 1946
10.04, ore 18:30: Germania anno zero, di Roberto Rossellini, 1948
17.04, ore 18:30: Stromboli, terra di Dio, di Roberto Rossellini, 1950
24.04, ore 18:30: Umberto D, di Vittorio De Sica, 1952
08.05, ore 18:30: I vitelloni, di Federico Fellini, 1953
15.05, ore 18:30: Pane, amore e fantasia, di Luigi Comencini,1953
22.05, ore 18:30: Viaggio in Italia, di Roberto Rossellini, 1954
29.05, ore 18:30: Banditi a Orgosolo, Vittorio De Seta 1961
05.06, ore 18:30: Neorealismo 1943-1954: (1° parte fino al 1945)
19.06, ore 18:30: Neorealismo 1943-1954: (2° parte fino al 1950)
26.06, ore 18:30: Neorealismo 1943-1954: (3° parte fino al 1954)

Neorealismo 1943-1954 è un documentario in 3 parti del 1961 a cura di Carlo Lizzani, regia di Pietro Tartagni, una produzione Istituto Luce. E' racconto e memoria dei dieci anni di Neorealismo, cominciati con il film Ossessione di Luchino Visconti (1943), e vissuti in prima persona dal regista romano di Achtung! Banditi! (1951) Carlo Lizzani, l'ultimo regista di quel periodo, scomparso in un modo tragico il 5 ottobre 2013 a 91 anni. Il documentario spiega le origini di questa corrente ma soprattutto la nuova visione del mondo attraverso la macchina da presa, e che ridisegna anche il rapporto tra l'opera stessa e chi la guarda.

Segnaliamo che nella versione bulgara dell'articolo, abbiamo allegato un interessante testo di Valeri Petrov sul Neorealismo. L'autore ha vissuto a Roma dal 1947 al 1950 [Bulgaria-Italia]


Fonte: Istituto Italiano di Cultura di Sofia




Commenta questa notizia



Notizie

30.03.2014South Stream: la Commissione Europea domanda chiarimenti a Sofia
28.03.2014Europee 2014: un vademecum
26.03.2014Alla ricerca dei paesaggi di Piero della Francesca e Leonardo da Vinci
25.03.2014Sofia: rassegna cinematografica dedicata al ‘Neorealismo italiano’
24.03.2014Trabadà, la primavera in chiave umbra con musicisti bulgari
22.03.2014Blagoevgrad: convegno scientifico su cultura ed economia
20.03.2014I Balcani in Maremma



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)