Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Alexandra Galkina & David Ter-Oganyan. Four People in Metro, 2010
Alexandra Galkina & David Ter-Oganyan. Four People in Metro, 2010

Il Piedistallo Vuoto - Fantasmi dell'Est Europa in mostra a Bologna

19.01.2014 - Bologna

La mostra Il Piedistallo Vuoto, dedicata agli artisti dell'Est europeo, è il modo con cui Arte Fiera vuole testimoniare concretamente il ruolo essenziale che il collezionismo dei privati ha svolto e svolge nel sistema dell'arte italiano, consentendo con i prestiti la realizzazione di mostre temporanee e la creazione di collezioni permanenti in numerosi musei.

Questa mostra nasce grazie alla partnership che Arte Fiera ha realizzato con alcuni fra i più importanti collezionisti privati italiani, che sentiamo di dover ringraziare per il grande spirito di collaborazione dimostrato, nonché per la lungimiranza delle loro scelte.

Collezioni italiane e artisti internazionali mettono in scena i fantasmi dell'Est Europa e i presagi dalla sua storia recente. A Bologna, dal 24 gennaio al 16 marzo prossimi nei suggestivi spazi del quattrocentesco Museo Civico Archeologico, Arte Fiera presenta Il Piedistallo vuoto. Fantasmi dall'Est Europa, una grande rassegna sulla scena artistica dell'area post-sovietica contemporanea.

"Ma non sarà una mostra sulla nostalgia del passato - sottolinea il curatore Marco Scotini che da anni segue con interesse i rappresentanti di questa congiuntura artistica con esposizioni di ricerca e di successo internazionale - sarà invece una mostra che già dal titolo racconta un mondo ancora vivente, una potenzialità". Allo stesso tempo, spiega il curatore, allude a un momento di attesa e di passaggio, ai fantasmi che lo popolano, a qualcosa che ritorna ma ancora non c'è stato.

Così Il Piedistallo vuoto riunisce una costellazione di più di 40 artisti di 20 Paesi dell'Est Europa e dell'ex URSS, per un totale di 100 opere: a partire dagli anni Settanta e intorno a due importanti assi temporali: il 1989 con la caduta del muro di Berlino e il 1991 quando si dissolsero l'Unione Sovietica e il Patto di Varsavia. A vent'anni anni di distanza, video, performances, installazioni, fotografie, disegni e lavori pittorici di molti degli artisti che non avevano trovato spazio all'interno della cultura socialista come di quelli della giovane generazione che ha riscosso un ampio riconoscimento internazionale saranno al centro di questo grande evento espositivo.

Questi gli artisti: Marina Abramovic, Vyatscheslav Akhunov, Victor Alimpiev, Pawel Althamer, Evgeny Antufiev, Janis Avotins, Said Atabekov, Miroslav Balka, Mircea Cantor, Gintaras Didžiapetris, Thea Djordjadze, Petra Feriancova, Yona Friedman, Dmitry Gutov, Ion Grigorescu, Igor Grubic, Petrit Halilaj, Lukáš Jasanský e Martin Polák, Ilya e Emilia Kabakov, Július Koller, Jiri Kovanda, Elena Kovylina, Robert Kuśmirowski, Armando Lulaj, David Maljkovic, Vlado Martek, Yerbossyn Meldibekov, Ivan Mikhailov, MoAA (Dorothy Miller), Ciprian Muresan, Deimantas Narkevicius, Roman Ondak, Adrian Paci, Tobias Putrih, Anri Sala, Kateřina Šedá, Nedko Solakov, Monika Sosnowska, Tamas St. Auby, Miroslav Tichý, Jaan Toomik, Victor Man, David Ter-Oganian e Alexandra Galkina, Goran Trbuljak, Artur Zmjewski.

In mostra le collezioni più autorevoli, tra cui la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Nicola Trussardi, la Collezione Enea Righi, Collezione La Gaia di Torino, Collezione Maramotti, Collezione Unicredit, Collezione Gemma Testa, Collezione Consolandi, Collezione Agiverona, Fondazione Morra-Greco, Collezione Cotroneo, Collezione Vittorio Gaddi, Fondazione Videoinsight.

A cura di Marco Scotini
24 Gennaio - 16 Marzo 2014
Martedì - Domenica 10.00 - 18.30

Bologna, Museo Civico Archeologico, Via dell'Archiginnasio 2

In occasione di ART CITY Bologna la mostra osserverà i seguenti orari:
venerdì 24 gennaio ore 10.00-20.00
sabato 25 gennaio ore 10.00-24.00
domenica 26 gennaio ore 10.00-20.00

lunedì 27 gennaio apertura straordinaria 10.00 - 18.30

Ingresso intero € 6,00; ridotto € 4,00. Chi acquista il biglietto della mostra avrà diritto al biglietto ridotto a € 3,00 per il Museo Archeologico.

Ingresso gratuito alla Mostra e al Museo Archeologico nei giorni di ART CITY Bologna (24, 25, 26 gennaio) e il 27 gennaio per tutti i possessori di biglietto ARTE FIERA.


Catalogo della Mostra

Il piedistallo vuoto. Fantasmi dall'Europa dell'Est.
Ediz. italiana e inglese
2014, 304 p., ill., rilegato

Prezzo: 22,00 €
Editore Mousse Publishing


Fonte: Arte Fiera

Ordina su IBS | Feltrinelli | Webster



Links


Commenta questa notizia



Notizie

22.01.2014La regione del Grande Mar Nero. Pontos Euxeinos o Kara Deniz: origine e caratteristiche geografiche (2)
21.01.2014“85 super ricchi possiedono quanto la metà più povera della popolazione mondiale”
20.01.2014Mohamed, due volte profugo
19.01.2014Il Piedistallo Vuoto - Fantasmi dell'Est Europa in mostra a Bologna
18.01.2014La posizione bulgara sul gas di scisto è irremovibile
18.01.2014Londra contro romeni e bulgari. Ma Cameron perde consensi
17.01.2014Il ruolo della Bulgaria nella regione del Grande Mar Nero



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)