Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  


Bulgaria: approvato bilancio 2014

11.12.2013

Dopo cinque giorni di discussioni, lunedì 9 dicembre, il parlamento bulgaro ha approvato in seconda lettura il budget dello Stato per il 2014. In relazione alle finalità che si propone - una forte spinta all'economia attraverso azioni mirate in grado di garantire sviluppo, crescita e stabilità fiscale - la legge di bilancio è stata definita dal Ministro delle finanze, Petar Chobanov, ambiziosa, a forte impatto sociale. La finanziaria prevede un incremento del PIL dell'1,8% entro la fine del 2014. Il disavanzo di bilancio è stimato all'1,8 % del PIL (-0,2% rispetto al 2013), in linea con i parametri di Maastricht (rapporto deficit/PIL < 3%), rispecchiando la situazione economica su piano nazionale e globale. Le cifre del budget: entrate di oltre 19 mld BGN (10 mld EUR), spesa corrente di quasi 9,9 mld BGN (circa 5 mld EUR), trasferimenti di 9,8 mld BGN (quasi 5 mld EUR), contributo al bilancio generale dell'UE pari a 904,7 mln BGN (4,6 mln EUR), incremento del 6,5% del co-finanziamento nazionale nel quadro dei fondi strutturali, riserva fiscale di 4,5 mld BGN (2,3 mld EUR) e un nuovo debito pari a 4,4 mld BGN (2,2 mld EUR).

Sul versante sociale: nessuna imposta sui redditi per chi percepisce una retribuzione pari o inferiore al nuovo stipendio minimo, ovvero 340 BGN (+30 BGN), con diritto al rimborso, una tantum, delle tasse versate (10%) per un massimo di dodici mensilità.

Tra le misure spicca l'introduzione della controversa tassa del 20% sugli utili dei produttori di energie rinnovabili (solare e eolica), proposta dai deputati dello schieramento della destra nazionalista Ataka e fonte di polemiche per le conseguenze ipotizzate da parte degli operatori. Secondo le stime della Commissione Statale per la regolamentazione dell'energia e dell'acqua (DKEVR), l'imposta porterà all'erario ulteriori 150 mln BGN (oltre 75 mln EUR) da destinare a investimenti e programmi nel campo dell'energia. Intanto, sull'onda delle proteste dei produttori, unite al parere contrario anche degli investitori stranieri, il Presidente della Repubblica, Rosen Plevneliev, non ha escluso che possa ricorrere al diritto di veto.


Fonte: ICE Sofia


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

17.12.2013Bulgaria: via libera della CE al progetto per lo sviluppo della banda larga
16.12.2013Bulgaria: prima esportazione di autovetture in Italia
15.12.2013Georgi Asparuhov “Gundi”, il miglior giocatore bulgaro della storia
11.12.2013Bulgaria: approvato bilancio 2014
11.12.2013Dacic e Oresharski: rapporti tra Serbia e Bulgaria sono buoni
11.12.2013Deyan Donkov presenta in Bulgaria il libro sardo “Hidalgos”
10.12.2013Il momento della poesia tra Italia e Bulgaria



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)