Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Sofia: Parlamento bulgaro sotto assedio

24.07.2013

Tensione alle stelle nella notte a Sofia. Per il 40-esimo giorno consecutivo migliaia di cittadini hanno manifestando per richiedere le dimissioni del governo diretto da Plamen Oresharski. Nella serata di martedì i dimostranti si sono concentrati attorno al Parlamento in quanto 3 commissioni parlamentari sono rimaste al lavoro fino alle 20 circa per discutere delle modifiche al bilancio statale dell'anno corrente. Per la prima volta da molto tempo anche i deputati del partito GERB hanno partecipato ai lavori, al termine del quale circa un centinaio di persone tra deputati, ministri, rappresentanti delle parti sociali, personale e giornalisti sono rimasti all'interno dell'edificio, impossibilitati ad uscire. Intorno alle 22 polizia ha predisposto un autobus che scortato da alcuni mezzi e da agenti in tenuta antisommossa ha tentato portare un primo gruppo di deputati fuori dall'area.

L'operazione è però fallita in quanto il mezzo con a bordo un primo gruppo di deputati è riuscito ad avanzare lentamente e faticosamente per appena qualche decina di metri, nonostante le forze dell'ordine avessero cercato di fare strada tra i dimostranti. La situazione si è fatta incandescente: mentre una parte dei manifestanti ha cercato di bloccare l'autobus in maniera pacifica facendo resistenza passiva, altri hanno lanciato contro l'automezzo sassi e bottiglie provocando danni all'autobus e forse colpendo anche altri dimostranti. Negli scontri sono rimasti leggermente feriti alcuni cittadini ed almeno un poliziotto.

Dopo parecchie decine di minuti, il mezzo ha fatto marcia indietro, ed i suoi occupanti, comprensibilmente impauriti, ha fatto rientro nella sede del Parlamento. Il deputato del partito socialista Anton Kutev ha mostrato alla TV un grosso sasso che ha rotto il vetro dell'autobus ed lo ha quasi colpito. Secondo il ministro degli Interni Tsvetlin Jovchev il rientro è stato deciso in quanto alcuni manifestanti erano sdraiati davanti al bus e c'era il rischio che qualcuno di essi si facesse male. Il ministro ha anche rivendicato il comportamento corretto delle forze dell'ordine, anche se alcuni manifestanti hanno accusato la polizia di aver agito violentemente.

Il presidente della Bulgaria Rosen Plevneliev ha fatto un pressante invito a mantenere le proteste nell'ambito civile e pacifico affermando di aver visto oggi, per la prima volta, tentativi di provocazione. Plevnevliev ha fatto appello ad astenersi da qualsiasi azione che porti ad una escalation della tensione e che turbi l'ordine pubblico. Il presidente dell'Assemblea Nazionale Mihail Mikov ha dichiarato che finché la situazione non sarà sotto controllo il lavori parlamentari sono sospesi in quanto non è possibile al momento garantire l'incolumità fisica dei deputati.

Gruppi di manifestanti hanno eretto delle barricate per impedire ulteriori tentativi di rompere l'assedio. A questo scopo sono stati sradicati numerosi blocchi di cemento dai marciapiedi delle strade adiacenti. Inoltre sono stati portati cassonetti delle immondizie e altri materiali. I dimostranti hanno dichiarato che l'azione proseguirà ad oltranza finché il governo non darà le dimissioni.

Nel corso della notte, intorno alle 3 ora locale la polizia ha avviato un'operazione finalizzata a creare un corridoio che ha permesso alle persone bloccate di poter lasciare il Parlamento in sicurezza. La tensione è risalita ma l'operazione si è svolta in maniera sostanzialmente pacifica e controllata. Verso le 4.30 le ultimi assediati hanno potuto lasciare la sede dell'Assemblea Nazionale.




Autore: P.M.

Licenza Creative Commons  Il testo di questo articolo è pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0; in caso di ripubblicazione è richiesto un link attivo verso questa pagina, citando come fonte "Bulgaria-Italia".


Per approfondire: Speciale Crisi Politica e Elezioni 2013



Commenta questa notizia



Notizie

25.07.2013Bulgaria, muro contro muro
24.07.2013Il cinema bulgaro torna a Venezia dopo 20 anni con "Alienazione"
24.07.2013La 22-esima edizione della Deaflympic si apre a Sofia il 26 luglio
24.07.2013Sofia: Parlamento bulgaro sotto assedio
23.07.2013Il Sole 24 Ore: "Che scrittore bulgaro!"
23.07.2013La musica come ponte tra centro Europa e Balcani al TriesteLovesJazz
22.07.2013Marin Raykov è il nuovo ambasciatore bulgaro in Italia



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)