Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
FMI e UE: previsioni di crescita economica della Bulgaria

22.05.2013

Il Rapporto del Fondo Monetario Internazionale, pubblicato in aprile, pone in evidenza il trend negativo di crescita delle economie europee, con maggiore impatto sfavorevole per i paesi dell'Europa Centrale e Orientale, da imputare ad un insieme di fattori regionali, quali una fiacca domanda dell'Eurozona, debiti pubblici in crescita e ridotta disponibilità finanziaria delle filiali di alcuni istituti di credito stranieri.

In questo contesto poco ottimistico, anche il PIL della Bulgaria è stato rivisto al ribasso rispetto agli anni precedenti, con una crescita prevista per il 2013 dell'1,2% e del 2,3% per il 2014.

Resta il fatto, tuttavia, che l'andamento del PIL è preceduto dal segno positivo.

Il documento previsionale della Commissione UE sulle economie degli Stati membri, pubblicato il 3 maggio scorso, delinea un quadro complessivamente ridimensionato per la Bulgaria, stando alle tendenze di alcuni aggregati fondamentali. Le previsioni sul PIL sono state riviste al ribasso, dall'1,4% per il 2013 e dal 2% per il 2014, rispettivamente, allo 0,9% e all'1,7%. Rallenta ancora il mercato del lavoro: il tasso di disoccupazione salirà al 12,5%, la più alta percentuale dall'inizio della crisi, per tornare a scendere al 12,4% nel 2014.

Nel primo semestre dell'anno in corso gli investimenti saranno generati prevalentemente dal settore pubblico attraverso la realizzazione di progetti finanziati dai Fondi europei.

Sempre positivo l'andamento delle esportazioni, che mostrano una accentuata vitalità verso i Paesi extra UE (+20% dall'inizio del 2013).

Contrazione dei bad loans

Secondo i dati diffusi dalla Banca Nazionale Bulgara, BNB, a fine marzo, per la prima volta nell'ultimo decennio, i crediti inesigibili hanno registrato, su base annua, una flessione nella misura dell'1,09%, ovvero 9,56 miliardi di lev (circa 4,9 miliardi di euro). L'intero portafoglio creditizio delle banche bulgare e' aumentato del 2,32% su base annua, per un totale di 53,4 miliardi di lev (oltre 27 miliardi di euro). I crediti aziendali hanno segnato una crescita su base sia mensile sia annuale, rispettivamente, dello 0,05% e del 4,34%, per arrivare a 24,9 miliardi di lev (12,7 miliardi di euro).

Segno positivo anche sul fronte dei crediti al consumo, con una flessione dell'insoluto dello 0,22% rispetto a febbraio e dell'1,29% rispetto al 2012.


Fonte: ICE


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

24.05.2013Libri gratis nella metropolitana di Sofia per festeggiare la Giornata dalla Cultura
24.05.2013“Non è il mare il mio nemico” di Liliana Lanzardo
23.05.2013Sofia: Terzo Congresso Internazionale di Bulgaristica (23-26 maggio)
22.05.2013FMI e UE: previsioni di crescita economica della Bulgaria
22.05.2013Eurostat: rapporto Fisco - PIL
20.05.2013Sofia: premiati in Ambasciata i vincitori delle “Olimpiadi della lingua italiana 2013”
19.05.2013Quella Bulgaria così italiana (ma senza Grillo)



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)