Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


La stella gialla della speranza

30.01.2013

Neil Glick, per 12 anni Commissario del Governo del Columbia District negli USA, prima di lasciare il suo incarico ha predisposto la dedica della piazza di Washington antistante l'ambasciata della Bulgaria al Giusto fra le nazioni Dimitar Peshev, che quest'anno onoreremo al Giardino dei Giusti di Milano durante la Giornata europea dei Giusti, il 6 marzo. La piazza americana sarà dedicata ufficialmente a Peshev proprio nel mese di marzo.

"Nel settembre 1994, durante un viaggio, mi fermai due volte a Sofia, in Bulgaria. La capitale bulgara era il mio punto di transito dalla mia casa di allora a Mosca alla Grecia. Sulla via del ritorno avrei celebrato Rosh Hashanah a Sofia, così cercai la comunità ebraica per apprendere quando c'erano le funzioni.

Riuscii a raggiungere la Grande Sinagoga di Sofia, che è un edificio in stile moresco e ha un'incredibile cupola principale attorniata da piccole cupole. L'interno stava subendo intensi lavori di ristrutturazione a quei tempi.



Non c'erano molti turisti americani subito dopo la caduta del comunismo. La mia perfetta conoscenza del russo mi aiutò a farmi strada nella Sinagoga e in generale a Sofia.

Dopo due minuti ebbi un incontro improvviso con il Presidente della Comunità, un gentiluomo anziano affabile e amichevole. Era un uomo sulla settantina e parlammo in russo, che come il bulgaro è una lingua slava. Gli dissi che sarei stato a Sofia per Rosh Hashanah e gli chiesi se potevo partecipare alla funzione. Mi diede un caloroso benvenuto. Dati i lavori in corso, le funzioni si sarebbero svolte in una piccola cappella vicino all'ufficio. "Vieni presto, o sarà tutto pieno!", mi disse.

Dopo il mio viaggio in Grecia arrivai a Sofia la mattina presto. Camminai per il centro di Sofia e mi imbattei in un piccolo negozio di antiquariato.

La mia attenzione cadde presto su una piccola Magen David - stella ebraica - gialla e lucente. Era più larga di una moneta da 25 cent e più piccola di una moneta da mezzo dollaro. Sembrava fatta di bachelite applicata su legno. L'etichetta sull'articolo diceva "Igrushka", che sta per "giocattolo" o "gioco". Sapevo la storia delle stelle gialle e pensavo che potesse essere un segno di riconoscimento posto su un berretto di un membro della polizia del ghetto o dello Judenrat durante la guerra. Chiesi al comesso che cosa fosse e mi disse che proveniva da qualche genere di giocattolo. Costava l'equivalente di 8 dollari. La comprai e la misi in tasca.

Qualche ora più tardi andai in Sinagoga per le funzioni. Il Presidente della Comunità mi vide e ci salutammo. Quindi tirai fuori la stella gialla e chiesi se sapesse che cos'era. Il suo viso gioviale si rabbuiò in un istante. "E' ciò che indossavo durante la guerra, da ragazzo la portavo proprio qui" e indicò il lato destro del suo petto. La stella aveva due piccoli buchi in mezzo per poterla cucire, come un bottone. Rendendomi conto della gravità del suo significato, chiesi: "Che cosa accadde qui durante la guerra?" come un bambino che chiedesse a suo nonno perché avesse dei numeri tatuati sul braccio, e prevedendo una risposta triste. Durante l'adolescenza avevo letto numerose storie sull'Olocausto, ma quella degli ebrei di Bulgaria non la conoscevo. Non ci veniva insegnato molto sulla vita dietro la Cortina di Ferro durante la Guerra Fredda.

Il Presidente mi raccontò la più incredibile storia dell'Olocausto che avessi mai sentito.

Leggi la storia completa nel box. Per ragioni di tempo e spazio non è stata qui riprodotta la bibliografia dell'intervento. Essa è comunque disponibile nei Documenti della versione inglese del sito Gariwo.


Autore: Neil Glick
Fonte: Gariwo




Commenta questa notizia



Notizie

05.02.2013La scomparsa della scrittrice bulgara Leda Mileva
31.01.2013Sofia, colpi al cuore del sistema
31.01.2013Il cirillico conteso
30.01.2013La stella gialla della speranza
30.01.2013Bulgaria, dopo il referendum il nucleare a Belene in sospeso
30.01.2013Storia della Bulgaria contemporanea di Armando Pitassio
29.01.2013I britannici diffondono una cattiva immagine del proprio regno



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)