Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Sofia: fallito attentato al leader dei turchi di Bulgaria Ahmed Dogan

19.01.2013 - Sofia

Momenti di paura oggi a Sofia durante il tentativo di attentato alla vita di Ahmed Dogan. Il fatto si è svolto durante il congresso del Movimento per i Diritti e le Libertà (DPS), partito che raccoglie il consenso principalmente tra i cittadini bulgari di etnia turca.

Mentre il leader, fin dalla sua fondazione (1990), del DPS teneva il suo discorso, un giovane è salito sul palco e gli ha puntato la pistola a pochi centimetri dal viso. L'arma, secondo fonti del Ministero dell'Interno, si è inceppata e questo ha permesso agli addetti alla sicurezza e ad alcuni delegati di bloccare l'attentatore.

Nei concitati momenti che sono seguiti, l'aggressore, identificato come Oktay Enimehmedov, 25-enne di etnia turca originario di Burgas, è stato picchiato violentemente da alcune persone salite sul palco. Gli autori del pestaggio sono descritti delle fonti di informazione locali come delegati al congresso. Il procuratore Nikolay Kokinov ha confermato che l'arrestato è stato picchiato in malo modo.

Lo stesso Enimehmedov, che pare avere precedenti per aggressione e furto, è indicato come un delegato al congresso, e ci sono già polemiche sull'efficienza nei controlli di sicurezza preliminari all'accesso alla sala dove si svolge il congresso, che è stato sospeso per alcune ore.

Alla ripresa Ahmed Dogan si è ripresentato ai congressisti che lo hanno calorosamente salutato. L'eurodeputato Filiz Hyusmenova ha letto il discorso che Dogan aveva dovuto interrompere e, come preannunciato da alcuni media bulgari, Dogan si è dimesso dalla massima carica del partito, lasciando la leadership al suo vice Lyutvi Mestan. Tale decisione non è da mettere in relazione con l'attentato in quanto già presa in precedenza.

Condanna generale dell'attentato è stata espressa da parte dei principali esponenti politici bulgari e degli ospiti stranieri presenti al congresso. Il presidente Plevneliev ha chiamato Dogan per augurargli una pronta ripresa. Il capo dello stato ha definito l'atto inaccettabile ricordando che la società bulgara è tradizionalmente nota la sua tolleranza, e l'accettazione reciproca e il rispetto tra le diverse etnie e religioni.


Autore: P.M.

Licenza Creative Commons  Il testo di questo articolo è pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0; in caso di ripubblicazione è richiesto un link attivo verso questa pagina, citando come fonte "Bulgaria-Italia".




Commenta questa notizia



Notizie

22.01.2013Investimento bulgaro-cinese nella produzione di autobus elettrici per il mercato europeo
21.01.2013I Balcani a 360° gradi - intervista con Ennio Remondino
21.01.2013Bulgaria. Pistole, botte e punti interrogativi
19.01.2013Sofia: fallito attentato al leader dei turchi di Bulgaria Ahmed Dogan
19.01.2013Rai3-Bulgaria: referendum sul nucleare ed antica città di Provadia ad "EstOvest"
17.01.2013Stanishev: “Responsabilizzare le agenzie di rating”
17.01.2013La vita privata degli oggetti sovietici



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)