Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro

Subscribe
Share/Save/Bookmark
     




           Utente: non registrato, entra

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Notizie


 
Partecipazione bulgara alla Biennale d'Arte di Venezia
Presentazione del libro di Terzani "La fine è il mio inizio"
Gli studi Cirillometodiani in Italia e nel mondo ieri, oggi ...e domani?
Bulgaria: Biennale dell'umorismo e della satira
Europee in Bulgaria, sotto il segno della corruzione
   
Tutte le notizie

    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
Arte in Bulgaria
Biblioteca
Cinema bulgaro
Lingua e cultura italiana
Storia della Bulgaria
Letteratura
Lingua Bulgara
Monasteri
Musica
Poesia
Teatro
Traci

Città e Località
Sofia
Plovdiv
Varna
Burgas
Koprivshtitza
Bansko
Borovets
Pamporovo

Economia
Agricoltura
Banche e Finanza
Energia
Fiere
Infrastrutture
Investimenti
Telecomunicazioni

Folklore
Cucina bulgara
Fiabe
Nestinari
PopFolk e Chalga
Valle delle Rose
Vampiri

Informazioni
Mappa
Inno Nazionale
Scheda Paese
Dizionario IT-BG

Notizie

Ambiente
Cultura
Cronaca
Economia
Esteri
Lavoro
Immigrazione
Politica
Sport

Bulgaria e ...
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Monografie

Politica e Governo
Ambasciate
Ambasciata di Bulgaria
Ambasciata d'Italia
Istituzioni
Politica ed Elezioni
Legislazione italiana

Società
Bulgari in Italia
Diritti umani
Informazione
Radio Bulgaria
Sindacati
Sport
TV Bulgaria

Turismo
Alberghi
Appunti di Viaggio
Fai da te
Informazioni Valutarie
Montagna
Viaggio in Aereo
Viaggio in Auto
Viaggio in Bici
Viaggio in Camper

  


Giornata europea delle Lingue, gli idiomi che rischiano l’estinzione digitale

26.09.2012

Islandese, lettone, lituano e maltese i più minacciati. A differenza del mondo 'reale', in cui scompare quando non si parla più, una lingua può finire dimenticata quando è "ignorata" dai software che non le danno il necessario supporto o che ne ostacolano l'uso

Islandese, lettone, lituano e maltese sono le lingue che potrebbero presto sparire dal mondo digitale. A lanciare l'allarme, nella Giornata Europea delle Lingue, è un report del Meta-Net (Multilingual Europe Technology Alliance), network linguistico europeo di eccellenza che riunisce 60 centri di ricerca in 34 paesi (fra i quali, per l'Italia, l'Istituto di Linguistica Computazionale "Antonio Zampolli" del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa). Una lingua si estingue quando non la si parla più. Ma nel mondo digitale può gradualmente scomparire quando è "ignorata" dai software linguistici che non le danno il necessario supporto e che finiscono, addirittura, per ostacolarne l'uso.

"I risultati del nostro studio sono molto allarmanti. La maggior parte delle lingue europee non gode di sufficienti risorse digitali e alcune sono quasi completamente trascurate. In questo senso, molte delle nostre lingue potrebbero non sopravvivere alla prova del tempo e, in futuro, scomparire dal mondo digitale", ha commentato Hans Uszkoreit, coordinatore di Meta-Net. L'Europa possiede un vero tesoro linguistico: si contano infatti 30 lingue ufficiali e oltre 60 comunità autoctone che parlano una lingua regionale o minoritaria, senza dimenticare le lingue parlate dai cittadini originari di altri paesi e continenti. Un patrimonio prezioso che, però, è anche molto fragile, se si pensa al fatto che, secondo il rapporto, 21 delle 30 lingue europee hanno risorse digitali "inesistenti" oppure "deboli", nel migliore dei casi, e sono a rischio di estinzione digitale.

L'islandese, il lettone, il lituano e il maltese sono quelle che rischiano maggiormente di scomparire nel mondo digitale, ma sono in difficoltà anche il bulgaro, il greco, l'ungherese e il polacco. Lo studio, raccolto in 30 volumi della Meta-Net White Paper Series, è stato curato da oltre 200 esperti che hanno valutato il supporto tecnologico a disposizione per ogni lingua secondo quattro aree: traduzione automatica, interazione parlata, analisi dei testi e disponibilità di risorse linguistiche.

Alcune lingue, come le quattro più a rischio già citate, sono apparse particolarmente "maltrattate" da questi strumenti digitali, ricevendo i punteggi peggiori in tutte le aree. Ma non è andata poi tanto meglio alle lingue che hanno ottenuto valutazioni superiori: l'inglese, lingua più valorizzata dalle tecnologie linguistiche fra tutte le lingue europee, è riuscito per esempio a ottenere solo una classificazione di "supporto buono" e non "eccellente". E l'italiano? La lingua di casa nostra è stata valutata a "supporto moderato", alla pari con francese, tedesco e spagnolo. Mentre lingue come il basco, il bulgaro, il catalano, il greco, l'ungherese e il polacco hanno ricevuto un "supporto frammentario", che le fa considerare ad alto rischio estinzione.

Ma quand'è che una lingua si può considerare "trascurata" dalle tecnologie digitali? Quando non sono disponibili, in quel linguaggio, software come quelli usati per elaborare testi oppure comandi vocali, come quelli usati per sillabare o per controllare la grammatica, o quelli usati come personal assistant interattivi (si pensi a Siri sull'iPhone), oppure, ancora, come i sistemi per la traduzione automatica o i motori di ricerca via web.

La scarsa presenza, quando non l'assenza completa, di software di questo genere espone la lingua al rischio estinzione e diminuisce le sue capacità di sopravvivenza nel mondo digitale. Questi sistemi tecnologici, si legge nel report, si basano principalmente su metodi statistici che richiedono una quantità incredibilmente grande di dati scritti o parlati, che sono difficili da acquisire per le lingue che hanno un numero di "parlatori" relativamente basso.

Inoltre, le tecnologie linguistiche che si basano su sistemi statistici vanno incontro a limiti qualitativi notevoli nel caso delle lingue meno considerate, come si può vedere, ad esempio, nelle traduzioni errate, spesso divertenti, che sono rilasciate dai sistemi di traduzione automatica on-line. Secondo il rapporto, occorrerà un approccio coordinato, un impegno su larga scala in Europa per creare quelle tecnologie mancanti e trasferirle alle lingue che sono in via di estinzione digitale.

Lo studio esce in concomitanza con la Giornata Europea delle Lingue, un appuntamento con cadenza annuale che si celebra ogni 26 settembre dal 2001 e che ha il triplice obiettivo di sensibilizzare il pubblico al plurilinguismo in Europa, coltivare la diversità culturale e linguistica ed incoraggiare l'apprendimento delle lingue da parte di tutti, dentro e fuori il contesto scolastico. Qui è possibile trovare il programma degli eventi europei previsti per la Giornata Europea delle Lingue 2012.


Autore: Stefano Pisani
Fonte: Il Fatto Quotidiano




Commenta questa notizia



Notizie

29.09.2012Borissov ad Euronews: "Bulgaria nodo strategico del gas europeo. L'Ue ci dia fiducia"
28.09.2012Intanto a Est è già fuga dall’euro
27.09.2012“La mia squadra ha venduto la partita? Test della verità per giocatori e tecnici”
26.09.2012Giornata europea delle Lingue, gli idiomi che rischiano l’estinzione digitale
26.09.2012Giornata europea delle lingue a Sofia - 30 settembre 2012
26.09.2012Energia: Bruxelles contro Gazprom, Davide contro Golia
25.09.2012Studiare ad est


Ambiente | Cronaca | Cultura | Economia | Esteri | Lavoro | Migrazioni | Politica | Sport
Speciali: Presidenza UE2018 | Iraq | Libia | NATO | Basi USA | Unione Europea | Due operaie morte | 1989-2009
News Feeds: Italiano | Inglese | Bulgaro
Tutte le Notizie | Новини на Български | Parole Famose | RSS
    Notizie
  Temi
Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Esteri
Lavoro
Migrazioni
Politica
Sport

Speciali
Presidenza UE2018
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Due operaie morte
1989-2009
Parole Famose

News Feeds
(rss)
Italiano
Inglese
Bulgaro

Media bulgari
(english)
BTA
Sofia News Agency
Sofia Globe

Новини на Български
 
Tutte le Notizie | RSS

Home | Notizie | Forum | Club | Associazione | Annunci | Directory | Biblioteca | Meteo | Foto del giorno | Immagini | Parole famose | Cerca
Turismo | Hotel | Shop | Traduzioni | Appunti di Viaggio | Bulgari in Italia | Cartoline | Sondaggi | Dicono di noi | SocNet  Български English Русский Français Български (Автоматичен превод)
Contattaci Bulgaria-Italia