Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Immagine: www.crossed-flag-pins.com
Immagine: www.crossed-flag-pins.com

La Svizzera e la Bulgaria firmano la riveduta Convenzione per evitare le doppie imposizioni

19.09.2012 - Berna

In data odierna la Svizzera e la Bulgaria hanno firmato a Sofia una nuova Convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia di imposta sul reddito e sul patrimonio (CDI). Essa sostituisce la Convenzione del 28 ottobre 1991. Il nuovo Accordo contiene disposizioni sullo scambio di informazioni conformi al vigente standard internazionale e segue ampiamente la politica svizzera in materia di convenzioni. La nuova CDI contribuisce all'ulteriore sviluppo positivo delle relazioni economiche bilaterali.

Oltre a una clausola di assistenza amministrativa secondo lo standard dell'OCSE, la Svizzera e la Bulgaria hanno tra l'altro convenuto che entrambi gli Stati preleveranno un'imposta alla fonte del 10 per cento al massimo sull'ammontare lordo dei dividendi. Se però una società detiene per un periodo minimo di un anno una partecipazione di almeno il 10 per cento del capitale della società che paga i dividendi, questi ultimi sono esentati dall'imposta alla fonte. Non sono inoltre dovute imposte alla fonte su dividendi versati alle Banche centrali di entrambi gli Stati nonché a istituzioni di previdenza. Per quanto riguarda gli interessi, entrambi gli Stati possono prelevare un'imposta alla fonte del 5 per cento al massimo. In particolare gli interessi pagati tra imprese associate (partecipazioni del 10 % per almeno 1 anno) non saranno però più assoggettati all'imposta alla fonte. Neppure i canoni saranno assoggettati all'imposta alla fonte.

Al termine dei negoziati, i Cantoni e le associazioni economiche interessate hanno ricevuto per parere il rapporto sul Protocollo concernente la CDI con la Bulgaria. Essi sono favorevoli alla conclusione della Convenzione. Per entrare in vigore, la Convenzione necessita ancora dell'approvazione dei Parlamenti di entrambi i Paesi.

Indirizzo cui rivolgere domande:
Pascal Duss, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali,
tel. +41 (0)31 322 71 57, pascal.duss@sif.admin.ch


Fonte: Dipartimento federale delle finanze


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

21.09.2012Bulgaria: al via i progetti idrici di 7 comuni
20.09.2012Un popolo che beve alla ceca
19.09.2012L'economia grigia limita la ripresa economica dell'Europa orientale
19.09.2012La Svizzera e la Bulgaria firmano la riveduta Convenzione per evitare le doppie imposizioni
18.09.2012Trasporti: progetto Ue "ADB multiplatform" con nuovo asse Trieste - Mar Nero
17.09.2012I mille ostacoli del commercio online oltre confine
15.09.2012Andrea Mingardi: a Bologna, ogni cespuglio nasconde dei musicisti



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)