Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Maltempo: l’Italia aderisce per prima alla richiesta di aiuti della Bulgaria

08.02.2012

La situazione nel paese rimane critica. Alla neve si aggiungono inondazioni e mareggiate.

La Bulgaria ha chiesto ieri aiuto alla protezione civile dell'UE a causa delle inondazioni in alcune parti del paese. L'Italia ha tempestivamente offerto delle tende, seguita poco dopo della Polonia che ha dato la disponibilità per la consegna di sacchetti di sabbia e tessuti. L'appello da parte bulgara è stato per 80.000 sacchi di sabbia, 50 tende adatte per alle condizioni invernali e 2000 mq di un tessuto utilizzato per rinforzare argini e dighe.

"Ancora più impressionante è che l'offerta di sostegno giunge in un momento in cui l'Italia e la Polonia stanno lottando con gli effetti del rigido inverno", ha detto il Commissario europeo per le situazioni di crisi, Kristalina Georgieva. Nella odierna conferenza stampa Georgieva ha riferito che Belgio, Danimarca e Paesi Bassi hanno pure aderito alla richiesta di assistenza.

A causa della neve e delle forti piogge la diga di Ivanovo, nel sud-est della Bulgaria, ha ceduto e l'alluvione ha provocato otto vittime nel villaggio di Bisser che si è trovato coperto di 2,5 metri di acqua gelida.

La diga sul fiume Maritsa nelle vicinanze della frontiera con la Turchia ha ceduto ed ha allagato un quartiere nella città di Svilengrad e il villaggio di Generalovo.

Il Presidente Plevneliev e il Commissario UE Georgieva nelle zone alluvionate

L'agenzia BTA riporta che da un controllo sono risultate come potenzialmente pericolose per gli insediamenti situati alle loro vicinanze ben 52 dighe. Il presidente dell'Associazione Irrigazione Georgi Georgiev ha messo in evidenza che le dighe porranno problemi ad ogni pioggia, perché "le infrastrutture idriche in Bulgaria sono state abbandonate da 20 anni e queste cose si ripeteranno fino a quando saranno gestite in questo modo".

A tale proposito non è tardata la decisione del governo di assegnare il controllo generale dello stato tecnico e delle sicurezza delle dighe al Ministero dell'Economia, Energia e Turismo, indipendentemente dalla proprietà. A tal fine, la legge sulle acque sarà modificata con urgenza, il Consiglio dei Ministri approverà il disegno di legge entro dieci giorni e il Parlamento dovrebbe votarlo entro un mese.

Il Ministero dell'Educazione ha deciso che le scuole rimarranno chiuse fino al 12 febbraio. La navigazione sul Danubio è ferma a causa del ghiaccio e della difficile situazione meteorologica. Tutto l'est del paese si trova in condizioni estremamente difficili a causa dalla neve e il forte vento che soffia già da alcuni giorni. Diversi centri sono ancora senza elettricità e acqua, e gli approvvigionamenti alimentari sono difficili.

La situazione sulla costa del Mar Nero è critica, i porti di Burgas e Varna sono chiusi. L'Accademia delle Scienze bulgara avverte della pericolosità delle onde di circa 5 m. a Varna e invita i curiosi a rimanere a distanza di sicurezza. Sono allagati vari centri nella regione di Burgas dove si registrano onde di oltre due metri; particolarmente grave è la situazione a Pomorie e Tzarevo.



Burgas 08.02.2012



Rompighiaccio sul Danubio nella zona di Tutrakan - 04.02.2012


Autore: D.P.

Licenza Creative Commons  Il testo di questo articolo è pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0; in caso di ripubblicazione è richiesto un link attivo verso questa pagina, citando come fonte "Bulgaria-Italia".




Commenta questa notizia



Notizie

13.02.2012Sofia: serata velata di musica con la poesia d'amore
11.02.2012Lo sciopero in Europa. Complessità delle fonti ed effettività
10.02.2012USA–Bulgaria: l’importanza dell’indipendenza energetica
08.02.2012Maltempo: l’Italia aderisce per prima alla richiesta di aiuti della Bulgaria
08.02.2012Alea (i)ACTA est
07.02.2012Bulgaria: l’ecopedagogia per una nuova sostenibilità
06.02.2012ACTA, Europa divisa



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)