Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Nella classifica mondiale della libertà di stampa 2011-2012 la Bulgaria è l’ultima nell’EU

26.01.2012

All'interno dell'Unione Europea, la classifica riflette una continuazione della già marcata distinzione tra Paesi come la Finlandia e i Paesi Bassi, che hanno sempre ottenuto una valutazione molto positiva, e Paesi come la Bulgaria (80°), la Grecia (70°) e l'Italia (61°) che non sono riusciti ad affrontare la questione delle violazioni delle libertà dei media, soprattutto a causa della mancanza di volontà politica.

La parola-chiave del 2011 è stata repressione. La libertà d'informazione non è mai stata così tanto associata alla democrazia. I giornalisti, con le loro cronache, non hanno mai infastidito così tanto i nemici della libertà. E nemmeno gli atti di censura e gli attacchi fisici ai giornalisti sono mai stati così numerosi. L'equazione è semplice: l'assenza o la soppressione delle libertà civili porta necessariamente alla soppressione della libertà d'informazione.

Mentre Finlandia e Norvegia condividono nuovamente - per un ex-aequo - il primo posto, la Bulgaria (80° posto) e la Grecia (70°) confermano invece le loro condotte poco virtuose. Attacchi mirati e minacce di morte contro i giornalisti hanno segnato il 2011 della Bulgaria (80°), dove le preoccupazioni circa il pluralismo della carta stampata sono cresciute. In Grecia, la crisi economica ha evidenziato la fragilità dei suoi media in quanto i fotografi e i cameramen che hanno seguito le dimostrazioni e le rivolte sono stati esposti a condizioni simili a quelle che si vivono nelle zone di guerra. L'Italia (61°) che ha ancora circa una dozzina di giornalisti sotto protezione, con le dimissioni di Silvio Berlusconi ha da poco voltato pagina dopo molti anni di conflitto d'interesse.

La posizione della Bulgaria nella classifica negli ultimi anni è in declino progressivo: dal 36° posto nel 2006, al 51° l'anno successivo, e poi 59° nel 2008, segue un salto al 68° nel 2009, continua a scendere nella classifica e nel 2010 è al 71° posto, per arrivare all'80° questo anno. L'Italia quest'anno invece perde ulteriori 12 posizioni. (Nota a cura di Bulgaria-Italia)

Classifica mondiale della Libertà di Stampa 2011-2012


Fonte: Reporters sans frontiers Italia




Commenta questa notizia



Notizie

27.01.2012Una lettera a Dimitar Peshev
27.01.2012Monza: la musica inaudita del power-trio Violon Barbares
26.01.2012Savona: collaborazioni italo-bulgare nel giorno della memoria
26.01.2012Nella classifica mondiale della libertà di stampa 2011-2012 la Bulgaria è l’ultima nell’EU
25.01.2012Il Centro Ricerche Floristiche dell'Appennino classifica la Crepis magellensis
24.01.2012Modena: la Bohème – collaborazione musicale fra l’Italia e la Bulgaria
24.01.2012Guerassim Dichliev e il suo "Monologue avec valise"



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)