Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Serghei Stanishev - futuro leader del Partito dei socialisti europei

25.11.2011

Chissà come reagirebbero i padri dell'eurosocialismo se sapessero che alla guida del Partito dei socialisti europei ci andrà un bulgaro. Ché quando nacque il Pse, nei lontani anni Sessanta, "bulgaro" era il peggiore degli insulti. La Bulgaria del comunismo ortodosso, il simbolo della sottomissione al potere sovietico. Altro che socialdemocrazia.

E invece, a quanto pare, sarà proprio il bulgaro Sergei Stanishev a presiedere il Pse, dopo la convention del partito che si chiuderà domani a Bruxelles. Guiderà una sorta di "direzione collegiale" incaricata di traghettare il movimento pan-europeo al congresso del 2012, dopo le dimissioni (per motivi di salute) di Poul Nyrup Rasmussen.

Se Helmut Schmidt, o qualche altro leader storico della socialdemocrazia europea, dovesse imbattersi poi nella biografia di Stanishev, rischierebbe di esser colto da un attacco di panico. Il segretario del Partito socialista di Bulgaria, oltre a portare un cognome di origine russa, è nato in Unione sovietica, ha studiato a Mosca e ha mantenuto la cittadinanza russa fino alla metà degli anni Novanta. Come un qualsiasi funzionario comunista dei tempi che furono.

Certo, il pedigree europeista di Stanishev è solidissimo. È stato lui, nei suoi anni da premier a Sofia, a ottenere l'ingresso della Bulgaria nell'Unione. Ha fatto il ricercatore a Londra e parla un ottimo inglese. E dagli inglesi ha imparato anche lo humour. Anni fa guidava la sua moto indossando un giubbotto di pelle con dietro la stampata: «Se leggi questa scritta, vuol dire che mi sono perso Elena per strada» - cioè la sua fidanzata storica Elena Yoncheva, giornalista di guerra.

Con pochissima ironia, invece, l'ex premier socialista ha reagito alla sconfitta elettorale del mese scorso (colpa dei brogli, ha detto lui). E così il Pse - in cerca di riscatto dopo anni di batoste elettorali - si trova nelle mani di un neo-disoccupato che ha appena perso le elezioni. Proprio stavolta che una maggioranza "bulgara" avrebbe fatto davvero comodo.


Autore: Lorenzo Biondi
Fonte: Europa Quotidiano




Commenta questa notizia



Notizie

28.11.2011Milano: Moni Ovadia presenta il nuovo CD
27.11.2011Conoscere la Bulgaria attraverso la fotografia
26.11.2011Recco: torneo di scacchi nella Sala Polivalente
25.11.2011Serghei Stanishev - futuro leader del Partito dei socialisti europei
24.11.2011L'ambizioso progetto dalla coppia Christo è stato approvato
23.11.2011Serbia: interconnessione di gas con la Bulgaria
21.11.2011L’Europa del disincanto. Dal ’68 praghese alla crisi del neoliberismo



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)