Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Foto: NEK, Compagnia energetica bulgara
Foto: NEK, Compagnia energetica bulgara

Un nuovo contenzioso Russia-Bulgaria

07.10.2011

Fra Russia e Bulgaria si apre un nuovo contenzioso sulla centrale atomica di Belene.

La NEC, Compagnia energetica bulgara, ha depositato alla Corte di Arbitrato internazionale una denuncia contro la societÓ costruttrice "AtomStrojExport" per chiedere un rimborso di 61 milioni di euro per il mancato ritiro di vecchie apparecchiature rimasti in cantiere da 21 anni.

Per l'AtomStrojExport la Bulgaria ha accumulato un debito di 58 milioni di dollari per il mancato pagamento dei lavori giÓ effettuati.

Comunque, si tratta di controversie fra soggetti economici. La RosAtom che controlla AtomStrojExport, ha risposto all'istanza bulgara sottolineando che privilegia i metodi civili.

Intanto non Ŕ stato firmato ancora l'accordo generale sulla costruzione.

Le trattative continuano, ma vengono ostacolate dalle forti pressioni politiche su Sofia.

In un'intervista a La Voce della Russia Anton Khlopkov, esperto di sicurezza energetica e direttore della rivista "Jadernyj Club", ha detto:"Senza dubbio, esiste una pista europea, in quanto le autoritÓ bulgare sono interessate alle tecnologie occidentali (francesi, americane). Il che ha portato a trattative cosi lunghe e alla firma di innumerevoli allegati. ╚ possibile che la crisi si risolva con le elezioni presidenziali o con un drastico peggioramento della situazione nel mercato energetico. La fame energetica renderÓ indispensabile la costruzione di nuovi reattori. Allora la Russia sarÓ in vantaggio, in quanto Ŕ giÓ presente sul posto. Comunque, fino alla soluzione delle questioni politiche, Ŕ arduo aspettarsi una svolta."

L'esperto Alla Jazkova, capo del Centro Studi Mediterranei presso l'Istituto d'Europa, guarda per˛ con ottimismo al futuro di questo progetto:"A mio avviso alla fine dei conti, gli accordi verranno realizzati, anche se Sofia, tenendo conto della situazione nazionale ed internazionale, punterÓ a delle concessioni. Non credo per˛ che la Bulgaria rinunci al progetto. Oggi non pu˛ permetterselo."

Le presidenziali sono in calendario per il 23 ottobre. Il candidato favorito, Rosen Pleneliev, a nome del partito "Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria" ha annunciato che in caso di vittoria privilegerÓ l'amicizia con la Russia con cui vengono portati avanti tutta una serie di progetti energetici di primaria importanza per il paese, fra cui l'oleodotto Burgas-Aleksandrupolis e il gasdotto "South Stream".


Fonte: La Voce della Russia


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

10.10.2011150 anni di Italia e quasi 150 anni di Bulgaria
09.10.2011Le amministrazioni locali a caccia di soluzioni per la crescita: gli Open Days 2011
07.10.2011Bulgaria-Brasile: Emozioni e concrete possibilitÓ di collaborazione
07.10.2011Un nuovo contenzioso Russia-Bulgaria
06.10.2011Presentata la V edizione del festival ôUniverso Teatroö diretto da Ugo Gregoretti
04.10.2011Bulgaria, fuochi di intolleranza
04.10.2011Visita ufficiale del Presidente del Brasile in Bulgaria



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)