Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Guergana Radeva (Bulgaria) vince il concorso letterario Lingua Madre

30.04.2011 - Torino

La scrittrice bulgara Guergana Radeva, con il racconto "Sconfini", è tra le vincitrici del VI Concorso letterario nazionale Lingua Madre 2010-2011. Le altre vincitrici provengono dalla Germania, Irene Barbero Beerwald, e dall'Albania, Generda Brace. Camilla Urso è stata premiata per quanto riguarda la Sezione Donne Italiane.

I premi speciali sono stati assegnati a: Rosa Elvira Celorio Campana (Ecuador) Premio Speciale Fondazione Sanbdretto Re Rebaudengo, Jacqueline Tema (Madagascar) Premio Speciale Rotary Club Torino Mole Antonelliana, Tetyana Gordiyenko (Ucraina) Premio Speciale Slow Food - Terra Madre, Alexandra Petrova (Russia) Premio Speciale Torino Film Festival.

ll Concorso letterario nazionale Lingua Madre, ideato da Daniela Finocchi, giornalista da sempre interessata ai temi inerenti il pensiero femminile, nasce nel 2005. E' il primo concorso ad essere espressamente dedicato alle donne straniere - anche di seconda o terza generazione - residenti in Italia che, utilizzando la nuova lingua d'arrivo (cioè l'italiano), vogliono approfondire il rapporto fra identità, radici e mondo "altro".

Una sezione speciale è riservata alle donne italiane che vogliano raccontare storie di donne straniere che hanno conosciuto, amato, incontrato e che hanno saputo trasmettere loro "altre" identità.
Il Salone Internazionale del Libro 2011 di Torino ospiterà ogni giorno un evento dedicato al Concorso, la consegna dei premi avverrà lunedì 16 maggio alle ore 12 (Lingotto Oval).

Parteciperanno alla premiazione il Presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura Rolando Picchioni, l'Assessorato alla Cultura e la Commissione Pari Opportunità della Regione Piemonte, le rappresentanze diplomatiche dei Paesi d'origine delle vincitrici.

Introducono Ernesto Ferrero, direttore editoriale Salone Internazionale del Libro e Daniela Finocchi, ideatrice Concorso letterario nazionale Lingua Madre.

Consegnerà i premi Kamela Guza, vincitrice del V Concorso letterario nazionale Lingua Madre.

Il Concorso letterario nazionale Lingua Madre vede il sostegno di Salone Internazionale del Libro Torino e Regione Piemonte.

Il VII Concorso letterario nazionale Lingua Madre si concluderà il 31 dicembre 2011.



Guergana Radeva, è nata in Bulgaria nel 1967, ha conseguito la laurea in Ingegneria elettronica all'Università di Sofia. Vive in Italia dal 1992 e da qualche anno ha messo radici nel cuore della Maremma. Nel 2007, con Mangrovie Edizioni, ha pubblicato Amalgrab, ovvero lo specchio delle brame, romanzo con il quale ha ricevuto nel 2008 la menzione al Premio Letterario Popoli in Cammino. Ha collaborato, inoltre, ad antologie edite da Zona, Delos Books, Giulio Perrone, Carta, Communitas.

Ama definirsi ingegnere per svista, girovaga per indole e cantastorie per passione. Il suo racconto Sconfini ha vinto il Primo Premio del VI Concorso letterario nazionale Lingua Madre con la seguente motivazione: Il racconto colpisce per la capacità narrativa, la rielaborazione dell'esperienza di sradicamento e passaggio - di soglie territoriali e interiori - attraverso la memoria.

Sospesa nell'attimo dell'attraversamento di un confine, in uno scarto tra passato e presente, la storia mette in luce le aspettative, i sogni, le paure che si affollano nella mente. Il soggetto della fila, della differenza, dell'attesa, della solitudine in mezzo agli altri è ben descritto e porta nella scena.

Così, la notevole padronanza della lingua italiana, insieme a uno stile delicato ma efficace, restituiscono uno spaccato di vita che rapisce il lettore concedendogli il lusso di vivere sensazioni e immagini in prima persona, di sentire il peso importante del proprio passato, la leggerezza e il sapore della libertà di un volo mentre il presente, carico di indifferenza e, probabilmente, di insoddisfazione, si perde scivolando nel nulla.

Motivazione del Premio

Il racconto colpisce per la capacità narrativa, la rielaborazione dell'esperienza di sradicamento e passaggio - di soglie territoriali e interiori - attraverso la memoria.

Sospesa nell'attimo dell'attraversamento di un confine, in uno scarto tra passato e presente, la storia mette in luce le aspettative, i sogni, le paure che si affollano nella mente. Il soggetto della fila, della differenza, dell'attesa, della solitudine in mezzo agli altri è ben descritto e porta nella scena. Così, la notevole padronanza della lingua italiana, insieme a uno stile delicato ma efficace, restituiscono uno spaccato di vita che rapisce il lettore concedendogli il lusso di vivere sensazioni e immagini in prima persona, di sentire il peso importante del proprio passato, la leggerezza e il sapore della libertà di un volo mentre il presente, carico di indifferenza e, probabilmente, di insoddisfazione, si perde scivolando nel nulla.

Elaborazione di informazioni pubblicate sui siti del Salone internazionale del libro di Torino e del Concorso Letterario Terra Madre






Commenta questa notizia



Notizie

05.05.2011Introduzione alla poesia bulgara
02.05.2011Schengen, prigionieri di un'Europa fragile
02.05.2011Ass. Bulgaria-Italia: 16 lettini saranno donati all'asilo di Burgas
30.04.2011Guergana Radeva (Bulgaria) vince il concorso letterario Lingua Madre
29.04.2011Tra Sofia e New Delhi il disastro del progresso
29.04.2011Le montagne ad est
29.04.2011Video: I totem del nuovo potere - Sofia, Bulgaria



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)