Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  
La legge ungherese sui media necessita nuove modifiche

10.03.2011

La contestata legge ungherese sui media necessita ulteriori modifiche per garantire l'indipendenza dei mezzi d'informazione e evitare il controllo sui contenuti editoriali, secondo quanto sostiene una risoluzione, presentata da quattro gruppi politici e approvata giovedì, che esprime preoccupazione per la situazione della libertà dei media in Italia e chiede una nuova direttiva sul pluralismo entro quest'anno.

Il Parlamento chiede alle autorità ungheresi di modificare la legge sui media secondo le richieste fatte da numerose organizzazioni europee e di non applicare quei provvedimenti che risultino in contrasto con la Carta dei diritti fondamentali dell'UE e la Convenzione europea sui diritti umani, in una risoluzione approvata con 316 voti favore, 264 contrari e 33 astensioni.

Un altro progetto di risoluzione, presentato dal gruppo del PPE, è stato ritirato prima dell'inizio della votazione. Il testo accoglieva con favore le modifiche già introdotte dal Parlamento ungherese, secondo le richieste formulate dalla Commissione europea, e criticava gli attacchi "ingiustificati" al governo ungherese, fatti in coincidenza con l'inizio del mandato di presidenza del Consiglio.

Pur apprezzando gli sforzi compiuti dalla Commissione per allineare la legislazione ungherese al diritto comunitario, i deputati ritengono non sufficienti i "tre punti" sollevati dall'Esecutivo europeo. In particolare, essi chiedono al governo di Budapest nuove modifiche per di ripristinare la piena indipendenza dei mezzi d'informazione e porre fine a qualsiasi interferenza, sottolineando che una regolamentazione eccessiva del settore dei media può essere "controproducente" e limitare il pluralismo.

Italia е Bulgaria fra i paesi che destano preoccupazione

Il Parlamento sostiene che "il pluralismo e la libertà dei media nell'UE e nei suoi Stati membri continuano a destare gravi preoccupazioni (in particolare per quanto concerne Italia, Bulgaria, Romania, Repubblica ceca ed Estonia)" e cita la risoluzione approvata nel 2004 sui rischi di violazione della libertà d'informazione in Italia e l'interrogazione orale dell'ottobre del 2009, sempre sul caso italiano, discussa in plenaria.

Pertanto, l'Aula chiede alla Commissione di presentare entro l'anno, una proposta di direttiva sul pluralismo dei media nell'UE.

Lunedì scorso, il Parlamento ungherese ha approvato una serie di modifiche alla legislazione, secondo le richieste della Commissione. Tuttavia, l'OSCE e il Consiglio d'Europa hanno evidenziato che restano alcune questioni aperte riguardo, ad esempio, l'indipendenza finanziaria e politica del sevizio pubblico e la confidenzialità delle fonti giornalistiche.


Fonte: Parlamento Europeo




Commenta questa notizia



Notizie

18.03.2011Bulgaria, crisi demografica e villaggi fantasma
17.03.2011Nucleare in Bulgaria, tempo di scelte
10.03.2011Film dall'Europa socialista e non solo
10.03.2011La legge ungherese sui media necessita nuove modifiche
10.03.2011Ammodernamento della linea ferroviaria Vidin–Sofia
08.03.2011Novgorod o Bulgar?
04.03.2011L'aria del Nord Italia



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)