Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  

"Manifestanti" - Immagine da "Il Concerto"

Roma: giovane bulgara pagata per manifestare per Berlusconi

21.03.2010 - Roma

Come nel film "Il concerto" di Radu Mihaileanu, in questi giorni nelle sale italiane, dei manifestanti sono pagati per andare in piazza. Solo che questa volta non si tratta della finzione cinematografica che il noto regista romeno ambienta in una piazza moscovita, ma della realtà di quanto accaduto durante la manifestazione del Popolo della Libertà (PDL) in piazza San Giovanni a Roma, ieri pomeriggio.

Nell'audio raccolto in piazza da Mads Frese, corrispondente del quotidiano danese Information, e messo in rete dal quotidiano L'Unità una manifestante spiega di essere stata mandata in piazza da un'agenzia interinale. Il video ha cominciato a circolare in rete e non mancheranno le polemiche.

La protagonista è una giovane bulgara, V.H.N., alla quale l'intervistatore chiede: "Ma tu da quanto tempo lavori per il PDL?". Lei sicura risponde: "In realtà questa è la seconda volta, non lavoro direttamente per il PDL, lavoro per un'agenzia che ogni tanto si occupa di organizzare degli eventi per il PDL."

La ragazza vive da quasi nove anni in Italia, abita a Roma e non è iscritta al partito ma afferma che potrebbe votare Berlusconi in futuro, qualora ottenesse la cittadinanza italiana, in quanto fino ad ora non l'ha ancora richiesta. In un primo momento la ragazza però sostiene di non aver mai votato per scarsa volontà di informarsi sulle cose per cui è contenta di poter approfittare dell'occasione per poter lavorare ed imparare qualcosa di nuovo. L'intervista prosegue ed in sottofondo si odono le note di "Yesterday". Il giornalista danese è convinto di parlare con una ragazza italiana, ma solo alla fine dell'intervista realizza che invece la ragazza è bulgara.

La giovane lavoratrice bulgara si mostra fiduciosa di poter ottenere la cittadinanza italiana in un qualunque momento, ma durante la manifestazione il Cavaliere arringa la piazza urlando: "Volete una sinistra che apra le porte a tutti gli immigrati?". "Faremo un'eccezione per chi porta belle ragazze" aveva detto un mese prima prendendosi beffa delle donne albanesi vittime della tratta e provocando l'ira della comunità albanese in Italia.

Proprio il giorno prima della manifestazione, Gianfranco Mascia uno dei portavoce del popolo viola, sul suo blog denunciava: "100 euro per andare alla manifestazione di Roma con la maglietta con la scritta Meno male che Silvio c'è". Secondo Mascia diverse agenzie interinali specializzate stavano facendo chiamate a tappeto ai disoccupati offrendo il gruzzoletto a chi sarebbe stato presente con la maglietta, il tutto per tentare di riempire la piazza.

Quella che poteva sembrare solo una voce che circolava in rete ha trovato almeno una conferma in questa testimonianza. E da qui potrebbe partire una inchiesta giornalistica per capire quanto esteso è il fenomeno.


Nota storica

Non è la prima volta che dei cittadini bulgari vengono reclutati dalla destra italiana. Accadde ad esempio oltre 40 anni fa in tempi e circostanze completamente diverse da quelle di oggi, ma che videro protagonisti alcuni degli antenati politici di una parte dei manifestanti ieri in piazza.

Il 16 marzo 1968 a Roma, Giorgio Almirante, segretario del Movimento Sociale Italiano (MSI), partito neofascista da cui nascerà Alleanza Nazionale nel 1994, una delle due forze principali che hanno dato origine al PDL, giudò una spedizione di circa duecento picchiatori missini, arrivati da tutta Italia, assieme ad una decina di bulgari reclutati al campo profughi di Latina.

Quel giorno tentarono di sgomberare a forza alcune facoltà occupate dagli studenti dell'Università La Sapienza, ma gli studenti si difesero ed il leader neofascista ed i suoi mazzieri furono costretti a battere in ritirata protetti dalle forze di polizia. I fascisti furono portati in Questura, mentre i bulgari invece vennero lasciati andare via dalla polizia in una zona tranquilla lontano dall'università.


Autore: P.M.

Licenza Creative Commons  Il testo di questo articolo è pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0; in caso di ripubblicazione è richiesto un link attivo verso questa pagina, citando come fonte "Bulgaria-Italia".




Commenta questa notizia



Notizie

26.03.2010«Panorama» accusa Di Pietro: foto con boss bulgaro
25.03.2010Il coro Jubilate vola in Bulgaria al concorso di Varna
24.03.2010Bulgaria: cala popolazione; sale natalità, statistiche
21.03.2010Roma: giovane bulgara pagata per manifestare per Berlusconi
19.03.2010Emilia Bozhinova: una bulgara candidata alla Regione Lazio
19.03.2010Nominato il ministro dei fondi europei
19.03.2010Il ministero della salute istituisce l’agenzia di "Audit sanitario"



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)