Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
A Verona per rilanciare i rapporti Italia-Balcani

11.02.2010 - Verona

Per due giorni, oggi e domani, Verona torna ad essere un incrocio fondamentale tra diplomazia e mondo economico in chiave europea. La città ospita, infatti, nella Fiera che della sua proiezione internazionale ne è in qualche modo il simbolo, l'iniziativa «Italy & South Eastern Europe Investment Forum», promossa dal ministero dello Sviluppo economico e organizzata dalla Simest in collaborazione con Agenzia delle dogane, Finest, l'Istituto per il commercio estero, Verona Fiere e Verona Mercato.

Il Forum, primo appuntamento del 2010 in Italia con l'Est, è un modo concreto con cui l'Italia mostra la propria attenzione sull'Europa balcanico-danubiana. All'evento partecipano i ministri di 10 Paesi - Albania, Bosnia, Bulgaria, Croazia, Kosovo, Moldova, Montenegro, Romania, Serbia, Slovenia - ospite d'onore il premier albanese Sali Berisha. Con loro si confronterranno i rappresentanti della «macchina» dell'internazionalizzazione italiana (dalla Simest all'Ice alla Finest) e oltre 400 imprese presenti al Forum.

Si tratta di una scommessa reciproca per sfidare la crisi che ha fatto cadere i volumi dell'interscambio bilaterali. Ma è anche un impegno per accompagnare da vicino il processo di integrazione (per Slovenia, Romania e Bulgaria) oppure di avvicinamento e cooperazione con l'Unione per gli altri Paesi, dopo i drammatici anni Novanta segnati dalla dissoluzione della ex Jugoslavia. Il punto su cui il governo, e in particolare il viceministro Adolfo Urso, che ha la delega del Commercio estero, intende lavorare da subito è il rilancio dell'export italiano che nel 2009 ha segnato, nell'area, un tonfo del 27,2 per cento, ben al di sopra della media generale delle nostre esportazioni (-18).

Per Verona è un'ulteriore opportunità e riconoscimento: così il sindaco Flavio Tosi giudica un Forum che potrebbe diventare un appuntamento fisso, esprimendo il «personale ringraziamento» al ministero per la scelta della città. «In un momento eccezionale di congiuntura internazionale, questo evento rappresenta un'importante occasione, anche per l'economia del nostro territorio, per rafforzare le relazioni di interscambio commerciale in un quadro di reciproco vantaggio». E per la città è «sicuramente un motivo di orgoglio, oltre che una felice conferma». Nel contesto veneto e italiano, «Verona si trova difatti, pur in questo grave momento di congiuntura, in una situazione di particolare eccellenza, grazie alla quale l'economia del territorio potrà ripartire con un nuovo slancio». G.C.


Fonte: L’Arena


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

13.02.2010Romania e Bulgaria: sistema di difesa antimissilistico
11.02.2010La strategia dell’UE per la regione del Danubio ha un inizio brillante
11.02.2010Guerre stellari, il sequel
11.02.2010A Verona per rilanciare i rapporti Italia-Balcani
10.02.2010Maschere artigianali veneziane a Sofia
10.02.2010Gelate in Arabia, gran neve in Bulgaria, estate in Groenlandia!
10.02.2010Progetto comunitario ATHENA, disponibili 46 borse di tirocinio lavorativo all’estero



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)