Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Sabato 28 marzo incontro con Pino Petruzzelli, per la presentazione di "Non chiamarmi zingaro"

24.03.2009

Tornano gli appuntamenti d’autore a Ventimiglia nella sede più naturale ed ideale, la Civica Biblioteca Aprosiana, nel centro storico in via Garibaldi. In attesa della ormai prossima separazione del “fondo antico” da quello “moderno”, con il trasferimento di quest’ultimo nella nuova sede che verrà costruita in pieno centro a Ventimiglia, accanto alla chiesa di Sant’Agostino, l’Associazione Culturale Liber Theatrum, in collaborazione con la libreria Casella e con il patrocinio del locale Assessorato alla Cultura, ha organizzato per sabato 28 marzo alle ore 17.45 l’incontro con Pino Petruzzelli, per la presentazione di “Non chiamarmi zingaro” edito da Chiarelletere, ottimo lavoro dedicato al mondo dei rom e dei sinti.

Un vero e proprio viaggio a cercare, trovare ed incontrare gli zingari, non solo in giro per le periferie delle grandi città italiane, ma anche nel resto d’Europa: in Francia e, soprattutto, nell‘Est del nostro continente, in Romania ed in Bulgaria ad esempio. Racconti di vita dura e sofferta, di miseria e di intolleranza, di forti tradizioni, diverse dalle nostre. E quindi da nascondere!

Soprattutto, ed anche, un viaggio teso a scoprire storie straordinarie ed incredibili, ma che appartengono alla vita quotidiana. Un tentativo di spazzare via tutta una serie di luoghi comuni, ipocrisie, atteggiamenti, ma anche comportamenti prevenuti e discriminatori nei loro confronti, per scoprire poi che molti di loro vivono in mezzo a noi in maniera “normale”, seppure costretti a nascondersi o non palesarsi per evitare malintesi, equivoci, molestie o, peggio ancora talvolta, violenze gratuite ed ingiustificate. Eppure anche tra loro ci sono medici ed infermieri, fornai e preti, installatori di impianti antifurto nelle banche ed altro ancora. Un grande universo ai più sconosciuto ed inesplorato, così come la grande storia che li ha visti vittime di persecuzioni e torture in Germania e Svizzera. Racconti scomodi questi ultimi, che nessuno vuole riconoscere e ricordare, anche ed innanzitutto per evitare possibili e giustificati risarcimenti.

Ad introdurre Pino Petruzzelli, Diego Marangon, lui stesso compagno dell’autore in uno dei suoi viaggi in giro per l’Europa, in Bulgaria.

Barese di origine, ma genovese di adozione, dove vive e lavora, dirigendo il Teatro Ipotesi, attore e regista, assai conosciuto anche qui nel Ponente Ligure, Petruzzelli ha sempre dedicato la sua attenzione artistica al problema del razzismo ed ai rapporti con le culture dei paesi europei e nordafricani che si affacciano al Mar Mediterraneo. In tema con l’argomento del libro, da ricordare l’orazione andata in onda a TERRA! su Canale 5, in cui l’autore ricostruisce una storia di zingari deportati nei campi di sterminio nazisti.

Come di consueto al termine, verrà offerto un piccolo aperitivo agli intervenuti.


Fonte: Riviera24




Commenta questa notizia



Notizie

27.03.2009Todorov: "Sogno un mondo nuovo senza razzismi e risentimenti"
27.03.2009Battipaglia: 360 ballerini al gran gala di "Primavera in Danza"
25.03.2009Sofia: smantellata rete di traffico prostitute
24.03.2009Sabato 28 marzo incontro con Pino Petruzzelli, per la presentazione di "Non chiamarmi zingaro"
24.03.2009Esperienze ed innovazione per il nuovo turismo rurale europeo
24.03.2009E' morto Scricciolo, il sindacalista accusato ingiustamente di essere BR
21.03.2009Cooperazione transfrontaliera tra Bulgaria Macedonia e Turchia



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)