Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Il campo delle "schiave bambine" Dalla Bulgaria per elemosinare

26.02.2009 - Roma

La casa di Milan, il vertice in Italia della tratta delle finte spose bambine, è nello stesso campo in cui viveva Mailat, l´assassino di Giovanna Reggiani. Il campo rom di Tor di Quinto era diventato la centrale operativa del traffico di giovanissime donne acquistate come promesse spose e cedute come schiave abili a commettere furti e borseggi. Le compravano in Bulgaria a genitori poverissimi, le accompagnavano in Italia facendole passare per figlie di coppie in viaggio e le portavano dritte al campo di Tor di Quinto.

Lì toccava a Milan. Lui ha 68 anni, e ha ottimi e saldi rapporti con tanti altri capo clan bulgari residenti in Italia. Vale più di diecimila euro, una finta sposa bambina che sappia rubare. Nel campo le insegnavano il mestiere, e la spedivano a "lavorare" nelle case dei romani o sulle tasche e le borse dei passanti. Poi le rivendevano. Milan - l´intermediario, secondo gli inquirenti che ieri hanno messo in manette undici persone - non aveva che da trovare il cliente giusto, l´uomo interessato a mettere su impresa di furti e borseggi con una ragazza giovanissima senza futuro e senza speranza, lontana dalla famiglia di origine e dal sogno di una vita normale.

Milan contattava i clan nomadi di mezza Italia, e proponeva le ragazze bulgare già capaci di rubare. Lui è l´unico catturato in Italia: tutti gli altri dieci membri della banda di schiavisti erano in Bulgaria e sono stati arrestati lì. Bulgari le vittime, e bulgari i loro carnefici. Tutti di etnia rom, tutti ora accusati di reati pesanti: tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù e favoreggiamento dell´immigrazione clandestina.

Ci erano già riusciti almeno cinque volte. Le autorità bulgare avevano segnalato al Ros dei carabinieri che ha sgominato la banda la scomparsa, nel 2003, di 18 ragazze giovanissime. In Italia i carabinieri ne hanno trovate cinque, e hanno seguito il filo fino a trovare il bandolo della matassa, nascosto nel campo di Tor di Quinto. Le ragazze venivano tutte dal nord della Bulgaria, da famiglie poverissime che le avevano cedute per cifre comprese tra mille e duemila euro: cedute per fare una vita migliore, vendute con la promessa che le avrebbero portate in Italia a sposarsi con persone benestanti, con una casa e una televisione, con un frigorifero e un tavolo in cui mangiare ogni giorno. Invece no. Era l´inizio di un incubo senza via d´uscita che transitava per Tor di Quinto, e che rendeva all´organizzazione quasi diecimila euro per ogni operazione andata a buon fine.

«Una vicenda terribile, alle ragazze va la mia solidarietà - dice l´assessore alle Politiche sociali, Sveva Belviso - con l´augurio che riescano a superare al più presto un trauma come questo. Insieme alla prefettura abbiamo predisposto un piano per la riorganizzazione dei campi nomadi che, attraverso il regolamento dei villaggi della Capitale firmato dal prefetto in qualità di Commissario straordinario, consentirà di distinguere chi arriva nella nostra città per delinquere da chi vuole condividere un percorso di legalità e integrazione».


Autore: Paolo G.Brera
Fonte: La Repubblica




Commenta questa notizia



Notizie

27.02.2009Periferie a rischio
26.02.2009Italia-Bulgaria: Berlusconi, vogliamo intensificare rapporti
26.02.2009Imprese: Confindustria, Bulgaria strategica per nostra economia
26.02.2009Il campo delle "schiave bambine" Dalla Bulgaria per elemosinare
26.02.2009Bansko, Fischbacher domina le prove
26.02.2009Adozioni in Bulgaria: abolite le "quote", speranza per 330 coppie
25.02.2009Napolitano e Parvanov: molto elevato il livello delle relazioni tra Italia e Bulgaria



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)