Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  


Incontro a Verona - Spettacolo "Voci Bulgare"

11.03.2009 - Verona

Domenica scorsa a Verona, la festa della donna si è fusa con la festa nazionale bulgara. Durante il tradizionale incontro organizzato dall’Associazione Bulgaria-Italia ha avuto luogo un dibattito dal titolo “Cittadine Europee Esperienze al femminile dalla Bulgaria all’Italia”. Donne dei due paesi, ma anche uomini, si sono confrontati sul tema delle pari opportunità alla luce delle legislazioni e delle pratiche nei due paesi.

L’incontro svoltosi presso la Federazione dei servizi di volontariato socio-sanitari (Fevoss), che ha cortesemente concesso la sala, ha visto una nutrita partecipazione di iscritti e simpatizzanti dell’Associazione Bulgaria-Italia, nonché di volontari ed ospiti della Fevoss.

In apertura del dibattito Paolo Modesti, presidente dell’associazione, ha illustrato le ragioni di questo incontro dedicandolo idealmente a Konstantina Kuneva, la sindacalista bulgara, residente da 7 anni in Grecia, vittima di una grave aggressione perpretata lo scorso dicembre ad Atene. Tale intimidazione è stato un atto di rappresaglia per la sua attività in difesa dei diritti delle lavoratrici delle imprese di pulizie: la donna è tuttora ricoverata in gravi condizioni in un ospedale della capitale greca. Proprio l’otto marzo è stato occasione, in diverse città della Grecia come a Sofia, di manifestazioni di solidarietà.

Milena Kotseva, del direttivo dell’associazione, ha presentato nella prima parte del suo intervento una serie di dati statistici tratti dal "Global Gender Gap Report 2008" del World Economic Forum, relativi alla discriminazione nelle relazioni uomo-donna, soffermandosi in particolare sui dati relativi all’Italia e alla Bulgaria. Milena ha sottolineato che gli studi degli ultimi 10 anni dimostrano che riducendo l’ineguaglianza fra i sessi, migliora la produttività e la crescita economica. In particolare gli investimenti in istruzione femminile riducono il tasso di fertilità femminile, abbassano i tassi di mortalità infantile, alla nascita e quelli legati alla gravidanza, aumentano il tasso di partecipazione femminile al lavoro, aumentano i redditi femminili, e potenziano gli investimenti in istruzione dei bambini.

Ornella Magon, gradita ospite e membro del comitato regionale delle pari opportunità in una pubblica amministrazione italiana, ha commentato positivamente i dati che vedono la Bulgaria offrire in vari settori più tutele alla donna, come ad esempio gli estesi periodi di astensione dal lavoro per maternità e la cura dei figli.

Nel corso del dibattito anche altre persone hanno raccontato lo loro esperienza, realizzando così uno scambio di idee interessante,
proseguito anche durante il piacevole rinfresco costituito da specialità bulgare ed italiane preparate dai presenti.



La serata è continuata al Teatro Camploy dove, di fronte al numeroso pubblico che ha esaurito tutti i posti disponibili, ha avuto luogo l’evento più atteso: la prima dello spettacolo “Voci Bulgare” scritto ed interpretato da Evelina Pershorova con l’accompagnamento musicale della Fanfara Ziganka.



Evelina Pershorova, attrice bulgara che vive e lavora in Italia da vent’anni, nel corso dello rappresentazione ha offerto al pubblico uno spaccato della Bulgaria del passato, sia facendo ricorso a ricordi autobiografici, che dando voce a vari personaggi femminili. Momenti più intimi, come le notti d’inverno nelle quali cadevano fiocchi di neve tanto grandi da sembrare stracci, si sono alternati ad altri più vivaci e a volte esilaranti, come la corsa a perdifiato, provocata da una sveglia “traditrice”, la mattina del 24 maggio 1978, per arrivare in tempo alla manifestazione in occasione della festa della cultura dove la protagonista, vestiti i panni di una matrioska, si esibisce in una coreografia con il tricolore bulgaro e la bandiera rossa. Sono frammenti, atmosfere, ricordi e sguardi su un paese nel quale l’autrice afferma, senza alcun intento apologetico, di aver trascorso un’infanzia felice ed una adolescenza colma di alti ideali e di sogni fantastici.

Suggestioni accompagnate in musica dalla Fanfara Ziganka, un sestetto composto da musicisti provenienti da diverse esperienze musicali, che si è ritrovato a condividere la cultura popolare dell’est Europa, con particolare attenzione ai paesi balcanici. La colonna dello spettacolo ha proposto oltre a brani bulgari come “Tragnala Rumjana”, “Grozdana” e “Liljano Mome”, altri pezzi dell’area balcanica, nonché un brano russo “Trojka” ed uno klezmer (“Brachatz”).

La cantante, nonché arrangiatrice, Emanuela Perlini, si è esibita anche in alcune danze popolari ed ha anche coinvolto il pubblico nello horo (tipica danza circolare bulgara) che si è svolto a fine spettacolo, non prima del prolungato e caloroso applauso tributato agli artisti che si sono esibiti sul palco del teatro veronese.



Lo Spettacolo: “Voci bulgare”
presentato dal Teatro Oplà e la partecipazione della Fanfara Ziganka,
promosso dal centro interculturale delle donne “Casa di Ramia” del Comune di Verona

scritto ed interpretato da: Evelina Pershorova

con Fanfara Tziganka
Marco Mozzo clarinetto, sax alto, ocarina, tromba;
Davide Zambelli sax soprano e alto, flauti dolci, danza;
Giuseppe Zambon fisarmonica;
Renzo Segala sax basso e clarinetto basso;
Tommaso Castiglioni percussioni;
Emanuela Perlini canto, danza, percussioni, arrangiamenti

co-regia: Daria Anfelli
audio: Thomas Simoncini
disegno Luci: Francesco Suppi

I protagonisti dello spettacolo sono disponibili ad eventuali repliche in altre città. Chi fosse interessato ad organizzare una rappresentazione può contattare Teatro Oplà


Autore: P.M.

Licenza Creative Commons  Il testo di questo articolo Ŕ pubblicato con licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0; in caso di ripubblicazione Ŕ richiesto un link attivo verso questa pagina, citando come fonte "Bulgaria-Italia".



Links


Commenta questa notizia



Notizie

13.03.2009Corridoi dimenticati
12.03.2009Voci Bulgare: Ottomarzo. Femminile, plurale
12.03.2009Costrette a prostituirsi, due giovani bulgare raccontano
11.03.2009Incontro a Verona - Spettacolo "Voci Bulgare"
11.03.2009Truffa al fisco, arrestati sei imprenditori
11.03.2009Il Ministro degli Interni della Serbia Ivica Dacic ha parlato a Sofia con il collega bulgaro Mikov
10.03.2009Visita di stato del Presidente Georgi Parvanov (25-26 febbraio 2009)


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
Ultime Notizie
 
Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo
Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)