Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Un sì con riserve della CEE al COMECON

01.02.1986

E' partita, finalmente, la risposta della Cee all’offerta di avviare trattative immediate per il riconoscimento reciproco avanzata dal Comecon già nel giugno dello scorso anno. Il testo non si discosta dalle anticipazioni pubblicate nelle scorse settimane da "Repubblica".

La risposta è positiva ma tende ad ampliare il quadro dei prossimi negoziati ed a coinvolgervi direttamente i singoli paesi dell’Est. "Il miglioramento delle relazioni politiche ed economiche in Europa - ha dichiarato ieri il commissario europeo Willy De Clercq - è uno degli obiettivi prioritari della Cee. Tale miglioramento non può essere affrontato che in maniera globale". In chiaro, le parole di De Clercq significano che la Comunità intende procedere parallelamente nei negoziati con il Comecon ed in quelli con i sette paesi europei che ne fanno parte. Riconoscimento reciproco, dunque, ma anche avvio di relazioni ufficiali con i singoli paesi dell’Est.

Riaffiorano nel prudente approccio di Bruxelles vecchie preoccupazioni che ritardano da ormai dodici anni un avvio di relazioni formali fra la Cee ed il "Consiglio di assistenza economica" dei paesi a commercio di Stato. Risale al 1974, infatti, la prima iniziativa della Comunità per la conclusione di accordi di cooperazione con i governi dell’Europa comunista. L’offerta di allora venne ignorata dalla maggior parte dei paesi e si arenarono presto nell’incomprensione reciproca i primi colloqui esplorativi fra la Commissione di Bruxelles ed il segretariato del Comecon. Ma nel corso degli anni la realtà economica ha preso il sopravvento sulle diffidenze politiche ed oggi la Comunità conta cinque accordi sui prodotti tessili e sullo scambio di prodotti siderurgici - con Bulgaria, Ungheria, Polonia, Romania e Cecoslovacchia - oltre ad accordi specifici in campo agricolo.

Con la Romania si è andati già molto più avanti tanto che esiste un accordo generale su tutti i prodotti industriali ed è stata creata una commissione mista, a livello ministeriale, per verificarne periodicamente l’applicazione. Il nuovo corso della politica sovietica dovrebbe ora dissipare le ultime remore e consentire lo sviluppo di questi rapporti settoriali in vere intese di cooperazione economica e commerciale. Incontrando ieri l’ambasciatore romeno a Bruxelles - la Romania esercita la presidenza di turno del Comecon - De Clercq gli ha confermato "la disponibilità della Cee a riprendere il dialogo nell’obiettivo di avviare relazioni ufficiali".

Si è poi detto disposto ad esaminare "tutte le possibilità di pervenire al riconoscimento reciproco, ivi compresa la firma di una dichiarazione politica congiunta" così come il Comecon aveva proposto nel giugno scorso. Gli ha poi comunicato l’invio di lettere ai governi europei del Comecon "per proporre la normalizzazione delle loro relazioni con la Cee". La Comunità vuole evitare che in avvenire il segretariato del Comecon centralizzi e controlli lo sviluppo dei suoi rapporti con i singoli paesi membri dell’organizzazione. I colloqui preliminari svoltisi in questi mesi con tutti i governi interessati fanno prevedere che stavolta la situazione evolverà in maniera piuttosto rapida. Il disgelo apparso clamorosamente nel vertice russoamericano di Ginevra si è confermato ovunque ed il 1986 potrebbe segnare davvero il rilancio dei rapporti fra le due metà dell’Europa.


Autore: Franco Papitto
Fonte: La Repubblica


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

02.04.1986XIII Congresso del Pc bulgaro - Zhivkov segue la svolta URSS
20.02.1986Lacrime, folla, un lungo abbraccio
19.02.1986Emiljan Stanev: il Principe errante
01.02.1986Un sì con riserve della CEE al COMECON
24.01.1986CEE e COMECON verso negoziati
22.10.1985Oggi a Sofia consulto dell’est Gorbaciov si prepara al summit
10.10.1985Turchia: Ozal su Bulgaria, NATO, CEE



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)