Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Presentazione di 3 volumi sulla storia religiosa dei popoli balcanici

31.10.2008 - Perugia

A Perugia, nel contesto di «Umbria Libri 2008», vengono presentati tre nuovi volumi della collana «Europa ricerche», dove confluiscono gli studi di queste «settimane», che offrono - per la prima volta, almeno per il pubblico italiano, - un ampio quadro storico dei popoli dell’area balcanica: sloveni, croati, serbi, bulgari, albanesi, macedoni, e ancora bosniaci, erzegovesi e montenegrini.

Il trittico, elaborato sotto la direzione scientifica dello slavista Sante Graciotti e di Cesare Alzati, ripercorre le vicende religiose del sudest europeo dalla prima evangelizzazione fino ai nostri giorni, incrociando narrazioni diacroniche con trattazioni tematiche e mettendo in evidenza temi importanti anche per il Cattolicesimo occidentale, il dialogo ecumenico e con l’Islam: le relazioni tra Santa Sede e Chiese ortodosse, la presenza di comunità cattoliche di rito romano e di rito greco, i non sempre facili rapporti interconfessionali, la lunga dominazione ottomana e i suoi influssi su costumi, mentalità, letteratura e arte, oltre che sulla storia sociale e sulla cultura materiale del mondo balcanico.

Delineando le vicende religiose, culturali e politiche di questa parte del Continente variamente articolata, i volumi si offrono come strumento, mantenuto rigorosamente entro i confini della ricerca storica e aperto al dialogo e al confronto tra studiosi delle diverse confessioni, e come utile occasione di conoscenza delle identità dei popoli dei Balcani, a noi geograficamente vicini ma forse un po’ sconosciuti o ignorati, per far crescere la consapevolezza della comune appartenenza alla storia europea.

Intervengono:
- Armando Pitassio, Università di Perugia
- Sante Graciotti, Accademia Nazionale dei Lincei
- Roberto Morozzo della Rocca, Università di Roma Tre

Data: 8 Nov 2008 16:00
Luogo: Perugia
Indirizzo: Sala dei Legisti, Palazzo Bonucci, Via Baldeschi 2
Organizzato da: Fondazione Ambrosiana Paolo VI
Categoria: Libro

Presentazione di 3 volumi sulla storia religiosa dei popoli balcanici, a cura di Luciano Vaccaro (Edizioni ITL, Collana Europa ricerche). Nell'ambito di “Umbria Libri 2008”

1. Storia religiosa di Croazia e Slovenia

Il trittico di “settimane” sull’Europa nei Balcani, realizzato dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI, ha affrontato la storia religiosa di Sloveni, Croati, Serbi, Albanesi, Macedoni, Bulgari, e ancora Bosniaci, Erzegovesi e Montenegrini, una storia estremamente frammentata dal punto di vista delle lingue, delle culture e delle religioni, anche all’interno di uno stesso Stato.

La pubblicazione dei saggi, che sono stati proposti sinteticamente nei convegni, intende presentate le diverse identità nazionali e i loro legami con le tre principali componenti religiose – cattolica, ortodossa e islamica –, mettendone in evidenza comuni appartenenze statali, comuni lingue e letterature, comuni basi culturali e civili, ma anche l’impegno a professare la propria religione e ad “esportarla” per ragioni di apostolato e di potere politico.

Questo primo volume sulla Storia religiosa di Croazia e Slovenia (frutto della XXVI settimana europea svolta nel 2004) ripercorre tutta la vicenda religiosa dei due paesi cattolici per antonomasia, dalla loro evangelizzazione fino ai nostri giorni, incrociando la narrazione diacronica con la trattazione tematica, tesa a focalizzare l’esperienza autonoma e l’azione durevole di alcuni settori-chiave della vita religiosa in risposta a problemi e istanze che la storia ha posto e pone al Cattolicesimo di quei popoli.
Le loro vicende costituiscono gran parte della storia del Cattolicesimo nella regione balcanica e in particolare la Croazia è stata un fulcro di irraggiamento del Cattolicesimo nell’Europa Sud-orientale: dalla Bosnia all’Albania, alla Macedonia e Bulgaria, alla Valacchia, fino al cuore stesso delle terre del Gran Turco, soprattutto ad opera di quei generosi missionari che furono prima i Francescani e poi i Gesuiti.

pp. 504, € 20,00

2. Storia religiosa di Serbia e Bulgaria

Il volume – secondo del trittico sull’Europa nei Balcani realizzato dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI – raccoglie i saggi presentati alla XXVII settimana europea dedicata a Serbia e Bulgaria (2005) e si concentra attorno a questi due poli la cui vicenda storica è fortemente intrecciata.

Formatesi come nazioni all’interno del Commonwelth bizantino ed evangelizzate ad opera di missionari bizantini attorno al sec. VIII, la loro storia religiosa ed ecclesiastica esce alla luce con la comparsa dei santi Cirillo e Metodio (sec. IX), la cui opera di evangelizzazione degli Slavi, nella loro lingua, diede importanti frutti nell’area balcanica.

Attorno al Mille, comincia una staffetta politica e culturale tra Bulgaria e Serbia con la creazione di due Imperi splendidi di vita politica, religiosa, letteraria e artistica, il cui influsso si diffonde anche nel Balcano non slavo e nel resto della Slavia orientale.
La caduta sotto il giogo turco alla fine del Trecento segna per i due paesi un grado di sviluppo diverso e una crescente arretratezza, da cui la Serbia comincia ad uscire all’inizio del Settecento e la Bulgaria si libera solo nella seconda metà dell’Ottocento; ma per entrambi il compito principale in campo internazionale è la ricerca di una collocazione congeniale tra Costantinopoli, Mosca e le potenze occidentali, con il problema dei modelli culturali sempre più secolarizzati dell’Occidente.

Nella trattazione emergono in primo piano temi importanti anche per il Cattolicesimo occidentale e il dialogo ecumenico: i rapporti tra Santa Sede e Chiese ortodosse, la presenza di comunità e gerarchie cattoliche di rito romano e di rito greco, il dialogo interconfessionale, la storia della santità – legata ai monasteri dell’Athos, di Serbia e Kosovo, di Bulgaria e Macedonia, e ai martiri della fede – che costituisce la linfa vitale delle Chiese, aldilà delle divisioni ecclesiastiche.

pp. 456, € 20,00

3. Storia religiosa dell’Islam nei Balcani

Il presente volume, a completamento del trittico sui popoli balcanici, raccoglie i saggi della XXVIII settimana europea (2006) della Fondazione Ambrosiana Paolo VI che analizzano fasi, metodi e risultati della conquista e della diffusione dell’Islam, seguendo anche la sorte delle altre confessioni religiose – soprattutto quella cattolica e quella ortodossa, con le loro ricche e articolate espressioni istituzionali e popolari – nel Balcano ottomano durante il processo, prima, di “islamizzazione” e, poi, di “de-islamizzazione”.

L’Islam nel corso della lunga dominazione ottomana ha conquistato una grande parte del Sudest europeo, diffondendosi con vari mezzi e non sempre violenti nelle terre albanesi, bulgare, serbe e croate (specialmente nelle aree bosniaco-erzegovesi), greche, e la vita religiosa islamica ha influito sul costume, sulla mentalità, sulla letteratura, sull’arte, sulla storia sociale e sulla cultura materiale del mondo balcanico.

Dopo la fine del dominio turco, l’espansione territoriale dell’Islam ha subìto progressivamente delle contrazioni; ma la sua presenza è rimasta numericamente rilevante, culturalmente forte e oggi manifesta anche un volto più marcatamente politico e aggressivo, in parte finanziato dall’esterno, e si rivela come fenomeno nuovo, da non considerare solo sul piano religioso.
Quest’area resta ancora, come spesso in passato, una polveriera con questioni politiche, nazionali e religiose irrisolte; ma le Chiese cristiane sono chiamate oggi ad un compito storico apparentemente “impossibile”: assumersi e rendere possibile la pacificazione.

pp. 552, € 20,00


Fonte: Osservatorio sui Balcani




Commenta questa notizia



Notizie

04.11.2008Obama vs McCain: con chi stanno i Balcani?
03.11.2008Bulgaria: cresce il numero dei passeggeri all'aeroporto di Sofia
31.10.2008Bologna: Voci di Donne Bulgare - Le Bistrishki Babi
31.10.2008Presentazione di 3 volumi sulla storia religiosa dei popoli balcanici
31.10.2008Bulgaria: sindaco Sofia teme attentati matrice islamica
29.10.2008Bulgaria: migliaia in piazza per chiedere salvataggio acciaieria
29.10.2008Bulgaria: liberalizzazione del mercato postale a partire dal 2009



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Cittą e Localitą Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Societą Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)