Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  


Bulgaria-Italia Teatri a confronto: le marionette

30.09.2008

Mentre Veliko Târnovo celebra l’indipendenza della Bulgaria dall’Impero Ottomano, a Sofia si chiude il 5° Festival Internazionale della Marionetta e del Burattino, “Panair na kuklite” (17-22 Settembre 2008). Dal 2002 l’evento attira troupe da ogni parte del mondo, anche dall’Italia - ben due compagnie italiane sono presenti alla manifestazione.

Poiché entrambe le nazioni vantano un’antica tradizione della marionetta e del burattino, credo sia interessante esplorare questo mondo, così insolito e curioso, mettendo a confronto per la Bulgaria, lo “Stolichen kuklen teatâr” (Teatro della marionetta della capitale), che ha organizzato il Festival, e per l’Italia il “Teatro Gianduja” di Torino, la mia città natale.

Lo “Stolichen kuklen teatâr”, fondato nel 1946 da Mara Penkova, che impiegò le proprie risorse economiche per pagare i membri della troupe, in un periodo, quello del dopo guerra, estremamente difficile, ottenne velocemente l’approvazione del pubblico.

Nel 1948, il teatro ricevette un sussidio dallo Stato e divenne il primo teatro professionale della marionetta e del burattino della Bulgaria. Nel 1958, la troupe debuttò all’estero, per la prima volta, a Bucarest, e nel 1960 ottenne un prestigioso premio per “Originalità ed immaginazione”, al Festival Internazionale della Marionetta e del Burattino di Bucarest, con un adattamento di “Pietro ed il Lupo” di Sergej Prokofiev.

Negli anni sessanta, il teatro conobbe il suo massimo splendore con rappresentazioni di ogni genere, in tutto il mondo.
Nel 2001, il teatro, ribattezzato da “Centralen kuklen teatâr” a “Stolichen kuklen teatâr” (da teatro “Centrale” a “della Capitale”, ndr), è diventato un’istituzione culturale, associata al comune di Sofia.

L’organizzazione consiste di una troupe permanente, tecnici e personale amministrativo, distribuiti su due sedi, quella di Gen. Josif B.Gurko 14 e Janko Sajzov 19, e di un laboratorio, dove vengono disegnati e creati marionette e burattini.

La compagnia possiede venti titoli in repertorio, ogni anno, e produce 3 nuove rappresentazioni, ogni stagione. Le produzioni includono ogni genere e stile: marionette in miniatura, musical, pantomime, commedie, satire, teatro del grottesco, spettacoli delle ombre, spettacoli di eroi epici, etc. Con la propria arte, la compagnia si propone di portare gioia ed allegria a bambini ed adulti.

Il teatro organizza, inoltre, il Festival Internazionale della Marionetta e del Burattino, “Panair na kuklite”, che si tiene a Sofia, ogni due anni, e che presenta un variegato programma di spettacoli per tutte le età e gruppi sociali. Obbiettivo del Festival è assistere lo sviluppo di giovani professionisti in questa forma di arte, stimolare l’incontro tra le compagnie teatrali di diversi paesi del mondo, nonché favorire l’interscambio di idee in merito allo sviluppo contemporaneo del teatro della marionetta e del burattino. Non ha, quindi, alcun carattere commerciale o competitivo.



Il “Teatro Gianduja” ospita la Compagnia Marionette Lupi, celebre famiglia di marionettisti, attiva a Torino da più di due secoli e conosciuta non soltanto in Italia, ma altresì nel panorama internazionale. Grazie a loro, Torino possiede un museo della Marionetta, che è tra i maggiori d’Italia.

Teatro e museo si trovano nei sotterranei di una splendida chiesa, in perfetto stile barocco, ubicata in Via Santa Teresa 5, dedicata a Santa Teresa d’Avila nel 1642. All’interno della chiesa, infatti, è possibile ammirare le due cappelle dedicate alla Sacra Famiglia e San Giuseppe, disegnate dal celebre architetto e scenografo messinese Filippo Juvarra, che ne ha progettato l’altare, uno dei più belli di Torino.

Nel museo, sono esposte centinaia di marionette, dalle più antiche alle più recenti, costumi, materiale scenico, attrezzature e mobili. La compagnia svolge diverse attività per le scuole, dalle rappresentazioni di repertorio, alle visite guidate nelle sale espositive del museo e nel teatro, con accesso al palco e retropalco. Inoltre, un’interessante iniziativa è rappresentata dai “laboratori”, con i quali la compagnia diffonde il gioco teatrale in tutte le sue espressioni, dalla costruzione delle marionette alla rappresentazione. La compagnia, oltre alle attività per le scuole, tiene corsi per marionettisti principianti e “stage” per professionisti, organizza convegni e seminari sul teatro di figura e la collezione Lupi.

La visita del teatro e del museo possono essere un ottimo motivo per conoscere anche questa straordinaria città regale.

Le informazioni relative ai due teatri sono state ricavate dai siti ufficiali delle compagnie, che consiglio di visitare, per eventuali dettagli ed approfondimenti, o anche soltanto per godere dell’allegria e della gioia, che l’aspetto grafico dei siti offre, o delle bizzarre immagini di antiche marionette:


Autore: Giuseppe Aquilino




Commenta questa notizia



Notizie

06.10.2008Bulgaria: disoccupazione al 5,89% ad agosto
06.10.2008“In modo particolarmente efferato”
01.10.2008Recensione a “Storia delle tradizioni filosofiche dell’Europa Orientale”
30.09.2008Bulgaria-Italia Teatri a confronto: le marionette
30.09.2008Bulgaria: presto la nuova holding energetica
29.09.2008Si apre oggi la Fiera Internazionale Tecnica di Plovdiv
26.09.2008Quei giovani arrabbiati destinati alla ribellione



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Cittŕ e Localitŕ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Societŕ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)