Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Conferenza europea sui rom: contestato il governo italiano

16.09.2008 - Bruxelles

È iniziato decisamente in chiave di protesta contro il governo italiano il primo vertice europeo sui rom, che si sta svolgendo a Bruxelles, organizzato dalla Commissione Ue e dall'Europarlamento. Durante l'intervento iniziale del presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso, e quello successivo del finanziere e filantropo ungherese George Soros, alcune decine di persone, soprattutto di etnia rom, hanno indossato magliette verdi, rosse o bianche, con l'immagine ingigantita di un'impronta digitale e la scritta in inglese «Against Ethnic Profiling» (contro la schedatura etnica).

Barroso ha commentato la protesta affermando: «Siamo d'accordo con il messaggio della maglietta», osservando poi che «il 77% degli europei ritiene che essere rom sia uno svantaggio: è un livello simile a quello indicato per la condizione dei disabili».

Secondo il presidente della Commissione, è perciò «urgente a livello politico e soprattutto umano» risolvere il problema dell'integrazione nelle nostre società dei rom, gran parte dei quali vive «in condizioni inaccettabili per il ventunesimo secolo», soffrendo della «mancanza di prospettive e della discriminazione costante».

Il sottosegretario italiano al Lavoro, Eugenia Roccella, è stata contestata alla conferenza sull'integrazione dei rom a Bruxelles e il suo intervento è stato interrotto dai fischi e dalla decisione dei rappresentanti dei rom di lasciare la sala per protestare contro il pacchetto sicurezza del governo italiano. Roccella non ha potuto terminare il suo discorso, ma è rimasta al suo posto.

I rom presenti in sala si sono rifiutati di ascoltare la giustificazione della schedatura decisa dal governo e hanno abbandonato la sala in piccoli gruppi. Roccella ha infatti spiegato che la misura è volta a «assicurare la legalità e la sicurezza, poiché in caso contrario sarebbero la paura e la diffidenza reciproca ad avere la meglio». I rom hanno spiegato: «Lasciamo la sala per colpa sua, a causa di quello che dice». Poi però alcuni di loro sono tornati in sala e hanno fischiato il sottosegretario.

«Il governo italiano ha intrapreso una raccolta di dati, un censimento per avere le idee più chiare sulla presenza dei rom sul territorio italiano, sui problemi che hanno, sulla situazione nei campi legali e in quelli illegali, al fine di condurre una campagna efficace di integrazione», ha sostenuto Roccella.

Interpellata da numerosi rom che avevano cartelli con su scritto "No alla schedatura etnica", Roccella ha assicurato: «Siamo completamente d'accordo nel rifiutare le discriminazioni su base etnica». I rom sono furibondi per il via libera dato dall'Unione europea al "censimento" dei membri della loro comunità da parte del governo italiano.

Anche il finanziere Soros ha commentato la protesta contro il Governo italiano, dicendosi «estremamente preoccupato per la schedatura su base etnica in Italia», e per il rischio che questa tendenza si diffonda nel resto d'Europa. «Queste misure - ha concluso Soros tra gli applausi - dovrebbero essere illegali».


Fonte: L'UnitÓ




Commenta questa notizia

17.09.2008Commento [piko]
Non hanno ancora capito che dal 2010 ci prendono le impronte digitali a TUTTI in Italia?

PK


Notizie

18.09.2008Rom: quale integrazione?
16.09.2008Archeologi: Ŕ morto Georgi Kitov, scoprý il tesoro dei re traci
16.09.2008Ho paura di te: sei altro, sei straniero
16.09.2008Conferenza europea sui rom: contestato il governo italiano
15.09.2008Bulgaria: cresce del 21% il mercato assicurativo
15.09.2008Bulgaria: al primo posto nel mondo per rincaro degli immobili
12.09.2008Un violino in fuga da Dachau



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)