Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
I legionari di Villadose "conquistano" la Bulgaria

11.06.2008

Villadose protagonista in Bulgaria. Dopo duemila anni, infatti, la Prima Legio Italica torna al suo quartier generale di Novae, in Bulgaria perché dal 27 al 29 giugno si terrà il primo Festival Romano europeo, durante il quale verranno ricostruiti usi e costumi civili e militari del castrum danubiano voluto da Nerone nel 67 dopo Cristo.

«Questa manifestazione rappresenta l'occasione per portare a conoscenza del grande pubblico italiano ed europeo una realtà archeologica ancora poco nota, ma ricca di significati perché da sempre culla della cultura e del dialogo interculturale», ha detto l'ambasciatore di Bulgaria in Italia Atanas Mladenov, nella presentazione che si è tenuta a Roma. «Questo progetto - ha affermato Mladenov - è dedicato alla storia e ai legami che da secoli uniscono Bulgaria e Italia».

Nel corso della tre giorni la Legio I Italica di Villadose, l'associazione che conserva la memoria della legione stanziata a Novae, oggi Svishtov, insieme a istituzioni locali, enti turistici e imprenditori, farà rivivere la legione romana dislocata in quella che all'epoca si chiamava Mesia Inferiore e che oggi è la Bulgaria. Per Andrea Cologni dell'associazione Legio I Italica, «grazie a questa iniziativa sarà possibile non soltanto incrementare il turismo di una zona che sul piano archeologico è ancora tutta da scoprire, e dove si stima che i reperti non ancora emersi siano circa due milioni, ma anche unire le varie culture».

A darsi appuntamento a fine giugno in Bulgaria saranno diciotto gruppi di ricostruzione storica provenienti da 15 Paesi. Entrando nel parco archeologico di Novae i visitatori potranno prendere parte o semplicemente assistere ai combattimenti tra legionari e barbari, alle gare con le bighe, alle danze e agli spettacoli, ma anche presenziare al mercato degli schiavi e ai banchetti tradizionali o effettuare visite archeologiche e intervenire alle conferenze che si terranno in quei giorni. Sul piano culinario si potranno assaggiare piatti dell'epoca o cibi italiani e degustare il vino prodotto seguendo le tecniche di vinificazione romane. «Inoltre verranno proposti dei prodotti filologicamente corretti», ha detto Cologni, specificando che si tratterà di oggetti (come ceramiche, monili o tuniche) che riproducono quelli di età romana. «Infine - ha illustrato la coordinatrice archeologica dell'iniziativa, Laura Romanelli - all'interno del parco archeologico ricostruiremo un tratto di strada romana».


Fonte: Il Gazzettino




Commenta questa notizia



Notizie

19.06.2008La dama e il cavaliere: ecco chi è Darina Pavlova
18.06.2008Adozioni internazionali: in Bulgaria più richieste che disponibilità
16.06.2008Twinning Bulgaria: conclusa l'attività di affiancamento del Formez
11.06.2008I legionari di Villadose "conquistano" la Bulgaria
11.06.200860 ore. E anche di più
10.06.2008Kalofer e dintorni
09.06.2008I lavoratori bulgari sono i meno pagati d'Europa



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)