Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  
Traffico dei minori: per combatterlo il Parlamento Europeo prende una posizione politica

04.06.2008

Oggi l’europarlamentare Marusya Lyubcheva (Bulgaria) ha chiesto al Parlamento Europeo di far rientrare la lotta al traffico dei minori tra le priorità dell’Unione Europea. La Federazione Internazionale Terre des Hommes (TDHIF), attiva da otto anni nel campo, sostiene fortemente questa iniziativa: «La nostra esperienza ci dice che è indispensabile un forte impegno da parte delle istituzioni internazionali e nazionali se vogliamo sconfiggere questo terribile fenomeno», ha dichiarato Raffaele K. Salinari, presidente della TDHIF.

Durante l'odierna minisessione plenaria del Parlamento Europeo l’europarlamentare Marusya Lyubcheva, con l'appoggio di quattro Europarlamentari firmatari, ha lanciato una Dichiarazione scritta (n.50) sulla lotta al traffico dei minori. «Il traffico dei minori è oggi un problema e una sfida per ogni Paese», ha riconosciuto Lyubcheva. «La presenza di questo fenomeno anche all'interno dell’Unione Europea e nei paesi partner rende noi, europarlamentari, responsabili nei confronti delle future generazioni; siamo chiamati a creare condizioni di sicurezza per i nostri bambini», afferma.

Lyubcheva si è appellata all’Unione Europea per sviluppare sia programmi sia politiche di protezione uniformi, mirate alla lotta al traffico dei minori.

La Dichiarazione fa appello agli Stati Membri dell’UE affinché riconoscano la lotta al traffico dei minori come una priorità delle loro politiche nazionali di protezione dei minori, affinché rafforzino la cooperazione tra le nazioni e supportino le autorità e le ONG a creare risposte adeguate di prevenzione e protezione, fornendo un trattamento adeguato alle vittime. Per essere ufficiale questa Dichiarazione deve essere sottoscritta da almeno 400 dei 785 europarlamentari entro ottobre 2008.

«Purtroppo il fenomeno del traffico dei minori negli ultimi anni si sta espandendo drammaticamente e le risposte alla prevenzione e alla lotta di questo crimine contro l’umanità diventano sempre più inadeguate», ha detto Raffaele K. Salinari. «Il nostro lavoro di contrasto al traffico sul campo, portato avanti negli ultimi otto anni nell’ambito della Campagna Internazionale contro il Traffico dei Minori della TDHIF, ci fa dire a ragion veduta che è necessario un forte impegno di tutte le parti politiche internazionali e nazionali, se vogliamo eliminare questo esecrabile fenomeno».

«Beneficiare della conoscenza di ONG esperte è la chiave per dare vita ad una politica adeguata a livello europeo», ha continuato Lyubcheva, «è per questo motivo che ho invitato Terre des Hommes a sostenerci in questa iniziativa». La Dichiarazione si appella al Consiglio dell’Unione Europea e al Parlamento affinché allochino le risorse necessarie per combattere il traffico di minori nell’ambito delle politiche europee a favore dei diritti dei bambini. Per la prima volta il Parlamento Europeo sta ponendo la lotta al traffico dei minori tra le priorità da affrontare per la tutela dei diritti del bambino.

«Ciò dimostra che l’Unione Europea sta progressivamente affrontando il traffico dei minori come una tematica politica specifica e non solo come una sottocategoria del traffico di esseri umani», ha affermato Salvatore Parata, responsabile dell’ufficio di Bruxelles della TDHIF. «La sfida per l’Unione Europea è ancora quella di dare forma a specifici programmi contro il traffico dei minori e stanziare le rispettive risorse. La Dichiarazione lanciata da Marusya Lyubcheva è un passo importante verso questo obiettivo».

La Federazione Internazionale Terre des hommes (IFTDH) ha sede centrale a Ginevra e undici organizzazioni federate in Canada, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Siria, Spagna e Svizzera. Nel 2001 TDH ha lanciato una Campagna Internazionale contro il Traffico dei Minori che comprende oggi più di 75 programmi anti-traffico in 40 Paesi, attività di awareness, formazione e advocacy per il miglioramento delle leggi e delle politiche.

Per maggiori informazioni sul traffico dei minori in Europa: www.tdh-childprotection.org

Terre des hommes (TDH) Italia onlus è una organizzazione non governativa che si occupa di aiuto diretto all'infanzia in difficoltà nei Paesi in via di sviluppo, senza discriminazioni di ordine politico, razziale o religioso.

Creata nel 1994, TDH Italia oggi è presente in 23 paesi di tre continenti con 70 progetti di aiuto umanitario d’emergenza e di cooperazione internazionale allo sviluppo, con programmi in settori quali salute di base e protezione materno-infantile, educazione di base, formazione professionale, protezione dei bambini di strada ed in conflitto con la legge, promozione e sviluppo di attività generatrici di reddito e di sviluppo delle risorse naturali. TDH Italia lavora in partnership con ECHO ed è accreditata presso l’Unione Europea e l’ONU.

Per altre informazioni su TDHIF e su TDH Italia: www.terredeshommes.org e www.terredeshommes.it


Fonte: Confini on line




Commenta questa notizia



Notizie

06.06.2008L’Europa contro l'Italia: troppa burocrazia per bulgari e romeni
05.06.2008Italia in ritardo per le qualifiche di bulgari e romeni
05.06.2008Dopo duemila anni la Prima Legio Italica torna al suo quartier generale a Novae, in Bulgaria
04.06.2008Traffico dei minori: per combatterlo il Parlamento Europeo prende una posizione politica
03.06.2008Spesa più costosa: la Bulgaria in testa
03.06.2008Corridoio VIII: gruppo di lavoro si riunisce in Albania
02.06.2008Resoconto del "Pomeriggio bulgaro sul Lago Maggiore" (24 maggio)


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
Ultime Notizie
 
Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo
Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)