Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Rapporto Onu: nei Balcani meno microcrimine che in Europa occidentale

30.05.2008

Nei Balcani i livelli di omicidi, di violenza, di assalti e di furti sono diventati i più bassi di qualsiasi altro paese in Europa. È quanto si afferma in un rapporto dell'ufficio per la lotta contro la droga ed il crimine delle Nazioni Unite (Unodc), citato da quotidiani di Belgrado.

«Per quanto sorprendente possa sembrare - sottolinea il capo dell'Unodc, Antonio Maria Costa - la regione dei Balcani è una delle zone più sicure in Europa. Il circolo vizioso dell'instabilità politica che alimenta la criminalità e viceversa, che ha colpito i Balcani negli anni '90, è stato rotto e la regione non è più un paradiso per i criminali». Il dettagliato rapporto Unoidc è basato sui dati delle polizie nazionali e delle Nazioni Unite, che coprono dieci paesi: Albania, Bosnia, Croazia, Macedonia, Kosovo, Moldova, Montenegro, Serbia ed i nuovi membri dell'Ue, Romania e Bulgaria. Esso dimostra che in nove anni il numero di omicidi è stato dimezzato nella regione e che il tasso di aggressioni alle persone è ormai inferiore a quello rilevato nell' Europa occidentale. Per esempio, il tasso di furti di automobili è dieci volte meno elevato che in Gran Bretagna ed il numero di armi in circolazione è nettamente inferiore a quello dei paesi occidentali del continente.

Secondo Costa, i Balcani restano un importante anello per vari traffici, in particolare di droga, d'armi e di esseri umani. In particolare sono sempre la via principale per il traffico di eroina verso l'Europa occidentale, da 80 a 100 tonnellate l'anno, anche se la mafia albanese controlla così soltanto il 20% del mercato europeo, contro il 70% all'inizio degli anni 2000. Il traffico di esseri umani legato ai Balcani sarebbe anche in netta regressione, con 25mila vittime l'anno contro 120mila precedenti. «Le riforme in materia di sicurezza, una migliore giustizia penale ed una cooperazione regionale rafforzata ha reso il crimine organizzato più rischioso e meno remunerativo», conclude il direttore dell' Undoc, Costa.


Fonte: L'Unità




Commenta questa notizia



Notizie

01.06.2008Estate 2008: viaggi culturali e di conoscenza in Bulgaria
01.06.2008Assunzione ed assistenza per i lavoratori bulgari in Italia
31.05.2008Festival Italiano in Bulgaria
30.05.2008Rapporto Onu: nei Balcani meno microcrimine che in Europa occidentale
30.05.2008L’alfabeto bulgaro e il dialetto napoletano
29.05.2008Romania oggi: nuovi scenari
26.05.2008Il nucleare e il terremoto, dalla Cina alla Bulgaria, passando per Bnp Paribas



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)