Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Festival Italiano in Bulgaria

31.05.2008 - Sofia

L’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero, sotto gli alti auspici dell’Ambasciata d’Italia, ha il piacere di presentare l’Italian Festival Bulgaria 2008. Giunto alla quinta edizione, il Festival - che si svolgerà dal 23 maggio al 9 giugno - ad operatori economici e agli interlocutori istituzionali in Bulgaria un quadro rappresentativo di alcuni significativi aspetti dell’economia e della cultura del Bel Paese.

Come ogni anno, il Festival, organizzato in più Paesi in concomitanza con il periodo della Festa nazionale della Repubblica del 2 giugno, offre una vetrina delle eccellenze del Made in Italy nel design e nei beni al consumo: dall’enogastronomia alla moda e agli accessori, passando per l’arredamento, l’illuminotecnica, la cinematografia e la musica. Gli eventi in programma saranno distribuiti tra i quattro centri di Sofia, Plovdiv, Varna e Burgas.

L’Italian Festival Bulgaria 2008 è organizzato dall’Ufficio di Sofia dell’Istituto nazionale per il Commercio Estero, con il prezioso contributo di prestigiosi partner privati italiani.


Mеssaggio del Direttore dell’ICE

A distanza di quasi un anno e mezzo dall’ingresso nell’Unione Europea, la Bulgaria si conferma un mercato attraente e in crescita per i prodotti Made in Italy. Con quasi 3,3 miliardi di euro di interscambio nel 2007, l’Italia è il secondo partner commerciale della Bulgaria. Le nostre esportazioni, specie nei settori della meccanica strumentale, sono in netta crescita, in sintonia con un graduale processo di aggiornamento dell’industria nazionale.

Sul fronte dei beni di consumo, gli estimatori del design e della qualità italiani non mancano: dall’enogastronomia all’arredamento, passando per la moda-abbigliamento, i consumatori bulgari dimostrano sempre più di apprezzare i nostri prodotti. Basta passeggiare per la centralissima Via Vitosha di Sofia per vedere un susseguirsi di grandi firme italiane; i reparti gourmet delle più prestigiose insegne della distribuzione espongono una gamma di vini e di prodotti alimentari italiani di tutto rispetto. Per non parlare dell’arredamento, presente in forze nei più importanti punti di vendita.

Eppure, molto resta da fare, ed è per questo motivo che questa quinta edizione dell’Italian Festival Bulgaria si presenta particolarmente ricca di iniziative, come potrete constatare sfogliando il Programma e ci porterà da Sofia a Plovdiv, da Burgas a Varna.

Ma non prima di aver fatto una puntata a Berkovitsa, in casa Rigoni di Asiago, per l’ormai tradizionale Festa della Fragola, sui campi di produzione della sua Azienda bulgara.

Ai prodotti alimentari ed ai vini, saranno dedicate una serie di degustazioni rivolte al pubblico professionale, che culmineranno nell’Italian Wine Tasting del 9 giugno a Sofia. Tra gli altri appuntamenti, vorrei ricordare il corso per cuochi bulgari, organizzato con la Scuola di Serramazzoni (Modena). La moda e l’abbigliamento vedranno alla ribalta famosi marchi italiani, accanto alle nuove creazioni sulla passerella della Regione Siciliana. Prestigiose showrooms di Sofia esporranno, poi, nel Palazzo Nazionale della Cultura, i loro migliori “pezzi” di design italiano: mobili, illuminazione, accessori per l’arredamento.

Formazione, investimenti, qualità saranno i temi di altrettanti momenti “operativi” del nostro calendario: Agenzia bulgara per le PMI, Ministero dell’Economia e dell’Energia, Comitato dell’imprenditoria italiana in Bulgaria saranno nostri partner in una serie di corsi e di seminari dedicati alle Aziende italiane e bulgare. La Camera di commercio italiana in Bulgaria ha scelto il nostro Festival quale cornice per la propria Riunione d’Area e per un convegno.

Con le proiezioni di recenti opere cinematografiche, una Mostra di arte contemporanea, due concerti per flauto e i concerti dedicati alla musica classica italiana, avremo il privilegio di ascoltare il violino di Salvatore Accardo a Sofia la sera del 28 maggio, in un’esecuzione di Paganini con l'Orchestra di Sofia, diretta da Luciano Di Martino.

Ma non vorrei concludere senza rivolgere un sentito ringraziamento agli sponsors Unicredit-Bulbank ed ENEL Bulgaria per l’importante contributo alla realizzazione del Concerto del Maestro Accardo, nonché al Console Onorario d'Italia a Plovdiv, Signor Pietro Ghia ed al Comitato Consultivo per l’Imprenditoria italiana in Bulgaria che hanno reso possibili i concerti di Plovdiv e di Burgas.


Autore: Fabrizio Camastra
Fonte: Italian festival


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

02.06.2008Resoconto del "Pomeriggio bulgaro sul Lago Maggiore" (24 maggio)
01.06.2008Estate 2008: viaggi culturali e di conoscenza in Bulgaria
01.06.2008Assunzione ed assistenza per i lavoratori bulgari in Italia
31.05.2008Festival Italiano in Bulgaria
30.05.2008Rapporto Onu: nei Balcani meno microcrimine che in Europa occidentale
30.05.2008L’alfabeto bulgaro e il dialetto napoletano
29.05.2008Romania oggi: nuovi scenari



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)