Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  
Rifiuti: Traffico internazionale da porto Bari, indagini

27.03.2008 - Bari

Il porto di Bari potrebbe essere il crocevia di traffici illeciti internazionali di rifiuti speciali: la conferma arriva dalle indagini della procura della Repubblica del capoluogo pugliese che, tra gennaio e febbraio scorsi, ha sequestrato in otto occasioni camion carichi di centinaia di tonnellate di alluminio e di batterie esauste per autoveicoli. Soprattutto le batterie, provenienti dal Kosovo, erano dirette a un impianto salentino, gli altri rifiuti (tra cui vi sono sempre batterie) erano in uscita, con destinazione la Bulgaria.

Nell'inchiesta i sostituti procuratori inquirenti, Roberto Rossi e Renato Nitti, ipotizzano il reato di spedizione transfrontaliera di rifiuti nei confronti di cinque autisti macedoni bloccati alla guida di altrettanti camion carichi di rifiuti. Il sospetto è che oltre alle batterie (prive di involucri e non bonificate) e all'alluminio, esportati all'estero dove verrebbero utilizzati come materia prima dopo presunti trattamenti di recupero, vi siano anche fanghi di depurazioni provenienti dal Nord Italia che avrebbero passato la frontiera ispettiva di Bari con destinazione in Bulgaria dopo essere stati classificati come concimi.

Le indagini sono state avviate dopo controlli casuali dai quali è emerso che, fino all'autunno scorso, dal porto di Bari non era transitato alcun rifiuto. Dato questo che ha destato qualche sospetto. Si è quindi creata una task force nella quale al personale della Dogana e alle forze di polizia sono stati affiancati i tecnici dell'Arpa. Sono così cominciati i primi sequestri. Il primo è stato un carico di circa 120 tonnellate di alluminio e di batterie per autoveicoli (anche pesanti) prive dell'involucro accatastati su cinque camion che, dal Kosovo, erano destinate ad un impianto salentino che avrebbe trasformato il piombo contenuto nelle batterie in pallini. Successivamente, è stato sequestrato un carico di batterie diretto in Grecia e da qui in Bulgaria. Fino a fine febbraio sono stati bloccati altri camion carichi sempre di batterie e alluminio.


Fonte: ANSA




Commenta questa notizia

31.03.2008Commento [fm44476]
Vorrrei esprimere i miei piu' cari ringraziamenti alle istituzioni italiane che non danno la possibilita' di venire da noi le immondizie di carattere soprascritto! Se dopendesse da nostri - senza nessun scrupolo direbbero di si!Meno male che ce ne sono dei paesi pu' sviluppati in qualli finzionano le istituzioni come si deve!
31.03.2008Commento [koterosa]
Meno male... che la Bulgaria e già sporca di suo !!!


Notizie

27.03.2008Kosovo o non Kosovo?
27.03.2008Nella vasca con i piranha: schiava del circo a 19 anni
27.03.2008Vita da free-lance
27.03.2008Rifiuti: Traffico internazionale da porto Bari, indagini
26.03.2008Col cuore e con la testa
26.03.2008Telelavoro: tecnologie e metodologie (convegno)
26.03.2008Circo degli orrori: lo Stato lo ha finanziato



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)