Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Stagionali al sud, vita da sfruttati

30.01.2008 - Roma

Per letto un cartone o un materasso sistemato in strada, per salario una miseria, senza diritti e succubi di caporali disonesti che guadagnano sul loro già magro compenso: è così che i braccianti stranieri vivono nella condizione di lavoratori stagionali in agricoltura delle regioni meridionali. La fotografia del drammatico fenomeno, pieno di sfruttamenti e diritti mancati che interessa migliaia di persone, è scattata da un rapporto di Medici senza frontiere, "Una stagione all'inferno", presentato oggi. Msf ha intervistato da luglio a novembre 2007 circa 600 immigrati (il 72% senza permesso di soggiorno, provenienti fra l'altro da Sudan, Eritrea, Algeria, Marocco, India, Bulgaria, Romania) impegnati nella raccolta di prodotti agricoli come pomodori, kiwi, uva, meloni, agrumi. Otto i centri agricoli sottoposti ad indagine: Piana del Sele; province di Latina e di Foggia; Metaponto; Valle del Belice; Palazzo San Gervasio; Piana di Gioia Tauro. L'organizzazione umanitaria punta il dito contro le istituzioni, nazionali e locali, che "si tappano gli occhi, orecchi e bocche dinanzi al massiccio sfruttamento di stranieri perché necessari al sostentamento delle economie locali".

- NOVE LAVORATORI SU 10 OCCUPATI AL NERO. Lavorano per non più di quattro giorni la settimana; si comincia dall'alba, per 8/10 ore. Metà guadagna tra i 26 e 40 euro mentre poco più di un terzo 25 euro o meno; il 37% dichiara che dalla paga giornaliera sono sottratti da 3 a 5 euro per i caporali.

- IL 65% VIVE IN STRUTTURE ABBANDONATE, SENZA SERVIZI IGIENICI. Per lo più occupano locali in affitto; il 10% vive in tende o campo di accoglienza; il 5% dorme nelle strade o nelle piazze. Il 53% dorme per terra sopra un cartone o un materasso. Ed ancora: il 62% non dispone di servizi igienici, il 64% non ha accesso all'acqua corrente e il 69% alla luce; nel 92% dei casi gli alloggi sono sprovvisti di riscaldamento.

- LA MAGGIOR PARTE NON HA LA TESSERA SANITARIA. E' la condizione del 71%. Il 76% delle persone ha riferito di essere in buone condizioni di salute, eppure, al momento della visita di Msf al 72% è stato riscontrato almeno un sospetto diagnostico, di cui il 73% è risultato una malattia cronica. Patologie più diffuse: lombalgia (22%), micosi della pelle (15%), malattie respiratorie (13%), gastroenteriche (12%) e del cavo orale (11%). Infine, nel 10% dei casi si è riscontrata una malattia infettiva (come gastroenteriti) dove il contagio è favorito dalla scarsa igiene e dal consumo di acqua contaminata.

- NON SOLO DISAGI MA ANCHE VIOLENZE. Un giovane proveniente dal Darfur è stato medicato da Msf per una ferita lacero contusa al labbro, riportata in seguito ad un'aggressione del caporale. In genere, il 16% denuncia di essere stato vittima di intolleranza e violenza, come insulti e lancio di pietre o oggetti. Msf chiede alle istituzioni di "garantire le condizioni minime di accoglienza a tutti gli immigrati impiegati nelle produzioni agricole" ed auspica che il servizio sanitario nazionale informi gli stranieri sui diritti alla salute oltre che fornisca loro di risposte sanitarie adeguate attraverso l'istituzione di ambulatori dedicati e di servizi di mediazione culturale.


Autore: Agnese Malatesta
Fonte: ANSA


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

01.02.2008Veneto e Bulgaria coopereranno con progetto europeo
01.02.2008La Convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione delle vittime di tratta
31.01.2008Bulgaria: credito BERS e finanziamenti a fondo perduto per l'efficienza energetica
30.01.2008Stagionali al sud, vita da sfruttati
30.01.2008Medici Senza Frontiere: una stagione all'inferno
22.01.2008Il ponte
21.01.2008Nucleare: Bulgaria; abbiamo scelto energia atomica, premier



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)