Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Bulgaria e Romania un "euranno" dopo…

21.01.2008

A un anno dall'adesione di Romania e Bulgaria all'Unione europea, abbiamo chiesto ad alcuni eurodeputati rumeni e bulgari le loro impressioni sul nuovo trend europeo, dopo le elezioni dello scorso 20 maggio in Bulgaria e del 25 novembre in Romania. I 18 neo-eurodeputati bulgari e i 35 rumeni resteranno in carica sino al giugno 2009 quando si terranno le prossime elezioni europee in tutti i 27 Stati membri.

Cambiamenti nella vita quotidiana

Dopo 12 mesi si può già tracciare un bilancio dei primi cambiamenti occorsi nella quotidianità dei cittadini bulgari e rumeni. Benefici concreti come stabilità economica, accesso ai fondi strutturali Ue o approvazione di nuovi programmi hanno dato ai cittadini bulgari "una maggiore fiducia in se stessi e il sentimento di aver fatto la scelta giusta", spiega l'eurodeputata bulgara del gruppo socialista Marusya Lyubcheva (PSE).

In Romania, invece, racconta l'eurodeputato rumeno Marian-Jean Marinescu del gruppo dei partito popolare europeo e democratici europei (PPE-DE), i più grandi cambiamenti sono stati "l'abolizione dei controlli in frontiera, la possibilità di lavorare legalmente all'estero e il riconoscimento dei titoli di studio".

Impegno per i cittadini

Per tutti i neo-eurodeputati, l'impegno per i cittadini occupa il primo posto dell'attività politica. Farsi "portavoce delle richieste" e "avere un riscontro" dal settore lavorativo, come quello vitivinicolo, è per la deputata bulgara Petya Stavreva del gruppo del partito popolare europeo e democratici europei (PPE-DE), "l'aspetto più importante del suo ruolo".

"Migliorare la qualità di vita dei propri cittadini" é invece ciò che conta di più per il collega rumeno Marinescu del gruppo dei partito popolare europeo e democratici europei (PPE-DE), attento soprattutto "ai temi legati al lavoro".

Elezioni europee 2009

La grande sfida sarà però l'elezione europea del 2009. Sono due le ricette dell'eurodeputato bulgaro Metin Kazak del gruppo dell'alleanza dei liberali e dei democratici per l'Europa (ALDE) per aumentare la partecipazione popolare: "Maggiore consapevolezza nell'agenda del Parlamento europeo e del suo ruolo nel processo decisionale", ma anche "educazione informale alla cittadinanza europea".

"Se i cittadini capiscono il valore aggiunto dell'Europa per le politiche dei singoli paesi membri, commenta l'eurodeputato rumeno Adrian Severin del gruppo socialista (PSE), allora diventeranno 'convinti sostenitori' dell'Ue". Prima controprova, "la partecipazione al voto alle Euro-elezioni 2009".


Fonte: Parlamento Europeo




Commenta questa notizia

01.02.2008Commento [miladin]
non mi sembra che dalla entrata nella U.E. la BG. ne abbia tratto un grosso guadagno economico, il valore aggiunto come indicano i sig. europarlamentari sara' un beneficio per pochi (loro compresi) mentre il disagio economico per la maggior parte della popolazione aumenta in maniera considerevole. Vivo periodicamente in BG per cui le mie osservazioni sono reali non dettami da bulgari incontrati in Italia,
cari amici bulgari il riallineamento dalla Vostra valuta alla valuta europea Vi finira ...
leggi tutto


Notizie

30.01.2008Medici Senza Frontiere: una stagione all'inferno
22.01.2008Il ponte
21.01.2008Nucleare: Bulgaria; abbiamo scelto energia atomica, premier
21.01.2008Bulgaria e Romania un "euranno" dopo…
19.01.2008Lettera Da Mosca: Lukascenko contro i negozianti
18.01.2008Eni: firma dell'accordo Bulgaria-Russia gasdotto South Stream
18.01.2008Cittadini comunitari - Marche e Piemonte assicurano le cure mediche ai non iscritti al SSN



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)