Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro

Subscribe
Share/Save/Bookmark
     




           Utente: non registrato, entra

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on Google+   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Notizie


 
• La produttività del lavoro in Bulgaria cresce del 3,7%
• Giornalismo d'inchiesta in Bulgaria, la sfida è resistere
• Shopping online libero: addio a blocchi geografici e reindirizzi automatici
• Bulgaria: rassegna cinematografica "Italia oggi" 6 – 16 dicembre
• "Turkish Stream": il gas tra Russia, Turchia e Balcani
•
   
Tutte le notizie

    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
• Arte in Bulgaria
• Biblioteca
• Cinema bulgaro
• Lingua e cultura italiana
• Storia della Bulgaria
• Letteratura
• Lingua Bulgara
• Monasteri
• Musica
• Poesia
• Teatro
• Traci

Cittΰ e Localitΰ
• Sofia
• Plovdiv
• Varna
• Burgas
• Koprivshtitza
• Bansko
• Borovets
• Pamporovo

Economia
• Agricoltura
• Banche e Finanza
• Energia
• Fiere
• Infrastrutture
• Investimenti
• Telecomunicazioni

Folklore
• Cucina bulgara
• Fiabe
• Nestinari
• PopFolk e Chalga
• Valle delle Rose
• Vampiri

Informazioni
• Mappa
• Inno Nazionale
• Scheda Paese
• Dizionario IT-BG

Notizie

• Ambiente
• Cultura
• Cronaca
• Economia
• Esteri
• Lavoro
• Immigrazione
• Politica
• Sport

Bulgaria e ...
• Iraq
• Libia
• NATO
• Basi USA
• Unione Europea
• Monografie

Politica e Governo
• Ambasciate
• Ambasciata di Bulgaria
• Ambasciata d'Italia
• Istituzioni
• Politica ed Elezioni
• Legislazione italiana

Societΰ
• Bulgari in Italia
• Diritti umani
• Informazione
• Radio Bulgaria
• Sindacati
• Sport
• TV Bulgaria

Turismo
• Alberghi
• Appunti di Viaggio
• Fai da te
• Informazioni Valutarie
• Montagna
• Viaggio in Aereo
• Viaggio in Auto
• Viaggio in Bici
• Viaggio in Camper

  
Bulgaria, l’ex re Simeone II diventa premier

13.07.2001 - Sofia

Da re-bambino a primo ministro di uno stato repubblicano: il sogno dell’ex monarca Simeone II di Bulgaria è diventato realtà. Dopo la schiacciante vittoria delle elezioni politiche del 17 giugno, ieri l’ex sovrano 64enne ha accettato l’incarico di premier, affidatogli dal presidente della Repubblica Petar Stoyanov, dopo che il gruppo parlamentare del suo partito politico - Movimento Nazionale Simeone II - aveva deciso all’unanimità di nominarlo alla carica di capo del governo.

“Accetto l’offerta con grande entusiamo”, ha commentato Simeone II dopo la nomina, non mancando di ringraziare gli elettori “per la fiducia” espressa nelle elezioni politiche del mese scorso, quando il suo partito si era aggiudicato in Parlamento 120 seggi, solo uno in meno rispetto alla maggioranza.

La scalata verso il potere dell’ex re-bambino rappresenta un’assoluta novità sul piano politico internazionale. Tra i 20 monarchi del mondo cacciati dopo la Seconda Guerra Mondiale, Simeone II è l’unico ex sovrano ad essersi candidato a elezioni politiche, ad averle vinte e ad aver conquistato adesso il ruolo di primo ministro della Bulgaria, uno dei paesi più poveri dell’ex blocco sovietico.

Appartenente al casato di Sassonia Coburgo, parente di Elisabetta d’Inghilterra, di Alberto di Belgio, e persino dei Savoia - la madre è Giovanna, terzogenita di Vittorio Emanuele III - alla morte del padre Boris, Simeone II viene eletto re. È il 1943 e il futuro premier ha solo sei anni. La corona, però, non rimane a lungo sulla sua testa. Tre anni dopo, un referendum popolare abolisce la monarchia e il re-bambino è costretto all’esilio. Prima in Egitto, poi in Spagna. Nel 1996, quando oramai la cortina di ferro è solo un brutto ricordo, e la Bulgaria è un paese democratico, Simeone II rientra nel suo paese, ricevendo grande consenso tra la sua gente. Consenso, che, cinque anni dopo, culmina con la clamorosa vittoria alle elezioni.

Ora l’ex re-bambino e nuovo leader politico di una coalizione di centro-destra assicura di risollevare le sorti del paese, promettendo “in 800 giorni un rapido cambiamento della qualità della vita”. Lo aveva annunciato già nel febbraio scorso, quando aveva detto che la sua vita aveva ormai un solo scopo, “lo sviluppo della Bulgaria come paese moderno”.
Lo ha ribadito ieri, anche se con una certa prudenza: “Il mio compito è estremamente difficile, ma con la buona volontà e l’aiuto di tutti, e tenendo presente solo il benessere del popolo, spero di poter realizzare tutto quello che ho promesso agli elettori”.

E di promesse ne ha fatte parecchie. A cominciare dalla riduzione della disoccupazione - che in Bulgaria nonostante gli aiuti del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale, è ancora ferma al 18 per cento - alla presenza di maggiore giustizia sociale. E ancora: lotta, contro la corruzione, che fomenta la povertà e allontana gli investimenti stranieri, e contro la povertà.

Si calcola che nel paese, sottoposto da quattro anni ad una pesante cura di austerità, il reddito medio pro-capite non va oltre i tre milioni di lire all’anno. In una situazione economica così drammatica, i bulgari credono alle speranze di cambiamento annunciate dalla buona campagna elettorale di Simeone II. Con il suo Movimento, sorto alla vigilia delle elezioni, il neo-politico, un tempo abile uomo d’affari, si è conquistato la fiducia popolare, promettendo al paese di non rimanere fanalino di coda di un’Europa che ai circa 8 milioni di bulgari appare forse sempre più irraggiungibile.

Intanto, l’incarico ufficiale di formare il governo verrà dato a Simeone II solo domenica prossima. Ma il neo-premier gia ieri ha fatto sapere di puntare ad un esecutivo di coalizione, con la quasi certa partecipazione del Movimento per i Diritti e le Libertà, espressione dell’etnia turca presente in Bulgaria, che conta su 21 seggi, e che, grazie a questa coalizione entrerà per la prima volta a far parte del governo bulgaro.


Autore: Cinzia Zambrano
Fonte: L'Unitΰ


Per approfondire: Speciale Elezioni 2001



Commenta questa notizia



Notizie

14.07.2001L’ex sovrano di Bulgaria: «Chiamatemi cittadino Borissov»
13.07.2001Una repubblica governata da un (ex) re
13.07.2001La Bulgaria si affida all’ex sovrano per uscire dalla crisi
13.07.2001Bulgaria, l’ex re Simeone II diventa premier
10.07.2001Il memorandum degli studiosi bulgari sulla crisi in Macedonia
06.07.2001Palilula (Dove si accendeva la pipa)
03.07.2001Un Bellini multimediale: Julian Kovatchev ha aperto il Ravenna festival


Ambiente | Cronaca | Cultura | Economia | Esteri | Lavoro | Migrazioni | Politica | Sport
Speciali: Presidenza UE2018 | Iraq | Libia | NATO | Basi USA | Unione Europea | Due operaie morte | 1989-2009
News Feeds: Italiano | Inglese | Bulgaro
Tutte le Notizie | Новини на Български | Parole Famose | RSS
    Notizie
  Temi
• Ambiente
• Cronaca
• Cultura
• Economia
• Esteri
• Lavoro
• Migrazioni
• Politica
• Sport

Speciali
• Presidenza UE2018
• Iraq
• Libia
• NATO
• Basi USA
• Unione Europea
• Due operaie morte
• 1989-2009
• Parole Famose

News Feeds
(rss)
• Italiano
• Inglese
• Bulgaro

Media bulgari
(english)
• BTA
• Sofia News Agency
• Sofia Globe

• Новини на Български
 
Tutte le Notizie | RSS

Home | Notizie | Forum | Club | Associazione | Annunci | Directory | Biblioteca | Meteo | Foto del giorno | Immagini | Parole famose | Cerca
Turismo | Hotel | Shop | Traduzioni | Appunti di Viaggio | Bulgari in Italia | Cartoline | Sondaggi | Dicono di noi | SocNet  Български English Русский Franηais Български (Автоматичен превод)
Contattaci Bulgaria-Italia