Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
BNR: quando lo stato di necessità diventa Vittoria

11.07.2006 - Sofia

Intervento della corrispondente della Radio Nazionale Bulgara Elena Chahanova durante la trasmissione “Na finala”

Gaio Giulio Cesare è stato uno solo. Il 10 luglio 2006, a Roma sono entrati insieme nel Circo Massimo, 23 come lui, con lo stile maestoso della di lui moglie Cleopatra, non perché pregni di possenza, ma perché la possenza del popolo li ha fatti sentire come gli imperatori del mondo; dandogli la consapevolezza di quello che hanno raggiunto.

L’accoglienza riservata alla squadra azzurra – 4 volte campione del mondo , mi ha fatto ricordare l’indimenticabile film “Cleopatra” con Elisabeth Taylor e Richard Burton. E, questi cesari del XXI secolo, sono entrati nella Città Eterna con una gioia terrestre, quella stessa gioia che provavano i propri tifosi, che hanno consegnato a Gigi Buffon, un grande striscione:”Siamo orgogliosi di essere italiani”. E come non essere orgogliosi di questi 23 ragazzi, dei loro tecnici e di tutto lo staff della nazionale e con loro più di 1 milione di persone sulle strade e le piazze di Roma, simbolo della gioia di tutta Italia! Questi ragazzi devono a se stessi, l’aver superato il brutto, il cattivo, lo scandalo del calcio, per scoprire il bello, la gioia e la euforia extraterrestre.

Un grosso contributo al concetto di orgoglio lo ha dato anche Carlo Azeglio Ciampi, fino a poco tempo fa Presidente della Repubblica; piano, piano e con molta delicatezza, lui ha fatto capire agli italiani cosa vuol dire tricolore, appartenenza nazionale e senso di orgoglio sia nel bene che nel male. Perché, la positività ed il bene, si possono scoprire lì, dove meno si aspettano e possono così consentire di raggiungere inaspettate gioie nella vita. Quindi non dobbiamo meravigliarci delle migliaia di bandiere sventolate al Circo Massimo a Roma, della accoglienza riservata alle Frecce Tricolori, gli aerei più pazzi e più felici sopra la Terra, che hanno composto nei cieli azzurri figure come “Berlino 2006” ed un grande cuore.

Una squadra nazionale, capace di unirsi e di porsi al di sopra di scandali ed intrighi, che fa vedere al mondo ed alle classifiche della FIFA, che ci sono dei giocatori, che senza immagini pubblicitarie o di studio, diventano grandi campioni e si meritano l'Ordine al Merito della Repubblica, che il neo Presidente d’Italia Giorgio Napolitano gli consegnerà nei prossimi giorni.

Questi ragazzi rappresentano quella bellezza che una nazione può dare, con quella importanza morale simile a quei valori che portano i militari italiani impegnati in missioni di pace nei punti più caldi del mondo. E’ vero che su un campo sportivo fortunatamente non ci sono vittime umane, tuttavia la bellezza dei valori morali sta anche nella loro capacità di manifestarsi in vario modo. Ed ecco perché, la squadra azzurra è orgogliosa e la gente gioisce, vedendo che qualcosa di bello in questo mondo comunque c’è. Dal loro animo, durante i festeggiamenti al Circo Massimo, è scaturito l’appello verso Gianluca Pessotto a tenere duro ed a lottare per la vita e in questo momento commovente, Alessandro Del Piero da imitatore del leggendario Freddy Mercury, è diventato l’uomo, che riflettendo dentro di se, pensa alla salute del suo ex compagno di squadra. Qualche ora più tardi, Cannavaro e compagni, sono andati a trovare Pessotto in ospedale, portandogli la Coppa del Mondo, a dimostrazione che qualcosa di “Peso” questo trofeo ce l’ha; e le lacrime ed i sorrisi di quell’attimo sono sacrosanti.

“Veni, vidi, vici” – dicevano gli antichi romani. L’assolutamente sconosciuto Fabio Grosso è andato a Berlino ed è diventato stella. Fabio Cannavaro stella lo era già, ma non così tanto da attrarre le attenzioni della Fifa; tuttavia la Coppa dei Campioni del Mondo l’ha alzata lui, anche se “zio” Blatter, chiamato anche Fifa Blatter, ha inventato manovre misteriose, per non essere presente alla premiazione dell’Italia.
Quella Italia composta da stelle tanto pagate e di illustri calciatori semi sconosciuti ai più, che ha trovato le necessarie motivazioni per chiudere quelle tante bocche con lingue tendenziose.

E che dire di Zidane e Materazzi? L’italiano gli avrebbe offerto di giocare insieme a lui nell’Inter. Il mega giocatore si è sentito offeso. Scherzi di parole a parte, Materazzi ha dimostrato molta più maturità di Zidane, così come De Rossi quando ha tirato il calcio di rigore al portiere francese Bartes; Daniele pensava, che se non avesse segnato, i giornalisti lo avrebbero massacrato doppiamente, dopo il cartellino rosso, che lo ha fatto star fuori per 4 partite mondiali, il risultato si è visto!

E così lo stato di necessità ha insegnato agli azzurri come arrivare alla felicità ed alla Vittoria. In suo onore, calciatori, ministri e milioni di tifosi al Circo Massimo hanno cantato l’inno nazionale e ”Azzurro” di Adriano Celentano. Tuttavia il primato delle canzoni preferite dai tifosi, degli stadi e degli azzurri appartiene alla canzoncina inventata da Totti durante il festival di Sanremo. Totti l’ha chiamata “Po,po,po,po…”; si tratta del ritornello di “Seven motion army” dei White Strips. Sarà il motivo hit del campionato di calcio in arrivo, che contribuirà a ricordare gli sforzi dei valori sportivi che hanno portato alla quarta conquista della Coppa del Mondo e, che dei metodi stile Moggiopoli si può e si deve fare a meno.


Autore: Elena Chahanova
Fonte: Radio Nazionale Bulgara




Commenta questa notizia



Notizie

18.07.2006Con o senza lo ''Yashmak''?
17.07.2006Bulgaria: progetti infrastrutturali (fondi 2006-2015)
11.07.2006Generali entra in Bulgaria
11.07.2006BNR: quando lo stato di necessità diventa Vittoria
06.07.2006Sofia, quando Berlinguer doveva morire
30.06.2006Sofia e le olimpiadi invernali, un amore impossibile
30.06.2006Bulgaria: stop allo sgombero del ghetto rom di Sofia



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)