Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  


Roma: si apre la mostra "I Tesori della Bulgaria: dal Neolitico al Medioevo"

14.02.2006 - Roma

Le Sale delle Bandiere del Palazzo del Quirinale ospiteranno dal 15 febbraio al 15 marzo una grande mostra dedicata ai “Tesori della Bulgaria. Dal Neolitico al Medioevo”.

Dall’epoca della lontana preistoria all’Età del Bronzo, al periodo classico, a quello romano e fino ai nostri giorni, il territorio dell’attuale Bulgaria appare come il luogo privilegiato che ha visto il mondo mediterraneo confrontarsi con popoli e realtà nuovi, pronti a subire il fascino della cultura classica.

Durante la visita di Stato del Presidente della Repubblica Italiana in Bulgaria, gli archeologi bulgari hanno proposto all’ammirazione del Capo dello Stato e della Signora Ciampi alcuni degli straordinari tesori portati alla luce negli anni 2004 e 2005 nel corso di campagne di scavo particolarmente fruttuose condotte nella “valle dei re traci”. I più importanti di questi tesori, in parte restaurati dall’Italia, proposti per la prima volta all’ammirazione del pubblico, faranno parte del corredo della mostra.

Le tombe dei re traci, databili ad un periodo compreso tra il V e il III secolo a.C., con i loro sontuosi corredi fatti di oggetti in oro, argento e bronzo, di vasi di squisita fattura ellenica, aprono un nuovo affascinante capitolo sui rapporti tra la Grecia centrale, la Macedonia e i territori della Tracia.

L’analisi stilistica dei gioielli rinvenuti nelle sepolture non lascia alcun dubbio sul ruolo essenziale che artisti ed orafi greci hanno avuto nella realizzazione di questi capolavori. Questo dato apre un nuovo interessante capitolo sulla diffusione della cultura nell’antichità.

Sin dalla lontana pre e protostoria appare evidente che artigiani ed artisti prestavano la loro opera presso centri di potere diversi. La circolazione delle idee, delle tecniche e delle persone all’interno degli ampi territori dell’Egeo, dell’Anatolia, dell’area danubiana appare come un dato essenziale che spiega l’emergere delle prime civiltà europee.

La mostra, voluta dai Presidenti Ciampi e Parvanov, è nata dalla collaborazione amichevole e fruttuosa tra l’Italia e la Bulgaria e dall’amore che i due Paesi nutrono per ogni iniziativa in grado di aiutare i cittadini d’Europa a ritenersi figli di una storia comune.

Il pubblico potrà accedere alla mostra, con ingresso gratuito e senza bisogno di prenotazione, dalla Piazza del Quirinale, nei giorni feriali (da lunedì a sabato) dalle ore 9.00 alle ore 13.30, e dalle ore 15.30 alle ore 19.00. L'orario di apertura domenicale resta fissato dalle ore 8.30 alle ore 12.00, in concomitanza con l'apertura al pubblico delle sale di rappresentanza.


Fonte: Ufficio Stampa della Presidenza della Repubblica




Commenta questa notizia



Notizie

18.02.2006Euroshoes: l'esito della prima fase delle ispezioni
17.02.2006Islam nei Balcani: il vecchio e il nuovo
15.02.2006Bulgaria: mini-mutui per ristrutturazioni edilizie per il risparmio energetico
14.02.2006Roma: si apre la mostra "I Tesori della Bulgaria: dal Neolitico al Medioevo"
14.02.2006I bulgari, un popolo in estinzione?
13.02.2006La febbre delle caricature
13.02.2006Balcani, anche griffes italiane nello sfruttamento del lavoro



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Cittą e Localitą Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Societą Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)