Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Bulgaria-Italia, un incontro di culture

28.01.2005

Dal 2002 un’associazione promuove l’interscambio tra i due popoli

Una favola bulgara racconta che un vecchietto dalla barba bianca tentò una volta di estrarre una rapa prima da solo e poi con l’aiuto di tutta la sua famiglia, del cane, del gatto e infine di un topolino. L’esempio di letteratura popolare aiuta a capire il popolo che l’Associazione Bulgaria-Italia cerca di farci conoscere meglio ogni giorno.

L’Associazione è operativa dall'inizio del 2002 ed è “ospitata” gratuitamente dal sito "Bulgaria-Italia" (www.bulgaria-italia.com), con il quale collabora su obiettivi comuni. L’ente è senza fine di lucro e si propone una serie di scopi sicuramente meritori.

Obbiettivi principali sono: la promozione ed incentivazione degli scambi culturali ed economici tra l’Italia e la Bulgaria; il sostegno delle iniziative volte all’interscambio culturale, economico, politico e sociale tra gli Stati; la promozione dell’inserimento sociale dei cittadini bulgari in Italia ed italiani in Bulgaria; la promozione di attività di assistenza sociale, economica, formativa e tecnica.

L’associazione si propone di realizzare i propri obiettivi attraverso la creazione di momenti di socializzazione, attività informative, divulgative, di studio, ma anche a progetti con un impatto nel mondo reale, come nel caso della solidarietà od iniziative socio-culturali (seminari, incontri e convegni), intrattenere rapporti con enti, organizzazioni, istituzioni.

L’associazione Bulgaria-Italia è nata dall'idea di un gruppo di amici bulgari ed italiani che credono fermamente che la conoscenza delle reciproche culture possa essere fonte di arricchimento; la convinzione originaria è che si possa contribuire a creare una società aperta verso le diversità, in un mondo sempre più multietnico e multiculturale.

La scoperta e l’apprezzamento dei valori diversi può sicuramente contribuire alla realizzazione di una pacifica convivenza e fungere da stimolo per un mondo più giusto e più rispettoso anche degli equilibri naturali, eliminando la diffidenza tra i popoli.

L’Associazione Bulgaria-Italia si sostiene e riesce a realizzare i propri progetti sociali principalmente grazie al contributi dei soci (l’equivalente di 7 centesimi al giorno). E’ particolarmente importante segnalare che tra i progetti sostenuti ce ne sono anche due che riguardano gli istituti per l’infanzia di due cittadine bulgare.

Un proverbio irlandese ricorda che “Lo straniero è un amico che non conosci ancora”. Sicuramente è così, nella prospettiva di un’Europa sempre più unita. In tema di usanze, culture e tradizioni resta però un dubbio amletico, esaminando il sondaggio della settimana lanciato dal sito Bulgaria-Italia: quale sarà mai la bevanda bulgara preferita? Ajran, bira, boza, rakija, voda o vino?


Autore: Antonio Cipolloni
Fonte: Qui Italia




Commenta questa notizia



Notizie

02.02.2005Bulgaria: la pi¨ povera in Europa?
31.01.2005Truppe bulgare: to be or not to be in Iraq
29.01.2005Il giorno della memoria e dell'ipocrisia
28.01.2005Bulgaria-Italia, un incontro di culture
27.01.2005Bulgaria, in provincia di Arcore
26.01.2005Cancella il debito? No grazie
26.01.2005Bulgaria: le commesse dei grandi stilisti italiani possono salvare l'industria tessile bulgara



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)