Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Parlamento bulgaro esonera il proprio presidente

04.02.2005 - Sofia

Il Presidente del Parlamento della Bulgaria, Ognian Ghergikov (58 anni), é stato oggi esonerato dalle sue mansioni con 119 voti dell'opposizione di destra e di sinistra, contro i 114 voti del suo partito Movimento nazionale Simeone II (Mns) al potere e del partito di coalizione, il Movimento per diritti e libertà (il partito della minoranza turca). Un deputato si é astenuto dal voto. Il Parlamento bulgaro ha 240 seggi. Alla drammatica seduta di oggi erano presenti il Presidente della Repubblica, Georgi Parvanov (Partito socialista bulgaro), e il Premier Simeone di Sassonia Coburgo-Gotha (Mns) con la maggior parte dei suoi ministri.

Nei motivi della deliberazione del Parlamento é detto che Ghergikov viene esonerato dalla sua carica per “abuso di potere” e di aver favorito gli interessi del partito del premier Simeone nella seduta di venerdì scorso. In questa seduta plenaria i deputati del Mns avevano lasciato l'aula, evitando così che il ministro dell'Economia, Lidia Shuleva (Mns) debba rispondere alle interpellanze dell'opposizione e dell'alleato di coalizione Mdl sulla privatizzazione della holding “Bulgartabak”, la compagnia statale che controlla tuttora il 98% del mercato in Bulgaria, un tema particolarmente sensibile nel paese balcanico. La società americana 'British American Tobaccò ha offerto di acquistare Bulgartabak per 250 milioni di euro (ma si é ritirata non appena é cominciata a lievitare l'attuale crisi politica). Il suo “licenziamento” sembra essere il primo atto di una grave crisi politica e istituzionale, pochi mesi prima delle elezioni politiche previste per la prossima estate.

Il primo capro espiatorio dello scandalo politico é stato oggi Ognian Gergikov, dicono alcuni osservatori, secondo i quali poterebbe esserci anche un secondo atto della crisi politica in Bulgaria dai risvolti imprevedibili. Ieri l'opposizione di destra e di sinistra ha presentato, per la prima volta congiuntamente, una mozione di sfiducia sul governo. La votazione sulla fiducia dovrà svolgersi non più tardi del venerdì prossimo.

Tra i motivi indicati dai deputati dei cinque gruppi parlamentari d'opposizione, il Partito socialista bulgaro (Psb, ex comunisti), l'Unione delle forze democratiche (Ufd, destra), l'Alleanza popolare (Partito agrario, destra) Forze democratiche unite (Fdu, destra) e Tempi Nuovi (centro destra, staccatosi dall'Mns) viene indicata “l'inettitudine del governo a dirigere il Paese difendendo gli interessi della società, il fallimento della riforma sanitaria ed i bassi redditi della popolazione”. Se lo scenario di oggi si ripetesse tra sette giorni, o ci saranno elezioni anticipate in Bulgaria o un Governo transitorio della sinistra che é la seconda forza politica nel Parlamento.


Fonte: ANSA




Commenta questa notizia



Notizie

12.02.2005I «cancelli» arancioni di Central Park
11.02.2005Governo bulgaro si salva, defezioni in opposizione
10.02.2005Alla Telecom Austria la licenza per acquistare l'operatore di telefonia mobile Mobiltel
04.02.2005Parlamento bulgaro esonera il proprio presidente
03.02.2005Macedonia: il caldo abbraccio della Bulgaria
02.02.2005Discriminazione: varato decennio integrazione dei Rom
02.02.2005Bulgaria: la pił povera in Europa?



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Cittą e Localitą Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Societą Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)