Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Radio Nazionale Bulgara: la RC auto in Italia

16.10.2004

Intervento della corrispondente Elena Chahanova durante la trasmissione “Gente, strade e automobili”.

Il prezzo RCA si fissa sulla base di variabili quali: età, sesso, residenza, attestato di rischio, potenza della macchina.

Età e sesso: la statistica dice che gli autisti tra 35 e 48 anni di età hanno il comportamento più corretto, rispettano le regole, hanno prontezza nel caos del traffico stradale attuale. Da questo punto loro sono privilegiati nel prezzo del premio.

Visto che il traffico odierno è diventato molto complesso anche a causa dell’alto numero di automobilisti, gli autisti anziani ed i pensionati sono diventati un gruppo maggiormente a rischio. Molto facilmente si imbrogliano, non hanno una reale valutazione delle situazioni, guidano le macchine nuove come le fiat di 40 anni fa e così diventano un pericolo potenziale nel traffico. Ecco perché, le tariffe per loro sono aumentate.

I giovani ed i neo patentati pagano più di tutti, perché sono gli automobilisti più coinvolti negli incidenti più o meno gravi. Le cause sono: inesperienza, euforie di qualsiasi genere, uso di alcoolici o stupefacenti. Per questa ragione il costo della RCA per un’auto di classe media per un giovane è attorno ai 1200 euro contro i 700 di un autista esperto. Per risparmiare, i genitori sottoscrivono l’auto a nome loro; tuttavia nel contratto assicurativo devono essere scritti i nomi di tutti conducenti dell’auto; la presenza di un neo patentato aumenta il costo dell’assicurazione. Se il nome non risulta nell’elenco e il giovane provoca un incidente, gli assicuratori esercitano il diritto di rivalsa. Secondo Elio Bruzzone, Direttore di Agenzia della Unipol, la quarta forza assicurativa in Italia, con questo sistema si è riusciti a dare il messaggio dell’importanza di guidare con prudenza, perché il giovane autista così come il genitore che ha prestato la macchina, sanno che bisogna stare attenti a seguire le regole, altrimenti i soldi per i danni dovranno uscire dalla propria tasca.

Le donne in genere guidano con prudenza, ma spesso sono responsabili dei cosiddetti “incidenti del parcheggio”, che aumentano il costo dei premi delle proprie polizze assicurative.

Residenza: Laddove il traffico è molto caotico ed intenso come nelle città di Milano, Roma, Napoli, Bari e c.v., dove si registrano numerosi incidenti, la RCA è più cara.

Attestato di rischio: Il conducente che contrae una nuova polizza inizia nella classe 14. Se durante l’anno non fa incidenti, si scende di una classe e così, automaticamente scende anche il costo della Rca. Ogni incidente però porta ad un aumento di 2 classi. Chi supera la classe 14, paga mediamente 1000 euro in più all’anno; se si va in classe 18, il costo arriva alla cifra di circa 4000 euro.

Secondo il signor Elio Bruzzone il sistema del punteggio è un mezzo molto incoraggiante, perché con l’obbiettivo di pagare meno, consapevolmente si diventa più prudenti sulle strade, e di conseguenza diminuisce la possibilità di provocare incidenti ciò porta ad un comportamento più corretto.

Quando la polizza sta per scadere l’assicuratore manda al cliente il suo “libretto” comportamentale. L’informazione serve per poter rinnovare l’assicurazione dallo stesso o da un altro assicuratore ed ha un valore giuridico.

Il signor Elio Bruzzone ha sottolineato che l’Unipol propone la RCA secondo l’impegno lavorativo del cliente. Un operaio o i membri dei sindacati come la CGIL e CISL hanno degli sconti. L’operaio che lavora 8 ore al giorno, prende un aperitivo al bar e va a dormire, usando la macchina solo al sabato e la domenica, paga meno. Più alto è il tariffario per i rappresentanti e gli agenti di commercio, che annualmente fanno una media di 20-30.000 km, così come i proprietari di auto diesel. Secondo la statistica anche loro fanno tanti chilometri e diventano eventualmente soggetti ad incidenti, costituendo un gruppo a rischio perché sono sempre presenti nel traffico.

La mia esperienza personale di quasi 15 anni in Italia, mi ha fatto capire chi ha esperienza sulla strada e chi no. I più pericolosi sulle strade sono i cosiddetti: autisti “della domenica”, “quelli con il capello”, le signore abituate ad andare solo fino al supermercato e all’asilo nido; tuttavia essendo questa la massa della clientela è importante per gli assicuratori creare comunque per loro tariffe accettabili.


Autore: Elena Chahanova
Fonte: Radio Nazionale Bulgara




Commenta questa notizia



Notizie

20.10.2004Bulgaria: approvati dal programma Phare sei progetti per il nucleare per 7 milioni di euro
19.10.2004Infermiere bulgare in Libia: stritolate dalla Ragion di Stato
17.10.2004"Il vento del cinema". Le collaborazioni italo-bulgare nel settore cinematografico
16.10.2004Radio Nazionale Bulgara: la RC auto in Italia
16.10.2004L'Italia delocalizzata
15.10.2004La Grande Nato americana
14.10.2004Bulgaria: cresce la domanda di terreni industriali



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Cittą e Localitą Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Societą Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)