Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Giro di prostituzione con giovani dell'Est, arresti a Catania

11.10.2004 - Catania

La polizia di Stato di Catania ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 15 persone accusate di avere gestito un vasto giro di prostituzione, servendosi di giovani donne dell'Est Europa che entravano illegalmente in Italia. Durante l'operazione, agenti della squadra mobile della Questura hanno sequestrato un club privato a Catania. Indagini sono in corso su un analogo locale a Cosenza.

Gli arresti sono stati eseguiti tra Catania, Cosenza, Milano e Brescia. I destinatari del provvedimento restrittivo, emesso dal Gip Rosa Anna Castagnola, sono indagati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e induzione alla prostituzione. Secondo l'accusa, giovani donne bulgare e romene si esibivano ballando la lap dance in locali privati e poi, dietro il pagamento di una somma di denaro, si prostituivano con i clienti. Le indagini della squadra mobile sono coordinate dal procuratore aggiunto Enzo Serpotta e dai sostituti Pasquale Pecifico e Antonio Cantone.

Le persone arrestate dalla polizia di Stato sono attualmente sette, mentre otto indagati sono ancora irreperibili. L'operazione è stata denominata 'Dea della notte', dal nome del club privato di Catania la cui titolare, Maria Conti Oliveri, di 52 anni, è stata arrestata. Agenti della polizia amministrativa hanno anche sequestrato il club privato 'Privacy' di Catania. Gli altri arrestati sono i catanesi Vito Vernuccio, di 31 anni, Antonino Carbonaro, di 41, e Antonino Santo Riela, di 45. Arrestati anche Giorgio Iacino, di 47 anni, di Corigliano Calabro (Cosenza), titolare del club 'La Cleopatra' di Rossano Calabro; il bulgaro Kiril Petrov Kirov, di 32, residente a Milano; e il romeno Marius Valentin Niculescu, di 30.

Le indagini si sono avvalse anche di intercettazioni ambientali compiute nei locali al centro dell'inchiesta e sono state avviate dopo la segnalazione di notevole flusso, in arrivo e partenza da Catania, di giovani donne di Paesi dell'Est Europa entrate in Italia con permessi turistici, che erano ospitata da Antonino Carbonaro. L'uomo provvedeva successivamente a regolarizzare la loro posizione facendole assumere come collaboratrici domestiche. In realtà, sostiene l'accusa, le giovani donne lavoravano come cameriere e come ballerine di lap dance in locali privati. Dalle intercettazioni è emerso che i clienti versavano 200 euro a sera per vedere le 'danzatrici', e che la maggior parte del pagamento era trattenuto dai gestori dei locali.

Alcune delle straniere si prostituivano, o all'interno dei club o in quattro appartamenti in eleganti complessi residenziali della Scogliera di Catania, messi a disposizione dall'organizzazione. In questo caso il cliente versava il pagamento anticipato al gestore del locale, che 'autorizzava' la ragazza all'incontro. Dalle indagini è emerso che sarebbero due le organizzazioni che gestivano il traffico e che una, italo-romena, si era specializzata anche nella contraffazione e nell'uso fraudolento di carte di credito.

La base operativa dei romeni sarebbe stata individuata in alcuni paesi in provincia di Brescia e di Verona. All'operazione 'Dea della notte' hanno preso parte le squadre mobili di Catania, Brescia, Verona e Milano e agenti del commissariato di Rossano Calabro. L'inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Enzo Serpotta e dai sostituti Pasquale Pacifico e Rosa (e non Antonio come erroneamente scritto prima) Cantone.

Nell'ambito dell' operazione è stato sequestrato un solo locale privato: quello gestito dell' associazione 'Privacy Club' di Catania, che è stato chiuso soltanto per una presunta irregolarità amministrativa.


Fonte: La Sicilia




Commenta questa notizia



Notizie

13.10.2004Dal prossimo anno le imposte dirette in Bulgaria saranno fra le più basse d'Europa
13.10.2004Bulgaria: salute, quanto mi costi
12.10.2004Iraq: Kerbala; attacco a base bulgara, tre soldati feriti
11.10.2004Giro di prostituzione con giovani dell'Est, arresti a Catania
11.10.2004Bulgaria: FMI potrebbe attenuare la sua politica monetaria restrittiva
07.10.2004Bulgaria: scende in campo il nazionalismo?
06.10.2004Dopo le gomme anche i loden fuggono all’Est



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)