Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro

Subscribe
Share/Save/Bookmark
     




           Utente: non registrato, entra

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on Google+   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Notizie


 
• L'export della Bulgaria verso i paesi UE cresce del 9,7%
• Sofia, inquinamento capitale
• Sulla memoria avvoltoi a Est dopo l'89
• Plovdiv è la capitale europea della cultura insieme a Matera in Italia
• Plovdiv 2019: l'altra capitale, quella sconosciuta
•
   
Tutte le notizie

    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
• Arte in Bulgaria
• Biblioteca
• Cinema bulgaro
• Lingua e cultura italiana
• Storia della Bulgaria
• Letteratura
• Lingua Bulgara
• Monasteri
• Musica
• Poesia
• Teatro
• Traci

Cittΰ e Localitΰ
• Sofia
• Plovdiv
• Varna
• Burgas
• Koprivshtitza
• Bansko
• Borovets
• Pamporovo

Economia
• Agricoltura
• Banche e Finanza
• Energia
• Fiere
• Infrastrutture
• Investimenti
• Telecomunicazioni

Folklore
• Cucina bulgara
• Fiabe
• Nestinari
• PopFolk e Chalga
• Valle delle Rose
• Vampiri

Informazioni
• Mappa
• Inno Nazionale
• Scheda Paese
• Dizionario IT-BG

Notizie

• Ambiente
• Cultura
• Cronaca
• Economia
• Esteri
• Lavoro
• Immigrazione
• Politica
• Sport

Bulgaria e ...
• Iraq
• Libia
• NATO
• Basi USA
• Unione Europea
• Monografie

Politica e Governo
• Ambasciate
• Ambasciata di Bulgaria
• Ambasciata d'Italia
• Istituzioni
• Politica ed Elezioni
• Legislazione italiana

Societΰ
• Bulgari in Italia
• Diritti umani
• Informazione
• Radio Bulgaria
• Sindacati
• Sport
• TV Bulgaria

Turismo
• Alberghi
• Appunti di Viaggio
• Fai da te
• Informazioni Valutarie
• Montagna
• Viaggio in Aereo
• Viaggio in Auto
• Viaggio in Bici
• Viaggio in Camper

  
Bojinov, l'immigrato che esporta gol

04.10.2004 - Lecce

Quel viaggio, lui l'ha fatto. Dall'Est alla Puglia, biglietto di sola andata in seconda classe. Gorna Oriahovitza (Bulgaria)-Lecce (Italia). Se va male, ha pensato, m'inventerò un mestiere. È andata bene, invece. Valeri il bulgaro, di professione, fa i gol. Quattro in cinque giornate, come Trezeguet, il campione del mondo francese della Juve che fino all'anno scorso lo incoraggiavano ad imitare. Guarda, piccolo Bojinov, e impara.

Ha imparato. Ma non dimentica. «Quello dell'immigrazione è un problema che conosco. Voi italiani vi lamentate degli sbarchi dei clandestini, ma guardatevi intorno e osservate come è ridotto il mondo adesso... La gente non vuole scappare solo dalla miseria, vuole scappare anche dalle guerre. Chiedo scusa: io non voglio fare il politico, ma sono certo che a nessuno piace soffrire la fame né morire sotto le bombe». Valeri il bulgaro è la scommessa (stravinta) di Pantaleo Corvino, direttore sportivo del Lecce: nel 1999 lo pescò a Malta, 30 milioni di vecchie lire più 120 di premio valorizzazione alla Pietà Hotspurs, il club proprietario del cartellino, al debutto in serie A. Era il 27 gennaio 2002, Lecce-Brescia 1-3: a 15 anni e 11 mesi Valeri il bulgaro diventava lo straniero più giovane ad aver mai esordito in campionato.

Mamma Pepa, ex pallavolista della nazionale, e Shasho, il patrigno, erano allo stadio. Emil, il padre, no. «Con lui ho un buon rapporto, ci sentiamo, lo vado a trovare, ma non ci vediamo molto spesso». A Gorna Oriahovitza, il debutto del pulcino passò inosservato. Nessuno dei 37.500 abitanti nella provincia di Lovec, tra la capitale Sofia e il fiume Jantra, aveva la testa per star dietro ai progressi dell'enfant du pays: la città era uscita da poco da un devastante sciopero della fame dei macchinisti che, accampati in tendopoli intorno alla stazione, protestavano contro la linea repressiva del governo bulgaro. Valeri non ricorda, non sa, non è, e non sarà mai, il sindacalista che probabilmente sarebbe diventato rimanendo a casa. «Ma adesso che il calcio mi dà da vivere, ho ben chiaro il valore dei soldi. Sono rimasto il ragazzo tranquillo e umile che se n'era andato dalla Bulgaria con il miraggio dell'Italia».

Se a Lecce ha trovato l'America, il merito è di chi ha creduto in lui, di chi gli ha messo accanto don Damiano per le lezioni di morale («Mi insegna a non perdere mai il contatto con la realtà») e davanti Chevanton, l'uruguaiano che oggi gioca nel Principato di Monaco («Io a Lecce sto bene, ma lui a Montecarlo sta benissimo...»), per le lezioni da bomber. Gino Dimitri, coordinatore del settore giovanile, è il suo terzo padre: nel '99 il Tribunale dei Minori gli affidò la tutela di Bojinov, all'epoca 13enne. Lui non sgarra mai, ma al figlioccio del presidente Semeraro sarebbero disposti a perdonare tutto: la maglia con il volto di un bambino («L'ultrà Lorenzo»), i capelli tinti biondo platino con una «A» rossa scolpita sulla nuca il giorno della promozione dalla B, il bel bacione stampato sulla fronte del vate Zeman, il tecnico con due espressioni: con e senza sigaretta. «Me lo sono inventato così, senza pensare, dopo il gol all'Olimpico alla Roma». Un altro sarebbe stato spellato vivo. Valeri no. Però, al rientro a Lecce, il portiere Sicignano ha sollevato in spogliatoio il caso-bacio: «Mister, la vogliamo dare una multa a questo piccirillo che si è permesso di baciare l'allenatore?» Valeri il bulgaro vive da solo. «Sto benissimo, la casa la mando avanti io, ma non chiedetemi di cucinare...». Infatti è dimagrito di quattro chili. Dopo due anni e mezzo ha lasciato la fidanzata bulgara, che non capiva: «Io volevo stare un po' tranquillo, lei non accettava che io avessi due obiettivi più importanti dell'amore: la salvezza con il Lecce e la mia nazionale».

Il c.t. Stoichkov, ex calciatore, ex Pallone d'oro ('94), una leggenda vivente in Bulgaria, l'ha chiamato dopo la vittoria sul Brescia: «Valeri, sei stato bravo: qui a Sofia abbiamo visto la partita in diretta». Peccato che dell'intervista al bomber non abbiano capito niente. Valeri, dopo cinque anni a Lecce, parla meglio l'italiano del bulgaro. E poi c'è ancora qualcuno che lo chiama «l'immigrato»...


Autore: Gaia Piccardi
Fonte: Corriere della Sera




Commenta questa notizia



Notizie

07.10.2004Bulgaria: scende in campo il nazionalismo?
06.10.2004Dopo le gomme anche i loden fuggono all’Est
06.10.2004Archeologia: tomba tracia rivela civiltΰ sconosciuta
04.10.2004Bojinov, l'immigrato che esporta gol
03.10.2004Il vecchio professore e il lago
01.10.2004Bulgaria: secondo MSF in pericolo l’accesso alle cure sanitarie per la popolazione povera
01.10.2004Bulgaria: sarΰ abolita l'IVA sulle auto usate


Ambiente | Cronaca | Cultura | Economia | Esteri | Lavoro | Migrazioni | Politica | Sport
Speciali: Presidenza UE2018 | Iraq | Libia | NATO | Basi USA | Unione Europea | Due operaie morte | 1989-2009
News Feeds: Italiano | Inglese | Bulgaro
Tutte le Notizie | Новини на Български | Parole Famose | RSS
    Notizie
  Temi
• Ambiente
• Cronaca
• Cultura
• Economia
• Esteri
• Lavoro
• Migrazioni
• Politica
• Sport

Speciali
• Presidenza UE2018
• Iraq
• Libia
• NATO
• Basi USA
• Unione Europea
• Due operaie morte
• 1989-2009
• Parole Famose

News Feeds
(rss)
• Italiano
• Inglese
• Bulgaro

Media bulgari
(english)
• BTA
• Sofia News Agency
• Sofia Globe

• Новини на Български
 
Tutte le Notizie | RSS

Home | Notizie | Forum | Club | Associazione | Annunci | Directory | Biblioteca | Meteo | Foto del giorno | Immagini | Parole famose | Cerca
Turismo | Hotel | Shop | Traduzioni | Appunti di Viaggio | Bulgari in Italia | Cartoline | Sondaggi | Dicono di noi | SocNet  Български English Русский Franηais Български (Автоматичен превод)
Contattaci Bulgaria-Italia