Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Ragazze dell’Est ridotte in schiavitù, arresti tra Italia e Bulgaria

01.06.2003 - Pescara

Introdotte clandestinamente in Italia con la promessa di un lavoro come collaboratrici domestiche, undici ragazze bulgare, tra le quali alcune minorenni, hanno vissuto mesi di sevizie, privazioni, segregazione, minacce e violenze sessuali, singole e di gruppo. Le ragazze erano alla merce di un’organizzazione criminale formata da bulgari ed italiani. Ci sono anche sospetti su un agente della questura di Pescara, mentre sarebbe accertata la complicità di un poliziotto di Sofia con l’organizzazione, cui forniva passaporti falsi. La banda era composta da diciannove persone, delle quali solo per undici sono stati emessi gli ordini di cattura.

Gli arresti, eseguiti ieri all’alba, sono avvenuti ad Anzio, Pescara e Francavilla. In carcere sono finiti Lidia Eleuterio di 66 anni, che oltre ad affittare due appartamenti alle ragazze pretendeva il 40% degli incassi per i clienti che procurava loro, Mario Cantaldo, 23, Domenico Fermi, 64, di Pescara, che si occupavano dell’assistenza logistica per le malcapitate accompagnandole sul "luogo di lavoro" e fornendole di Sim Card, senza mancare di controllarle durante l’attività, il bulgaro Ivanov Dimitar, 30, domiciliato a Pescara, che faceva da interprete, e Kroumov Tzanio Jivkov, 33 anni, residente ad Anzio che si occupava delle ragazze all’arrivo a Roma, dando loro un rifugio prima di precipitarle in un abisso di sevizie, ricatti e violenze sessuali prima dell’obbligo a prostituirsi.

A far smantellare l’organizzazione sono state due ragazze di 16 anni, incappate in una retata dei carabinieri, che hanno raccontato al colonnello Amedeo Specchia ed al maggiore Guido Gargarella la loro triste vicenda, fornendo nomi, indirizzi e particolari scabrosi. Le accuse per i cinque arrestati e gli undici ricercati (un italiano e dieci bulgari) sono: riduzione in schiavitu, violenza sessuale di gruppo, associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione, immigrazione clandestina, violenza.


Autore: Antonio Buccilli
Fonte: Il Messaggero



Links


Commenta questa notizia

17.07.2003Commento [michele2]
Anche se in ritardo, vorrei esprimere la mie congratulazioni alle forze dell'ordine italiane per la brillante operazione...

Questi sono i veri problemi da risolvere, ovviamente con azioni concrete come quella compiuta dai carabinieri, non certo con le maleodoranti chiacchiere che certi anonimi cialtroni continuano a fare...


Notizie

08.06.2003Valeri Bojinov e il Lecce di nuovo in serie A
08.06.2003Schiave, ma per la Legge solo “clandestine”
04.06.2003Bulgaria, legalizzare la prostituzione?
01.06.2003Ragazze dell’Est ridotte in schiavitù, arresti tra Italia e Bulgaria
01.06.2003I figli di Madre Europa
31.05.2003Berlusconi vuole una televisione bulgara
26.05.2003Sofia: forum sugli investimenti nell'ambiente



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)