Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Bulgaria: si dimette responsabile lotta a corruzione

26.04.2003 - Sofia

Il Segretario generale del Ministero dell'Interno bulgaro, il generale Boyko Borissov (53 anni), ha presentato ieri polemicamente le sue dimissioni al premier Simeone di Sassonia Coburgo Gotha, che non ha ancora fatto sapere se le accetterà. Borissov, che finora é stato responsabilità dell'attività operativa di tutti i servizi del dicastero, nel presentare le sue dimissioni personalmente al premier non ha seguito l'iter normale di presentarle prima al suo capo, il ministro dell'Interno Georgi Petkanov.

Borissov si é dimesso appena tornato da Mosca, dove ha preso parte ad una conferenza internazionale dedicata alla lotta contro la criminalità organizzata. I motivi delle dimissioni non si conoscono ancora ma sembra che Borissov sia furioso per la mancanza di volontà politica in Bulgaria di lottare contro la criminalità. Il generale Borissov é un personaggio emblematico per la sua ferma decisione di combattere il mondo mafioso nel Paese balcanico, e nei sondaggi si é così guadagnato il sostegno del 70% dei bulgari. Ma deve affrontare anche la reticenza di diversi ambienti governativi e della magistratura.

Domenica scorsa, in un'intervista alla Radio nazionale bulgara, Borissov aveva rivelato l'esistenza di un rapporto elaborato dai servizi di sicurezza e dalla Polizia, dal quale risulta che deputati, ministri e magistrati sono legati a personaggi del business mafioso bulgaro. Il generale Borissov ha anche annunciato che il rapporto é corredato di materiale fotografico e audioregistrazioni, senza però scendere nei particolari. Il giorno dopo, però, su alcuni quotidiani di Sofia sono trapelate indiscrezioni e nomi concreti di personaggi della politica e della magistratura, tra i quali quello del ministro delle Finanze Milen Velcev, che potrebbero essere coinvolti in connessioni con il business mafioso, prima ancora che lo scottante rapporto fosse stato consegnato al Premier e al Presidente della Repubblica.

Finora non si sa se il premier Simeone di Sassonia accetterà o meno le dimissioni del Segretario generale del Ministero dell'Interno ma comunque ciò avrà ripercussioni sull'immagine del Governo. Lo stesso Borissov si é dichiarato fermo nella sua decisione se il Governo e la maggiorranza al Parlamento, il Movimento nazionale Simeone II (il partito del premier Simeone di Sassonia Coburgo-Gotha) e il Movimento per diritti e libertà (minoranza turca) non intraprenderanno passi decisivi per appoggiare la lotta contro la criminalità e non troncheranno le possibili connessioni tra politici e mafiosi.

Secondo alcuni osservatori lo scottante rapporto e le dimissioni di Borissov potrebbero portare l'opposizione, sia di destra (Unione delle forze democratiche) sia di sinistra (Partito socialista bulgaro), ad unire gli sforzi per chiedere un voto di sfiducia al Governo ed elezioni politiche anticipate.


Fonte: ANSA




Commenta questa notizia



Notizie

30.04.2003Il suono dei nomi bulgari
29.04.2003Sofia-Belgrado: gemellaggio di mafie?
28.04.2003Saranno investiti 27 milioni di euro nelle infrastrutture di Varna
26.04.2003Bulgaria: si dimette responsabile lotta a corruzione
23.04.2003Bulgaria: un'istantanea sulla mafia e la politica
17.04.2003Dal 5 al 10 maggio la Fiera Internazionale di Plovdiv
16.04.2003Il virus dello "stato di emergenza atipico" si diffonde in Bulgaria



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)